PROCESSO RUBY- CLAMOROSO:IL PRESIDENTE DELLA CORTE D’APPELLO SI E’ DIMESSO SUBITO DOPO AVER FIRMATO LA SENTENZA.


     Berlusconi cleared in Ruby sex case 

    Con un gesto clamoroso sulla cui origine sarà necessario indagare, il presidente della Corte d’Appello di Milano che ha assolto Berlusconi nel processo Ruby, Enrico Tranfa, si è dimesso dalla magistratura subito dopo aver firmato la motivazione della sentenza.

     Tale decisione sarebbe stata assunta per grave dissenso con la sentenza presa a maggioranza con il sì degli altri due giudici. In sostanza, il presidente del collegio giudicante,sarebbe stato messo in minoranza.

     Il presidente Tranfa avrebbe dichiarato che la sua non è stata affatto una decisione presa d’impulso ma, evidentemente, il suo è stato un atto ponderato che la potrebbe dire lunga sul sospetto di una giustizia non solo a due velocità ma con due codici penali: uno per  i cittadini normali, il Popolo di cui parla l’art.1 della Costituzione, e l’altro per la “casta” per il quale si ignora,si interpreta con limitazione l’art. 3 della stessa Costituzione che, in mano al governo Renzi e socio occulto “pregiudicato” è stata strattonata, violata, calpestata, violentata e questo potrebbe essere un caso da manuale. 

     C’è da aggiungere che il presidente Tranfa ha firmato una sentenza il cui estensore materiale, il relatore, è stato uno dei due altri giudici che lo avrebbero messo in minoranza.

     Aspettiamo di sapere se il nuovo Csm avrà qualcosa da dire o da osservare su tale gesto che non può non preoccupare tutti gli altri giudici e soprattutto i CITTADINI che la legge la rispettano e quando non lo fanno scontano la loro pena non in una casa di riposo per poche ore alla settimana! 

     Forse se il presidente Tranfa spiegasse con ulteriore chiarezza, spiegasse, la valenza del suo gesto anche i tiepidi e gli indifferenti prenderebbero coscienza della grave situazione in cui ci troviamo.

     E’ ora che i cittadini si sveglino dal torpore, la smettano di essere  indifferenti. La democrazia e la libertà sono gravemente in pericolo: siamo già in pieno REGIME antidemocratico nel quale il legislativo, il Parlamento, è alla mercè di quello esecutivo che legifera in fretta e senza concedere i tempi tecnici di esaminare e discutere, prima di approvare, i testi di legge!!!

      Per non parlare dei decreti quasi tutti in violazione di quanto stabilito dalla Costituzione all’art.77:”””IL GOVERNO NON PUO’, SENZA DELEGAZIONE DELLE CAMERE, EMANARE DECRETI CHE ABBIANO VALORE DI LEGGE ORDINARIA. QUANDO, IN CASI STRAORDINARI DI NECESSITA’ ED URGENZA, IL GOVERNO ADOTTA SOTTO LA SUA RESPONSABILITA’, PROVVEDIMENTI PROVVISORI CON FORZA DI LEGGE, DEVE IL GIORNO STESSO PRESENTARLI PER LA CONVERSIONE ALLE CAMERE CHE, ANCHE SE SCIOLTE, SONO APPOSITAMENTE CONVOCATE E SI RIUNISCONO ENTRO CINQUE GIORNI.(…).”””.

     Siamo sicuri che il capo dello Stato prima di firmare i decreti a raffica di Renzi abbia letto o ricordato l’art. 77 e si sia chiesto se ricorrevano sempre, tutte le volte, CASI STRAORDINARI DI NECESSITA’ ED URGENZA? 

     Questo cittadino che scrive NUTRE FORTI DUBBI CHE CIO’ SIA STATO SEMPRE FATTO!

      Niente da dire, signor Presidente della fiducia posta su una legge di delega il cui testo non è stato nemmeno presentato per iscritto al Parlamento che ha votato la fiducia in bianco?

        Ella ritiene che ciò corrisponda a libertà e giustizia e senza vincoli per i parlamentari che votano sotto la minaccia di espulsioni o di non rielezione?

        Se questa è democrazia, io SONO UN MARZIANO che per caso è caduto su questo territorio.

         Ella, Presidente, ha dieci anni più di me ma entrambi abbiamo vissuto sotto il FASCISMO sia pure su fronti diversi perchè mio padre è stato un perseguitato di quel regime e quindi, la mia famiglia l’ha vissuto in modo diametralmente opposto a come Ella l’ha vissuto.

           Credo non sia necessario aggiungere altro per farLe comprendere perchè ami la democrazia e la libertà che la Costituzione Italiana, che amo, tutelerebbe se non fosse calpestata impunemente.

Pubblicato in Art. 1 della Costituzione | 6 commenti

AVVISO AGLI AMICI LETTORI.


     Informo gli amici che seguono questo blog che lo stesso, da domani, resterà inattivo perchè, approfittando di questo scampolo di bel tempo previsto e promesso dl meteo, farò un salto in Alta Val Venosta, la mia valle del cuore, per fotografare i colori dell’autunno in quota.

     Auguro a tutti bel tempo e saluto con un arrivederci tra qualche giorno.         Ciao!                                         

Pubblicato in unica categoria | 4 commenti

LA FOTO DEL GIORNO.


     (Foto ANSA.it    –    Primopiano)

Renzi-Merkel-riso amaro!                      (Ride bene chi ride per ultimo – Per Renzi riso amaro!)

Pubblicato in unica categoria | Contrassegnato | 3 commenti

IERI IL “CAZZAROPAROLAIO” HA BANCHETTATO – OGGI L’ISTAT GLI HA PRESENTATO IL CONTO.


cordialdo:

    Da oggi in avanti i riblogghi da “Profumo di democrazia e libertà” che resterà il blog di carattere politico,  saranno effettuati con  rara cadenza. Chi è interessato alla cronaca sociopolitica potra leggerla solo su questo blog.

          Il blog “Profumo di donna” sarà utilizzato per tutti gli altri argomenti indifferenziati.

Originally posted on PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA':

                                                     Scuola: 2.000 in corteo a Firenze, occupato liceo

    Il “cazzaro parolaio” che, quantunque si trovasse a meno di 200 km di distanza, a Bergamo dove è stato contestato da operai e studenti, prevedendo che la sua non sarebbe stata una passerella, si è guardato bene di farsi vedere a Genova!

     Ha preferito fermarsi per gli applausi dell’associazione degli industriali dove ha potuto sciorinare il suo repertorio di promesse che agli industriali sono piaciute molto, soprattutto la parte sulle defiscalizzazioni.

     Da Bergamo il cazzaro che, da usurpatore, guida il governo italiano per volontà di Giorgio Napolitano dopo aver colonizzato il Pd ed inciuciato col “pregiudicato” il “patto segreto del Nazareno” col quale l’uno ricatta l’altro e tutti e due il Paese, da Bergamo è rientrato  a…

View original 487 altre parole

Pubblicato in unica categoria | Lascia un commento

GREENPEACE CONTRO LA PIATTAFORMA ENI CHE PERFORA LE COSTE DELLA SICILIA!


Logo di Greenpeace

    Per tutto il giorno, dall’alba di stamani. gli attivisti di Greepeace protestano pacificamente nei pressi della piattaforma dell’ENI che perfora le coste della Sicilia nei pressi di Licata, in provincia di Agrigento.

        A bordo di gommomi e con l’appoggio della nave Rainbow Warrior, una decina di attivisti ha scalato la piattaforma di estrazione “Prezioso” aprendo uno striscione di 120 metri quadrati:

Ambiente: protesta Greenpeace nei pressi piattaforma Eni

contro lo slogan del faccione di Renzi (peccato nella foto non si veda!) ed il suo slogan “PIU’ TRIVELLE PER TUTTI”  accompagnato dalla richiesta di Greenpeace “””STOF FOSSIL GO RENEWABLE”””.

     Altri attivisti su na zattera di salvataggio gonfiabile ancorata alla piattaforma. hanno letto altri messaggi con i quali chiedevano l’abbandono delle fonti fossili, fermare le trivelle e scegliere le energie rinnovabili.

       L’azione di Greenpeace, alla quale questo blog si associa con convinzione ed invita chi legge a fare altrettanto, è rivolta contro il decreto “””ABLOCCA ITALIA””” che promuove una deregulation selvaggia delle attività di ricerca e di estrazione di idrocarburi in mare e rischia di trasformarsi in uno “””SBLOCCA TRIVELLE””” indiscriminato da parte degli speculatori pronti ad offritìre  tangenti in cambio di licenze.

     Il decreto scriteriato di Renzi, nel momento in cui l’Italia, avendo la Presidenza di turno del Consiglio europeo, contraddice l’ambiziosa difesa del clima da parte dell’Europa.

     Non è neanche un caso, che dopo il decreto Renzi, l’ENI vorrbbe realizzare una seconda piattaforma di perforazione con pozzi a soli 11 – 12 miglia nautiche dalla costa e che tale progetto HA GIA’ UNA VALUTAZIONE D’IMPATTO AMBIENTALE POSITIVA.

     A parte i rischi di inquinamento del mare e delle coste, la Sicilia non può diventare ulteriormente la pattumiera mediterranea dei rifiuti dell’estrazione, del deposito ,  del transito e della raffinazione degli idrocarburi.                                                                      

                                                           

Pubblicato in INQUINAMENTO DELL'AMBIENTE MARINO E DELLE COSTE, TRIVELLAZIONI SELVAGGE | Contrassegnato , , , | 3 commenti

NON SOLO A NAPOLI O A PALERMO: FALSI INVALIDI ANCHE A VARESE, NELLA RICCA LOMBARDIA LEGHISTA!


     Guardia di Finanza-stemma    

 Io ci abito in Lombardia e quindi sono in grado di verificare le reazioni dei leghisti razzisti non solo nei confronti degli stranieri ma anche degli italiani che vivono in altre regioni.

     E’ facile ascoltare al bar o sul tram le “geremiadi” scandalizzate quando si verifica un reato banale o importante come quello di truffa da parte dei falsi invalidi con la complicità dei medici, gli addetti ai lavori. che la certificano.

     Ricordate il ritornello “Roma ladrona”? Dopo che i capi, i soci fondatori e famiglia sono stati presi con le mani sul malloppo, solo i più stupidi, e sono tanti, continuano ancora a ripetere quella canzone.

     La stessa cosa succederà anche per i falsi invalidi con lauta pensione.

     Per gli abitanti della provincia di Varese era e resta molto più facile nascondere la truffa perchè è facile espatriare oltre confine, in Svizzera, sia via terra che via lago in pochi minuti.

     Infatti con i due FALSI CIECHI,  scoperti e denunciati oggi dalla Guardia di Finanza sono 13 i “Varesini” che in Italia risultavano ed erano invalidi totali e poi in Svizzera erano tranquilli truffatori che svolgevano attività di lavoro e, magari, guidavano l’auto ed attraversavano velocemente la strada senza tentennamenti.

     Insieme ai due falsi ciechi di oggi, sono stati anche denunciati tre medici che, non sappiamo a che prezzo, avevano certificato la loro cecità o altre invalidità.

     Per fortuna abbiamo la Guardia di Finanza che, a parte qualche mela marcissima che tradisce il giuramento di fedeltà in cambio di laute mazzette o di un posto in parlamento, è attenta e scrupolosa nel perseguire i reati finanziari. Sono orgoglioso di avere avuto mio padre che ha prestato servizio nelle Fiamme Gialle!!!

     Per il resto nessuna meraviglia. I delinquenti allignano in tutte le latitudini ed in tutte le regioni!  

117 - La Guardia di Finanza al servizio dello Stato e dei cittadini                                                                            

Pubblicato in AMICI DEGLI AMICI, ARROGANZA, Attualità, COMPARAGGiO, Cronaca, INCIVILTA', Legalità, Notizie e politica, Razzismo, SERIETA', SOCIETA' | Contrassegnato | Lascia un commento

CORTE COSTITUZIONALE: 18^ FUMATA NERA!


   CONSULTA: PD-FI CERCANO INTESA MA ANCORA SITUAZIONE FLUIDA

     Nuova fumata nera, la DICIOTTESIMA, per l’elezione dei due giudici costituzionali da parte del Parlamento in seduta comune.

         Occorrerà una nuova votazione, la diciannovesima.

       Uno dei due candidati, quello di Berlusconi, è cambiato ripetutamente ma il risultato è sempre stato lo stesso: fumata nera.

         Ci vuole così tanto per capire che è il candidato renziano, Violante, a non essere accettato dal Parlamento?

      Non sarà perchè era stato nominato “SAGGIO” da Napolitano ed il Parlamento se lo vuole tenere con sè per non sprecare altrove tale e tanta saggezza? 

                                              

Pubblicato in Saggezza | Contrassegnato | Lascia un commento

PAROLA


Originally posted on Marisa Cossu:

(  G. Apollinaire, La colomba)apollinaire004[1]

Si è levata la parola

dal mio centro pensoso

come acqua zampillante

al canto dell’ allodola;

ha tolto la tristezza,

ha lenito il dolore,

è salita dal buio dell’ anima

in un volo d’ uccello

leggero fremente e vago.

Dove andrà

dove poserà

le ali di malinconia,

dove guiderà il mio cuore

dubbioso e tremulo

avvolto in fasce di ricordi…

La parola è nata come luce

nel buio del silenzio,

dai pensieri della notte

dal pensiero del giorno

dal pensiero del tempo

che scorre per i secoli

e scava nel sentire

dell’ immenso universo.

E sarà pioggia, neve, vita, morte,

fiore, primo bacio d’ amore,

nostalgia dell’ ignoto

che abbraccia gli elementi

e sfugge ad uno spazio esiguo.

Dove riposerà la parola,

la libera emozione

creata dalla mente,

la tenera colomba dell’ aurora,

bianco astro di novilunio,

se non nel segno di un arcobaleno

dipinto nell’ azzurro

dalla furia del…

View original 14 altre parole

Pubblicato in unica categoria | Lascia un commento