QUANDO IL GOVERNO CHIUDE IL CASO REGENI NEGANDO DI AVERE AVUTO INFORMAZIONI ESPLOSIVE DAL GOVERNO AMERICANO!


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

     Quale dignità politica, quale credibilità i cittadini potranno assegnare ai protagonisti  politici del “Caso Regeni” quando spudoratamente negano quanto pubblicato dal New York Times ed alle domande di “il Fatto Quotidiano” pubblicate in prima pagina il 17 agosto per chiedere chiarimenti sul rivelazioni del giornale statunitense?

      I protagonisti politici della vicenda continuano ad essere i vertici del governo di ieri e di oggi:

– Matteo Renzi, allora presidente del Consiglio, oggi segretario del Pd che         sostiene di scegliere da solo i candidati del partito alle prossime elezioni         politiche;

– l’ex ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, oggi presidente del Consiglio;

– l’ex ministro dell’Interno Angelino Alfano, oggi ministro degli Esteri;

– l’ex responsabile dei Servizi segreti Minniti, oggi ministro dell’Interno.

     Alle domande rivolte a ciascuno di loro dal Direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, ha risposto…

View original post 248 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | Lascia un commento

LE PORCATE GOVERNATIVE SEMPRE A FERRAGOSTO ANCHE QUELLA DI AVERE AVUTO DAL GOVERNO OBAMA NOTIZIE DELL’OMICIDIO DI STATO CON TORTURE DI GIULIO REGENI!


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

        

  Al governo c’era Renzi, “il bomba”, che vendeva armi leggere e pesanti al dittatore egiziano al-Sisi lodandolo senza ritegno, ed il ministro degli esteri, “senza palle” lo avevo definito, di allora è, in continuità l’attuale presidente del Consiglio mentre il ruolo di  ministro degli esteri è l’ilare Angelino (povero piccolo) Alfano, quello che da ministro dell’Interno ha sempre negato di essere stato a conoscenza di molte altre nefandezze dei suoi sottoposti.

     Questa volta approfittando come di prammatica del ferragosto ha deciso di rimandare alla sua sede del Cairo l’ambasciatore che da 15 mesi era stato richiamato in Italia.

     Il governo italiano nega di avere avuto notizie dal governo Obama ma sui più autorevoli giornali americani è stata pubblicata la notizia che il ricercatore di Oxford Giulio Regeni è stato rapito, torturato ed ucciso da agenti dei servizi militari all’ordine dell’ex generale…

View original post 130 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | 1 commento

BASTA PESTICIDI IN ALTOADIGE SIGNORI AMMINISTRATORI COMPLICI!


         Su un prato, probabilmente con una falciatrice, in provincia di Bolzano, è stata tracciata una scritta contro i diserbanti (cioè contro i PESTICIDI) che in ALTO ADIGE sono utilizzati  a iosa e soprattutto senza alcun controllo e negando la realtà di tutte le ricerche scientifiche come quelle del precedente post attraverso Video.

Ignoranza degli amministratori della Provincia di Bolzano o complicità con i produttori di mele molti dei quali amministratori?

 

Pubblicato in NO AI PESTICIDI IN PROVINCIA DI BOLZANO | Lascia un commento

PER UN’AGRICOLTURA SENZA PESTICIDI!!! QUESTO VIDEO INFORMA!!!


            Il video dura circa 40 minuti. Chi ha fretta eviti di perdere tempo come chi crede che i pesticidi ci aiutano a fare crescere i bambini sani e forti!

Buona visione a tutti gli altri che vogliono essere, invece informati.

Pubblicato in Informazione scientifica contro i pesticidi. | Lascia un commento

QUANDO LE LOBBY DELLA RISTORAZIONE COLLETTIVA ORDINANO ALLA MINISTRO CHE UBBIDISCS E COPIA INTERE PARTI DI UNA LEGGE CHE VALE UN BUSINESS DA 1,5 MILIARDI!


    Un vecchio disegno di legge presentato il 4 agosto 2015 e firmato da senatori e senatrici compiacenti del Pd, tra cui l’attuale ministro dell’istruzione, Valeria Fedeli, è stato riesumato a luglio scorso, anticipato oralmente, e poi riassunto e scopiazzato pari pari dall’intervento del presidente di ANGEM il 12 giugno 2015 come è documentato dall’articolo pubblicato oggi su “il Fatto Quotidiano” e firmato da Gaia Giuliani, con il quale dall’inizio del prossimo anno scolastico entrerà in vigore il “DIVIETO DI PANINO DA CASA” sul quale, tra l’altro, sin dal giugno del 2016 si era espressa la Corte d’Appello di Torino affermando che “””Subordinare il diritto all’istruzione -cosa che farebbe l’attuale ministro renziano- all’iscrizione aservizi a pagamento come la mensa VIOLA L’ART.34 DELLA COSTITUZIONE”.

     ED ECCO LA PROVA CHE LA RELAZIONE DELLA MINISTRO ALLA SUA LEGGE E’ COPIATO DIRETTAMENTE DAL DISCORSO DELL’ALLORA PRESIDENTE DELLA CONFINDUSTRIA DEL SETTORE CHE HA UN FATTURATO DI 6,2 MILIARDI DI EURO:

________________________________________________________

 Discorso di Scarciotti 12.06.2o15                  Relazione alle legge 4.08.2015

________________________________________________________

“Ristorazione collettiva non intesa            “Ristorazione collettiva non solo  

solo come il somministrare in                      intesa come il somministrare in

   modo igienicamente corretto                        modo igienicamente corretto

   un numero elevato di pasti,                             un numero elevato di pasti,

   quanto piuttosto come                                       quanto piuttosto come

   importante veicolo, soprattutto                    importante veicolo, soprattutto

    nella scuola, educativo                                     nella scuola, educativo

______________________________________________________________

Pubblicato in Obbligo di partecipare alla mensa | Lascia un commento

ACCORATOAPPELLODI PADRE ALEX ZANOTELLI AI GIORNALISTI ED A TUTTI GLI ITALIANI.


    

“””ROMPIAMO IL SILENZIO SULL’AFRICA. Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli africani stanno vivendo.

           Scusate se mi rivolgo a voi in questa torrida estate ma è la crescente sofferenza dei più poveri ed emarginati che mi spinge a farlo. Per questo come missionario e giornalista, uso la penna per far sentire il loro grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani, come in quelli di tutto il mondo del resto.

          Trovo infatti la maggior parte dei media sia cartacei che televisivi, così provinciali, così superficiali, così bene integrati sul mercato globale.

          So che i mass-media, purtroppo, sono nelle mani di potenti gruppi economico-finanziari, per cui ognuno di voi ha ben poche possibilità di scrivere quello che veramente sta accadendo in Africa.

          Mi appello a voi giornalisti perchè abbiate il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa.

         E’ inaccettabile per meil silenzio sulla drammatica situazione del Sud Sudan (il più giovane stato dell’Africa) ingarbugliato in una paurosa guerra civile che ha già causato almeno trecentomila morti e milioni di persone in fuga.

       E’ inaccettabile il silenzio sul Sudan, retto da un regime dittatoriale il guerra contro il popolo sui monti Kordofan, i Nuba, il popolo martire dell’Africa e contro etnie del Darfur.

       E’ inaccettabile il silenzio sulla Somalia in guerra civile da oltre  trent’anni con milioni di rifugiati interni ed esterni.

      E’ inaccettabile il silenzio sull’Eritrea, retta da uno dei regimi più oppressivi al mondo, con centinaia di migliaia di giovani in fuga verso l’Europa.

     E’ inaccettabile il silenzio sul Centrafrica che continua ad essere dilaniata da una guerra civile che non sembra mai finire.

      E’ inaccettabile il silenzio sulla grave situazione sulla zona Saheliana dal Ciad al Mali dove i potenti gruppi Jihadisti potrebbero costituirsi in un nuovo Califfato dell’Africa nera.

      E’ inaccettabile il silenzio sulla situazione caotica in Libia dov’è in atto uno scontro tutti contro tutti, causato causato da quella nostra maledetta guerra  contro Gheddafi.

       E’ inaccettabile il silenzio su quanto avviene nel cuore dell’Africa, soprattutto in Congo, da dove arrivano i nostri minerali più preziosi.

      E’ inaccettabile il silenzio su trenta milioni di persone a rischio di fame in Etiopia, Somalia, Sud Sudan, nord del Kenia e attorno al Lago Ciad, la peggiore crisi alimentare degli ultimi 50 anni secondo l’ONU.

     E’ inaccettabile il silenzio sui cambiamenti climatici in Africa che rischia  a fine secolo di avere tre quarti del suo territorio non abitabile.

     E’ inaccettabile il silenzio sulla vendita italiana di armi pesanti e leggere a questi Paesi che non fanno che incrementare guerra sempre più feroci da cui sono costretti  a fuggire milioni di profughi.  LO SCORSO ANNO L’ITALIA HA ESPORTATO ARMI  PER UN VALORE DI 14 MILIARDI DI EURO!

     Non conoscendo tutto questo è chiaro che il popolo italiano non può capire perchè così tanta gente stia fuggendo dalle loro terre rischiando la propria vita per arrivare da noi.

      Questo creala garanzia dell’ “invasione”, furbescamente alimentata anche da partiti xenofobi.

     Questo forza i governi europei a tentare di bloccare i migranti provenienti dal continente nero con “l’Africa Compact” i contratti fatti con i governi africani per bloccare i migranti.

     Ma i disperati della storia nessuno li fermerà.

     Questa non è una  questione emergenziale, ma strutturale al sistema economico-finanziario. L’ONU si aspetta già entro il 2050 circa 60 milioni di profughi climatici solo dall’Africa. Ed ora qualche politico grida “””AIUTIAMOLI A CASA LORO””” dopo che per secoli abbiamo saccheggiato e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese, dall’ENI a Finmeccanica!

     E così troviamo un  Mare Nostrum che è diventato Cimiterium Nostrum dove sono naufragati decine di migliaia di profughi e con loro sta naufragando anche l’Europa patria dei diritti.

      Davanti a tutti questo non posiamo rimanere in silenzio. I nostri nipotini non diranno forse quello che noi oggi diciamo dei “nazisti” ?

     Per questo Vi prego di  rompere questo silenzio stampa sull’Africa, forzando i vostri media a parlarne.

      Per realizzare questo non sarebbe possibile una lettera firmata da migliaia di Voi da inviare alla Commissione di Sorveglianza Rai ed alle grandi testate nazionali?

     E se fosse proprio la Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNS) a fae questo gesto? Non potrebbe essere   questo un Africa compact giornalistico, molto più utile del continente che che con i  vari Trattati firmati dai governi per bloccare i migranti?

     Non possiamo rimanere in silenzio davanti ad un’altra SHOAH che si sta svolgendo sotto i nostri occhi.

     Diamoci tutte/i da fare perchè si rompa questo silenzio sull’Africa.

Alex Zanotelli

                                                                                   

                                                                                             

Pubblicato in Un accorato appello per l'Africa | Lascia un commento

IN UN PAESINO ETNEO UNA STORIA VERGOGNOSA DI BAMBINE, DI UN “SANTONE E DELLE SUE PROCACCIATRICI, DI SESSO E POTERE POLITICO “TARGATO”!


    Oggi sul “Fatto Quotidiano Pietrangelo Buttafuoco, con grande maestria e capacità, ha scritto un articolo che non può fare altro che sconvolgere la la sensibilità di ogni cittadino civile.

     E’ una cronaca vergognosa i cui personaggi sono accusati dalla Procura di Catania di ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE FINALIZZATA ALLA VIOLENZA SESSUALE SU MINORENNI BAMBINE TRA I 12 ED O 15 ANNI.

     Il personaggio  principale, già arrestato, è il “santone Pietro Capuana di 73 anni, già capo della comunità “Cultura e Ambiente” e delle sue prersunte procacciatrici di bambine Fabiola Raciti, Rosaria Giuffrida e Katia Scarpignato.

     Il contraltare è rappresentato da una vera mamma responsabile che non ha esitato un istante a rivolgersi agli agenti della Polizia Postale portando lo Smartphone della propria figlia dopo aver letto la delinquenziale storia che conteneva e che è finita, per il momento, come rivelano gli Atti, col “santone” in galera e le tre “signore” ai domiciliari.

     Il 73enne Capuana è noto perchè si presenta come la reincarnazione di San Gabriele Arcangelo. Ma ha l’infernale vizietto di plagiare le bambine al punto di farsi fare i “servizietti”, singolarmente o in gruppo, dalle bambine costringendole a quelle manovre che ama tanto e nel modo più sporco.

     Per proteggersi, fa firmare alle giovanissime ragazze una lettera nella quale si dichiarano consenzienti e perfino innamorate di lui. La vicenda, secondo gli inquirenti, andrebbe avanti da almeno venticinque anni.

     L’Operazione della Polizia si chiama “Operazione 12 apostoli” ed una delle tre presunte procacciatrici sarebbe moglie di un deputato eletto al Parlamento regionale sotto varie siglie, tutte centriste, tutte approdate, però, a sinistra perchè i 5.000 adepti sottoposti al dominio psicologico del “santone” spiegherebbero ben altre porcherie, quelle elettorali, e si pensa che a beneficiare dei pacchetti di voti siano i due figli del “santone”, Daniele e Salvo, sempre candidati alle assemblee territoriali: assessore provinciale il primo, poi consiglieri comunali in momenti diversi a Catania, sempre centristi e poi approdati al Pd , si dice, con Daniele Vice dei cosiddetti ” Liberal Pd” dell’attuale Sindaco di Catania.

     Si presentano seguaci di Dio per meglio FREGARE IL POPOLO!!!                                                                             

 

Pubblicato in Seguaci di Dio o di Satana? | 4 commenti

CARO PISAPIA CHE DELUSIONE!!!


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

    

    

(L’ABBRACCIO PISAPIA-BOSCHI)

    La prima, la più grave delusione da chi era stato eletto Sindaco di Milano come uomo di SINISTRA, era stata la sua professione di “RENZISMO” quando, inopinatamente, tradendo i principi della COSTITUZIONE vigente, hai annunciato che al REFERENDUM COSTITUZIONALE, quello che al Pd è costato ben 14 milioni,  dei quali 7.767.000 sono ancora da versare ai fornitori mentre i dipendenti del Nazareno sono preoccupati per il loro futuro e temono che Renzi voglia addirittura azzerare il partito, AVRESTI VOTATO “Sì”. Avessi avuto il decoro di stare almeno zitto!

     Mi e ti chiedo MA VERAMENTYE AVEVI LETTO GLI SPROLOQUI DELL’EX MINISTRA RENZIANA CHE IERI HAI AVUTO ANCHE IL CATTIVO GUSTO DI ABBRACCIARE IL PUBBLICO e con il quale hai fatto ancora un passo verso DESTRA, uno dei tanti, giustificando malamente con un lungo comunicato in politichese, senza vergognarti, hai fatto saltare l’incontro…

View original post 44 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | 1 commento

UN ATTO DI ASSOLUTA ONESTA’!


 

    

La borsa dimenticata sulla panchina

 

         Nel corso di una piccola escursione lungo i sentieri di Passo Gardena (BZ) un turista ha trovato, abbandonata su una panchina, una borsa da donna che conteneva, oltre ai documenti della proprietaria,anche 2.ooo euro in contanti ed un assegno TRASFERIBILE di 20.000 euro.

        L’uomo, piuttosto emozionato, ha chiamato subito i Carabinieri i quali sono riusciti a rintracciare la proprietaria della borsa e del piccolo “tesoro”.

     La donna, ancora incredula ed emozionatissima, non ha trattenuto le lacrime ringraziando sia il turista che i militari dell’Arma. 

    

Pubblicato in un atto di rara onesta'! | Lascia un commento

“””GENERALE””” DI FRANCESCO DE GREGORI UN TESTO DI LAMPANTE ANTIMILITARISMO.


  

Oggi, mentre eravamo insieme a pranzo, Johannes – farmacista in Malles Venosta ed amico da moltissimi anni, mi chiese se conoscevo la canzone “””Generale””” di Francesco de Gregori che avrebbe scritto nel 1968 mentre era proprio in questa ridente cittadina come militare di leva, pacifista e lampante antimilitarista.

     Conoscevo l’autore ma non conoscevo la canzone e, sollecitato a farlo, ho fatto le mie ricerche su internet ed ho trovato il testo della canzone, molto lungo, e dai contenuti che valevano allora come valgono ancora oggi.

     L’autore ha anche descritto un angolo antichissimo di Malles, la collina di Tarces, un angolo che invita alle riflessioni ed alla meditazione sui fatti della vita.

    Non l’ho ancora comunicato all’amico Johannes ma sicuramente sarà contento di aver risolto questo che era per entrambi una notizia sconosciuta. Lo informerò tra pochissimi minuti.

    Ho tolto il mi piace perchè, a mio avviso, è più adeguata una riflessione per chi avesse qualcosa da dire sull’argomento in un Paese in cui si spendono facilmente, a cuor leggero, decine di miliardi per comprare gli F35, le bare volanti che nessuno vuole perchè, dicono, non possono volare quando piove e non si sa a fare la guerra o “la guardia” ai beni di chi ma nè l’ex presidente del Consiglio, nè l’allora ed attuale ministro della difesa (o della guerra?) ci danno spiegazioni adeguate.

     Noi sappiamo però che le stesse cifre servirebbero meglio per cose più utili quale la difesa, ad esempio, del nostro territorio e per mettere in sicurezza le scuole che crollano a pezzi spesso sulla testa degli studenti.                                                                                                 

Pubblicato in Pacifismo ed antimilitarismo ieri ed oggi | Lascia un commento