QUANDO ANCHE NELLE TV PRIVATE SI TAROCCANO I TEMPI ASSEGNATI AI CONTENDENTI CHE DIBATTONO PER FARE VINCERE RENZI! VERGOGNOSAMENTE!


    voto-no-fattodavoi-900x407

     Giovedì 22 settembre ho assistito al dibattito tra Matteo Renzi e Marco Travaglio su “Otto e mezzo” su La7, condotto da Lilli Gruber. Una cosa vomitevole!

     Se avete voglia e tempo, potrete assistere anche voi al siparietto della Gruber per allungare i tempi concessi generosamente a Renzi ed interrompere, invece, Marco Travaglio i cui tempi diventavano sempre più ridotti, basterà vedere il seguente video:

 

      Ho condiviso incondizionatamente le argomentazioni di Marco Travaglio e tutte le sue annotazioni, le stesse che negli ultimi tre giorni, 27-28 e 29 settembre, con 4 pagine aggiuntive hanno costituito la copertina di “il Fatto Quotidiano” di cui Travaglio è, appunto, direttore responsabile, uno di quelli che non concede sconti a nessuno, simpatico o antipatico che sia, cioè, riesce a separare i fatti dalle opinioni e sottolineare, quando gli è concesso spazio, chi sono i venditori di fumo ed i truffatori della buonafede dei cittadini, gli arrampicatori sociali tramite la politica.

      Ecco, più o meno integralmente, le annotazioni di Marco Travaglio per spiegare perchè i cittadini onesti ed in perfetta buonafede dovrebbero votare “””N O“”” al referendum costituzionale del 4 dicembre.

     Ecco anche perchè 

voto-no-fattodavoi-900x407

                                                  *******************************

NO   Un Parlamento incostituzionale ha riformato la Costituzione e la legge e             la legge elettorale a colpi non di maggioranza ma di minoranza                               travestita da maggioranza grazie al premio abusivo del “Porcellum, già               dichiarato incostituzionale dalla Consulta.

NO    Questa riforma elettorale e quella Costituzionale non erano nel                              programma elettorale del Pd sottoposto agli elettori del 2013 che                           hanno dato vita alla maggioranza parlamentare il-le-git-ti-ma ma dal                   governo Renzi, per grazia ricevuta da Giorgio Napolitano, mentre il                     programma del Pd prevedeva una legge elettorale che restituisse ai                      cittadini il potere di scegliersi i propri rappresentanti in Parlamento e                l’applicazione corretta ed integrale di quella Costituzione definita                          ripetutamente “la più bella ed avanzata del mondo”.

NO   Il governo ha costretto le Camere ad approvare le sue “riforme” con ogni          sorta di minacce ed imposizioni alle minoranze: l’abuso della questione              di fiducia; rimuovendo dalla Commissione Affari costituzionali i                            senatori diffidenti; i “canguri” e i “supercanguri-taglia emendamenti, col           beneplacido  dei presidenti di Camera e Senato espressi entrambi dalla               maggioranza renziana.

NO   La riforma della Costituzione è stata approvata grazie a ricatti politici                 (se non passa la riforma, cade il governo o si sciolgono le Camere e chi si            è opposto non sarà ricandidato) e grazie al trasformismo di 325 passaggi           da un partito all’altro, quasi sempre dall’opposizione alla maggioranza,              nei soli due anni della legislatura.

NO    Matteo Renzi ha spacciato il referendum oppositivo, riservato dalla                      Costituzione alle opposizioni nel caso fosse approvata dai due terzi del               Parlamento, per una gentile concessione del governo alle minoranze e ai           cittadini. Una delle tante truffe!

NO    I risparmi col nuovo Senato sono irrisori, una quarantina di milioni                    all’anno, senza contare i rimborsi spese per sindaci e consiglieri                            regionali provenienti da ogni parte d’Italia. Tutto il Senato costa 540                    milioni all’anno. La sua riforma ne farà risparmiare meno di 40. Per                    risparmiare la stessa cifra sarebbe stato sufficiente decurtare del 10%                  lo stipendio complessivo di deputati e senatori, senza toccare la                              Costituzione.

NO    Per tagliare davvero i costi della politica, si sarebbe dovuto abolire il                    Senato (che costa 540 milioni all’anno) e dimezzare il numero di                            deputati e i loro emolumenti. Oppure mantenere Senato con poteri                      diversi  e dimezzare sia i deputati che i senatori, sia i loro emolumenti.

NO    Il nuovo Parlamento sarà formato da membri in gran parte non eletti                 dai cittadini ma nominati dalla “casta”.Con l’Italicum, la nuova legge                   elettorale: i 2/3 dei deputati, con il meccanismo dei capilista bloccati e i              senatori scelti dai Consigli regionali e dal Capo dello Stato.

NO    Alla Camera, cioè nel ramo dominante con l’Italicum, si prevede un                      abnorme premio di maggioranza al partito più votato.  Anche se questo              rappresenta il 25% dei votanti, si accaparrerà il 54% dei seggi. Premio                  di minoranza, non di maggioranza, ignorando la sentenza della Corte                  Costituzionale sul Porcellum.

NO    Con l’Italicum, alla Camera ogni capolista potrà candidarsi in 10                           circoscrizioni come specchietto per le allodole, sapendo che sarà eletto               in tutte e 10 senza prendere un voto ma, ma, non potendo sedere su 10                poltrone, sceglierà per sè ed ingannare gli elettori delle altre                                    circoscrizioni . Un trucco: sarà il capolista, con il giochino delle                              rinunce, a decidere chi fare eleggere e chi sacrificare, secondo il livello                di fedeltà a se stesso ed al boss capopartito!

NO    Grazie al combinato disposto tra riforma Boschi e nuova legge                                elettorale, il presidente del consiglio potrà scegliersi il Presidente della              Repubblica ed anche i membri della Consulta e del Csm di nomina                         parlamentare, nonchè l’amministratore ed il Cda della Rai.

NO    Sempre grazie al combinato disposto riforma costituionale-Italicum, il                presidente del consiglio potrà cambiare la Costituzione a suo                                  piacimento ogni volta che vorrà e ciò determinerà un “premierato                        assoluto e permanente” incompatibile con la Repubblica parlamentare              PREVISTA DALLA PRIMA PARTE DELLA COSTITUZIONE che Renzi&C              dicono di non voler cambiare. Altra truffa!

     Questa si chiama chiarezza. Questa si chiama lealtà con i cittadini!

     Non farti fregare dalle truffe del “parolaio” di Rignano sull’Arno.

    Oggi sei informato ed, a tua volta, potrai informare anche gli altri, coloro che non dispongono dei mezzi e del tempo per essere informati e sono ingannati dalla stampa di regime e dalla Rai-Tv di Stato occupata da Renzi e dai suoi amici pagati profumatamente anche violando la legge.

   Ma sei già stato ingannato anche vergognosamente e rozzamente dall’Ambasciatore americano in Italia che si è ritenuto in diritto di occuparsi di cose che non lo riguardano , nel silenzio assordante del presidente della Repubblica che non ha avvertito la gravità di chi considera l’Italia una colonia americana; dal presidente di confindustria che ha già ruicevuto da Renzi come regalo la defiscalizzazione che non ha prodotto nemmeno un solo posto nuovo di lavoro; dal Padrone della Philips Morris e, buon ultimo, dalla multinazionale del farmaco “Roche”  che è pronta a giurare che VOTANDO SI ALLA RIFORMA BOSCHI SI GUARIRA’ DA OGNI MALATTIA! ANCHE DALLA DITTATURE CAMUFFATE DEI CAMALEONTI!!!

voto-no-fattodavoi-900x407

                                           

                                                                                                                                   

Pubblicato in VOTERO' NO | 3 commenti

QUANDO UN GOVERNO GUIDATO DA UN PRESUNTUOSO ARROGANTE FALSARIO PROGRAMMA IL REFERENDUM IN MODO TRUFFALDINO VIVIAMO ANCORA IN UNA DEMOCRAZIA PARLAMENTARE O LA NOSTRA E’ GIA’ UNA DITTATURA CAMUFFATA?


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

voto-no-fattodavoi-900x407

       Anche in politica non è ladro solo chi ruba ma anche chi regge il sacco!

   Renzi è un arrogante ladro di verità e giustizia che approfitta della buonafede e della dabbenaggine degli Italiani  ai quali, attraverso un esercito di voltagabbana e di complici prezzolati, vende merce avariata con l’improntitudine  che caratterizza i venditori di pentole e tappeti taroccati nelle fiere di paese.

   L’ultima televendita di Matteo Renzi, che ha utilizzato già tutte le promesse mancate utilizzate da Berlusconi, è quella del “Ponte sullo stretto di Messina” come se i Siciliani ed i Calabresi onesti non sapessero chi possa avere interesse a raccogliere per vera questa colossale balla che è già costata e non poco alle casse dello Stato ed è già servita a fare lievitare, da quando governa Renzi, il già disastroso debito pubblico.

   Ai Siciliani non è certamente il ponte che manca…

View original post 736 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | 4 commenti

QUANDO UN PALLONE GONFIATO RISCHIA DI SCOPPIARE! DI RABBIA!


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

       

      Ricordate la mini crociera  del 22 agosto scorso su una portaerei nella acque di Ventotene, al largo delle Isole Pontine?

   Fu lì che Renzi disse agli attoniti ospiti che, con lui,  formavano il “Triunvirato di cartone”, Merkel ed Hollande, “””Si torna a Ventotene per ripartire con l’Europa dei valori e della cultura – senza, naturalmente essere in grado di precisare di quali valori e quale cultura – . Compitodell’Europa – aggiunse – è quello di rendere più bello il mondo”””  dimostrando di non avere mai letto nemmeno una sola riga del “Manifesto di Ventotene” e senza, forse, avere mai sentito parlare, prima di essere al governo, dei patrioti che lo hanno scritto, Altiero Spinelli

                                   altiero-spinelli   

Ernesto Rossi

ernesto-rossi

           …

View original post 225 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | Lascia un commento

RITORNO AD ESSERE PRESENTE NEL MIO BLOG ED INSIEME A VOI TUTTI!


    Oggi per me che ritorno a scrivere nel mio blog, è una giornata importante perchè, a breve distanza l’una dall’altra, siamo invitati a ricordare la nascita di due grandi Uomini politici italiani: oggi il centenario della nascita di Aldo MORO e tra due giorni, il 25 settembre, i 120 anni della nascita di Sandro PERTINI.

aldo-moro

sandro-pertini

   

     Entrambi gli anniversari hanno provocato dure polemiche. Quello di Moro da parte della sua figlia primogenita Maria Fida

mariafidamoro

 che ha scritto al presidente Mattarella una lettera affatto diplomatica, a tratti molto dura:  

“””Gentile signor Presidente, oggi 23 settembre2016, è il centenario della nascita di mio padre Aldo Moro, proprio il giorno giusto per indirizzarle questa lettera aperta, scritta in chiave di dolore, che non chiede niente, ma si limita ad annotare dati di fatto, che accrescono una sofferenza già di per sè inaudita.

  Lei sa bene  che Aldo Moro aveva quattro figli e che io ero la primogenita. Eravamo, lei ed io, parlamentari della X legislatura e questo fatto di essere la figlia maggiore di mio padre era nota a tutti.

    Dopo di me, c’è la secondogenita e seguono i due fratelli minori, gli unici che lei ha ricevuto al Quirinale dando loro la possibilità di prendere parte all’organizzazione delle celebrazioni per il centenario della nascita di nostro padre.

     Da fonti pubbliche si sa che i due fratelli minori  hanno avuto accesso, con il suo beneplacido,alla stragrande maggioranza dei fondi stanziati dallo Stato italiano per le suddette celebrazioni.

    Quest’ultimo aspetto non mi interessa perchè ritengo, in coscienza, che lo Stato avrebbe fatto meglio ad usare quel denaro per aiutare persone in estrema difficoltà  agendo nel nome di Aldo Moro , e sarebbe stato un gesto nobile e giusto. Avrei invece voluto, questo sì, che lo Stato avesse previsto un piccolo francobollo celebrativo come ricordo della data del 23 giugno 1916! Inoltre sarebbe stato ragionevole che anche io avessi avuto voce in capitolo, insieme a mio figlio Luca, l’unico nipotino che mio padre abbia fatto in tempo a conoscere ed amare e che egli stesso definiva “adorato” e “luce” dei suoi “occhi”.

  RICORDO con grande rammarico e nostalgia la squisita delicatezza istituzionale dimostrata da Sandro Pertini quando, all’atto della propria elezione a Presidente della Repubblica, dichiarò che al suo posto avrebbe dovuto esserci Aldo Moro, mio padre.

   Signor Presidente, mi permetta una precisazione sull’attribuzione alla  Sua figura politica dell’appellativo “moroteo” in occasione della sua elezione alla carica che ricopre. Io non credo che siano mai esistiti dei morotei, altrimenti mio padre non sarebbe morto in solitaria in quella maniera terribile. Ma il punto è che non si può prescindere dalla morte di Aldo Moro  e dalla sua vita, indissolubilmente legate alla storia, anche a quella più recente, del nostro Paese e dell’Europa”””.

   La lettera prosegue e si chiude con altre annotazioni più private e delicate e citando Platone ed una sua affermazione “la vera tragedia è quando gli uomini hanno paura della luce”.

  Quanta dignità e quanta amarezza in questa lettera che non posso nascondere di avere molto apprezzato anche per avere ricordato come la morte di Moro si sia legata storicamente ed emotivamente all’elezione di Sandro Pertini!

   Già Pertini ed i centoventi anni dalla sua nascita e l’affermazione di  Mario Almerighi,

almerighi-pertini-copia-1

l’ex pretore d’assalto,  che guida l’associazione “””Sandro Pertini Presidente””” e che polemicamente, con qualche ragione credo,  ha affermato “””AMATO NON PUO’ CELEBRARE PERTINI”””.

   La materia del contendere sono le celebrazioni del centoventesimo anniversario della nascita di Pertini in programma tra Genova, Savona e Stella, paese natale di Pertini. L’appuntamento dovrebbe essere caratterizzato dalla “””Lectio magistralis”””  di Giuliano Amato e ciò ad Almerighi non va proprio giù: “””PERTINI ERA UN UOMO CON IDEALI RADICATI NEI VALORI DELLA COSTITUZIONE CHE AVEVA CONTRIBUITO A VARARE. AMATO NEL PSI ERA PIU’ VICINO A CRAXI CHE A PERTINI”””.

   Le celebrazioni dureranno 5 giorni e ci sarà anche il presidente Sergio Mattarella con la presenza massiccia della Regione di Giovanni Toti che organizza l’evento e sarà presente a tre incontri e la sua assessora alla cultura, Ilaria Cavo a 4. Almerighi teme, non a torto, il rischio di strumentalizzazioni  e Valdo Spini ricorda come Pertini avesse sollevato la questione morale nel Paese e nel PSI, il suo partito, e come ricevendo alla Camera,  i Pretori che allora indagavano l’allora presidente della Camera disse loro: “I MIEI COMPAGNI RUBANO! ANDATE AVANTI!”  Tutto era cominciato con lo scandalo petroli. Non è stata, ed io credo non sarà l’ultima volta! La corruzione oggi è più arrogante e palpabile, a vista, senza ritegno e con tutti i modi possibili e nel silenzio di una opinione pubblica muta perchè inesistente e dei grandi giornali e della TV di Stato silenti, acquiescenti e, sicuramente,  complici.

      Ecco perchè sono orgoglioso di riprendere a scrivere oggi parlando di due grandi uomini MORO e PERTINI! 

                                                                

                                                                                

                                                                                                                                                                                                                                                                  

Pubblicato in Onestà - Lealtà - | 5 commenti

SUPPORTO S STILUS PER GALAXY – J 5.


housse-etui-pour-samsung-galaxy-j5-make-mate-leather-double-window-flip-4   housse-etui-pour-samsung-galaxy-j5-make-mate-leather-double-window-flip-4

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | Lascia un commento

LO STRANO CONCETTO DI DEMOCRAZIA DEL SINDACO PD DI BORGARO TORINESE.


PROFUMO DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'

                                           claudio-gambino-604679-SINDACO RENZIANO DI BORGARO TORINESE

     Da non credere lo strano concetto di democrazia sostenuto dal  sindaco di Borgaro Torinese, appartenente al Pd  e “renziano” di ferro!

     Questo strano sindaco, democratico a modo suo, Claudio Gambino, dopo aver sostenuto che nel suo paese “””con il campo nomadi c’è una situazione tale””” che è necessario garantire la sicurezza dei cittadini sugli autobus, tra le innumerevoli soluzioni possibili, ha commentato un’amica italo-francese informata del fatto,  non ha trovato di meglio che decidere,  “democraticamente”, come  unica cosa da fare l’istituzione, per lo stesso autobus di due linee separate, testuale, : “””UNA PER I CITTADINI senza la fermata vicina al campo rom, e L’ALTRA PER I ROM”””, che sottinteso, CITTADINI NON SONO!!!

      Speriamo che li consideri almeno PERSONE! ESSERI UMANI!!!

 …

View original post 278 altre parole

Pubblicato in TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE | 1 commento

AVVISO AI NAVIGANTI.


    INFORMO CHE DOPO CIRCA 3 MESI DI INATTIVITA’ DELL’IMPIANTO INTERNET SU RETE FISSA ALIMENTATO INVECE CON CHIAVETTA TIM, AL RIENTRO AL DOMICILIO SI STANNO VERIFICANDO ALCUNI INCONVENIENTI SUI COLLEGAMENTI CHE RICHIEDERANNO UNA VERIFICA TECNICA IMPEGNATIVA.

    SPIACENTE DELLE DIFFICOLTA’ CHE INCONTRERO’, VI PREGO DI VOLER PAZIENTARE E SALUTO TUTTI CON VIVISSIMA CORDIALITA’.

       CIAO.20160811_101530

Pubblicato in L'estate è ormai quasi finita a parte ancora qualche scampolo di timido bel tempo! | 4 commenti

INTERESSANTE INTERVENTO DI BIANCA BERLINGUER INVIATOMI DA UNO DEI CANALI AI QUALI SONO ISCRITTO A YOUTUBE.


     DICE BIANCA BERLINGUER “””NON CI SI CANDIDA SENZA UN PROGETTO  POLITICO“””.

            Questo che tu hai detto vale solo per le persone perbene. Gli avventurieri, uno dei quali guida il tuo Pd,  e Governa senza avere mai ricevuto un mandato popolare ma solo quello del suo suggeritore Napolitano che tuo padre conosceva molto bene e certamente non amava, non segue mai una regola del genere. Solo così può sempre dire e fare TUTTO ed  IL CONTRARIO DI TUTTO.

Pubblicato in www-QUALCOSA DI SINISTRA.IT - MA VALE SOLO PER LE PERSONE PERBENE! | Lascia un commento

MALLES VENOSTA DOVE LA CULTURA E’ SEMPRE ALL’ORDINE DEL GIORNO!


       Da alcuni giorni, i muri e le strade del centro di Malles sono una festa di Farfalle dipinte con i più svariati colori. La cittadina dopo il ferragosto, annuncia l’annuale  intrattenimento culturale. Per il 2016, si tratta  di ospitare il 15° Simposio internazionale su Zygaenidedae dal 12 al 17 settembre.

    Si tratta di un avvenimento importante per questa cittadina la cui notorietà ha varcato i confini nazionali e persino quelli europei per spingersi anche in altri continenti come l’UNICO COMUNE D’EUROPA CHE HA PROIBITO, PER REFERENDUM POPOLARE, L’USO DEI PESTICIDI NELL’AMBITO DEL TERRITORIO COMUNALE.

           L’importanza del simposio si comprenderà meglio ove si pensi che a causa dell’uso dei pestici, a livello mondiale, le farfalle stanno scomparendo insieme a tutti gli altri insetti.    

             Per le strade della cittadina di Malles  si possono osservare riprodotte farfalle di ogni colore.

20160906_10094520160906_10093120160906_10080120160906_10084020160906_100819

schmetterlingsbroschure_ds_screen

                  plakat-a4-2-deu-itaschmetterlingsbroschure_ds_screen                        

N.B.: CLICCANDO SUI DUE INDIRIZZI RIPORTATI SI POTRA’ ACCEDERE ALLA PRESENTAZIONE ED ALLA LETTURA – ANCHE IN ITALIANO – DEL PROGRAMMA COMPLETO ILLUSTRATO DELLA SETTIMANA DEL SIMPOSIO.

Pubblicato in Viva le farfalle! | Lascia un commento

LA FOTO DEL GIORNO.


L'Ortles innevato

          Stamani, acceso il PC, appena aperta la posta, ho avuto la piacevole sorpresa di trovare questa stupenda foto, molto simile a quella scattata da Tubre, dove abita, il mio amico giornalista Fredrich.

             

Pubblicato in Stupenda immagine dell'<Ortles innevato | 6 commenti