GLI INCIVILI LEGHISTI ALLA DERIVA!


                                           (Prototipo leghista al Parlamento europeo)

     Nei giorni scorsi abbiamo assistito alla cafonesca recita a soggetto dei rozzi parlamentari leghisti che hanno trasformato le aule del Parlamento italiano nella curva di uno stadio durante una partita di cartello.

     Abbiamo ritrovato ieri i loro epigoni a Reggio Emilia, sguaiati e rumorosi, a contestare il presidente del Consiglio Monti alla cerimonia per il 215° anniversario del TRICOLORE, immemori che il loro partito, quasi ininterrottamente per 17 anni, ha tenuto bordone a ladri e delinquenti, caste e cricche, cattopiduisti e fascisti, evasori ed esportatori di capitali all’estero, partecipando in prima persona alla greppia sia della politica romana che a quelle regionali, provinciali e comunali e sistemando le proprie discendenze, mogli – figli – fratelli – nipoti, e rendendosi corresponsabili della rovina ecnomica, morale e civile dell’Italia.

     Oggi li troviamo protagonisti di un altro barbaro campionario di incivile linguaggio razzista e di incitamento all’odio razziale, un reato previsto dal Codice Penale italiano attraverso le cui maglie spesso, in passato, sono riusciti a sfuggire.

    Su Facebook è comparso, infatti, un gruppo definito, molto elegantemente “””CAZZATE AD ALBENGA 2″”” nel  quale un membro dello stesso ha riportato la notizia che un cittadino marocchino aveva subito una rapina da parte di un connazionale e concludeva il proprio intervento con l’espressione “””FECCIA BASTARDA COSA SUCCEDERA’ QUANDO SMETTERANNO DI SCANNARSI TRA DI LORO???”””

     Non è sembrato vero al consigliere comunale leghista di Albenga, tale Marco Aicardi, forse con la speranza di fare carriera nelle gerarchie politiche della Lega, di aggiungere alla notizia la sua personale chiosa: “””Servono i forni“”” in perfetta aderenza alla linea dettata dal manifesto leghista che, alla chetichella, è stato affisso, di notte, sui muri di paesi e città del nord     La notizia scandalosa, ripresa stamani dal Corriere della Sera, ha creato subito un parapiglia al quale ha partecipato, per difendere l’Aicardi, anche il sindaco leghista di Albenga, Rosalia Guarnieri, la quale avrebbe dichiarato “””Questo feroce attacco nei confronti del nostro consigliere è eccessivo, strumentale e ingiustificato. Aicardi non è razzista, nè violento ma un padre di famiglia, un individuo leale e sincero”””.

     Certo che come ottimo padre, chi sa che cosa insegnerà ai propri figli per farli uscire dalle caverne dove il razzismo leghista li ha sino ad oggi rilegati!

     Fatto è che il consigliere leghista di Albenga, evidentemente ben consigliato, nella speranza  forse di cancellare anche il reato commesso che, invece, resta in tutta la sua gravità, si è subito affrettato a rimuovere il suo commento dal network affermando che il suo commento “””Non voleva essere razzista nè discriminante , ma semplicemente un modo brusco e provocatorio da me e da molti cittadini nei riguardi della presenza a piede libero di criminali, pregiudicati e clandestini, di qualsiasi origine e razza”””. La toppa peggio del buco! Quando non si conosce la lingua italiana succede di non sapere che tra i propri ministri, per fortuna usciti, c’è anche qualche pregiudicato!

     Nessuna meraviglia per l’ignoranza del consigliere! La responsabilità, morale e politica, resta, comunque, a chi li ha avuti compagni di governo ed ha sempre sottovalutato la loro vena razzista, nazista e populista ma anche di chi non ha saputo alzare la guardia, opposizioni – stampa – istituzioni a custodia della legalità e della Costituzione, permettendo loro di elevare sempre di più il livello delle provocazioni e tollerando che il ministero degli interni fosse affidato ad un condannato in via definitiva per reati commessi a danno di membri della Polizia di Stato. UNA COSA VERGOGNOSA che ha fatto ridere tutto il mondo dando anche la misura della serietà degli Italiani!!!

     Personalmente, mi chiedo se al Presidente della Repubblica quando firmava quel decreto di nomina NON GLI TREMASSE LA MANO per la vergogna! Almeno questo!                                                         

                                            

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, EVERSIONE ED EVERSORI, Legalità. Contrassegna il permalink.

6 risposte a GLI INCIVILI LEGHISTI ALLA DERIVA!

  1. strangethelost ha detto:

    Caro Osv, ti chiedi come mai i loro ex alleati cioè i furfanti del PDL non si siano mai accorti dell’ignoranza e della cafoneria di quelli della Lega! Invece io credo che sapessero benissimo chi fossero ma la loro alleanza ( o complicità) era importantissima per l’ottavo nano,sennò come avrebbe fatto a governare per 17 anni se non avesse avuto questi maiali leghisti come alleati ??
    Su Splinder avevo una cosiddetta amica che ho scoperto leghista fino al midollo e forse gni tanto si scordava che io fossi Siciliana e ripeteva a pappagallo le frasi razzista dell’umberto,un paio di volte gliele ho cantate e l’ho zittita,poi appena ho traslocato su iobloggo è venuta a cercarmi,l’ho accettata come amica perchè non mi piace umiliare le persone ( anche se lei lo avrebbe ampiamente meritato ) ma non sono mai stata a commentere sul suo blog!
    Poi mi sono trasferita definitivamente su WP e qualcosa forse ha capito perchè non è più venuta a cercarmi (finalmente ) !!
    Un caro saluto. Liù

    • cordialdo ha detto:

      Ciao, Liù. La mia era solo una domanda retorica. So benissimo perchè quei figuri fossero indissolubilmente legati gli uni all’altro e viceversa. Qualche volta la storia ed anche, come in questo caso, la cronaca ristabilisce e rende chiara la verità delle cose in modo tale che tutti, anche coloro che sono stati abbagliati, riescano a capire di essere stati ingannati da una banda di delinquenti.
      Ti scriverò una mail perchè devo dirti una cosa a proposito di una tua foto che usavi in un altro blog prima di arrivare in WordPress. Buon pomeriggio. Un abbraccio.

  2. mizaar ha detto:

    i razzistoni investono i soldi di roma ladrona in titoli della tanzania: http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-ca2d8480-04a4-45a9-8817-d12803628c25.html notizia fresca di giornata! come dire: tra il dire e il fare… c’è la convenienza!

    • cordialdo ha detto:

      Sì, la notizia l’ho letta stamani su la Repubblica. 10 milioni, di cui 7 solo nell’ultima settimana del 2011, arrivati soprattutto attraverso il finanziamento pubblico dei partiti, una vergogna sulla quale i cittadini italiani avevano detto no con un referendum!
      La somma complessiva dell’ultima settimana 2011 sarebbe stata investita: 4,5 milioni in un fondo con base in Tanzania, circa un altro milione abbondante a Cipro e, più o meno la stessa cifra destinata all’acquisto di corone norvegesi.
      Questi sono i leghisti: gli unici che non l’hanno capito sono i loro ignoranti elettori ai quali, all’epoca, sono stati rubati tutti i loro poveri risparmi investiti della loro “banca padana” “CREDIEURONORD” la cui bancarotta lasciò sul lastrico tanti poveri cristi mentre Bossi e soci continuava a banchettare a Roma e non solo! La figura dfi m…a l’ha fatta Maroni che ha dichiarato alla stampa che non ne sapeva niente! Non sapeva o questa è stata la sua parte in commedia?

  3. Donatella ha detto:

    La civiltà di un popolo si misura anche dal suo grado di tolleranza. Ma questi “signori” a quanto pare non hanno nemmeno paura di perdere la faccia. Concordo con Teresa per proporre un uso più appropriato dei forni!! Non è molto ortodosso ma finalmente ci aiuterebbe a liberarci di loro!!
    Ciao Osvaldo, buona serata

  4. Teresa ha detto:

    Per usare un eufemismo diciamo che sono incivili…..
    Se io, invece, dicessi che i forni servirebbero per loro, qualcuno mi accuserebbe di esser razzista?
    Buon pomeriggio Osvaldo…

I commenti sono chiusi.