L’ITALIA ALLA ROVESCIA, SOTTOSOPRA!


    In questi ultimi tempi, lungo l’Italia, dal Colle più alto di Roma sino alle estreme periferie del nord delle Alpi e del sud del Paese, si diffonde un fetore insopportabile che la stragrande maggioranza dei cittadini non avverte ancora perchè abituata all’olezzo ventennale precedente.                                                             

     Abbiamo un governo non eletto che non solo non rappresenta i cittadini ma assume degli atteggiamenti vagamente dittatoriali quando, per bocca del presidente del Consiglio Monti, a Piazza affari, e, stasera, del ministro del lavoro, nel silenzio generale della stampa e dei partiti, ha potuto affermare che i provvedimenti sul lavoro in discussione negli stucchevoli ed inutili incontri bilaterali, saranno presentati “””CON O SENZA L’ACCORDO””” delle parti sociali

     Come dire che quella che avrebbe dovuto essere una trattativa tra il governo ed i sindacati che rappresentano i lavoratori è una semplice pantomima per prendere il popolo per i fondelli.

     Di rinforzo all’editto montiano, qualora ce ne fosse bisogno, il presidente della Repubblica, custode della Costituzione, da tempo ahimè tradita e vilipesa, sonoramente contestato a Cagliari, ha affermato che “SERVE UN WELFARE DIVERSO DAL PASSATO” ma, per non sporcarsi le mani, non ha dato alcuna indicazioned di come, a suo giudizio, dovrebbe essere.

     Questo sarebbe il meno. C’è un plurimputato che quasi quotidianamente offende e prende per i fondelli i magistrati, trasforma i corridoi del tribunale in sale di conferenza stampa e raduna i suoi fans davanti al Palazzo di Giustizia a gracchiare in suo favore ma il nostro presidente della Repubblica, che è anche presidente del Csm, si rivolge, ancora una volta ai magistrati per chiedere loro sobrietà, in pratica per chiedere loro di stare zitti, togliendo loro, praticamente, il costituzionale diritto ad esprimere il loro pensiero.

     Ed ancora, oggi abbiamo saputo che il presidente Napolitano, nel 2010, “motu proprio”, abbia insignito con la più alta carica onorifica mai concessa ad alcuno, “””CAVALIERE DI GRAN CROCE DECORATO GRAN CORDONE DELL’ORDINE DELLA REPUBBLICA ITALIANA””” Bashar al – Assad, lo stragista che, per mantenere il potere, bombarda i propri cittadini ed ha bombardato anche il centro multimediale di Homs dove, sotto le sue bombe di regime di decorato della presidenza della Repubblica Italiana, due giornalisti, il francese Remi Ochlik e l’americana Marie Colvin, ci hanno lasciato la vita.

     Personalmente, spero e chiedo che tale immeritata onorificenza gli venga subito revocata perchè la considero un oltraggio alla Costituzione italiana.

     Di rincalzo, con lo stile inconfondibile che, da sempre, ha caratterizzato gli industriali, sanguisughe dei lavoratori, il presidente Marcegaglia ha attaccato, piuttosto volgarmente, il sindacato il quale,a suo giudizio, proteggerebbe “Assenteisti cronici, ladri e fannulloni”.

     Alla signora Marcegaglia è cosa ovvia chiedere se abbia mai riflettuto su quanti ladri, fannulloni e buoni a niente esistano tra i suoi colleghi industriali ed anche quanti delinquenti tra loro speculano anche sui sistemi di sicurezza per i lavoratori, spesso condannandoli a morte certa. E meno male che c’è Guariniello!

     In questo clima per lui idilliaco, Monti ha attraversato l’oceano per essere ricevuto da Obama facendo finta di ignorare che è l’America ad avere bisogno dell’Italia per tenere in piedi la scricchiolante eurozona il cui crollo trascinerebbe nel baratro anche la potenza a stelle e strisce.

     E qui, c’è stata la presa in giro della copertina di TIME che l’Europa in piedi ha applaudito insieme ai partiti italiani reggicoda, scoprendo solo il giorno dopo che quella dedicata a Monti non era affatto la copertina ufficiale di TIME per gli USA ma era stata diffusa solo in Europa, Asia e Sud Pacifico mentre quella distribuita in America era dedicata all’amicizia dei cani: “Animal Friendships”!

     

     E Monti, poverino, a ringraziare quei mattacchioni di americani sgolandosi ad affermare che gli USA sono un buon modello per l’Europa, un mercato che funziona bene.

     Ma che le cose, per lui, per i membri del suo governo e per pochi altri, in genere parassiti della finanza e dell’economia, andassero bene e perchè lo abbiamo capito oggi dopo la pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi 2010 dei membri del governo quando abbiamo, letto, ad esempio, che il prof. Monti ha dichiarato un reddito complessivo di 1.515.744 euro che sarà rimpinguato dalla successiva dichiarazione in poi con il regalino della nomina di Napolitano, “prima della sua incoronazione (la Repubblica)” di altri 210mila euro all’anno per la sua nomina a senatore a vita con suono di campane e squilli di tromba.

     Vi sembra possibile che potesse venire accettata da questo governo di “poveracci”, che invidiano i pensionati con un reddito di 1.400 euro lordi al mese, la richiesta di attuazione dell’equità, contrabbandata per verità, di una vera patrimoniale?

     Non è stata anche questa una FURBATA da conflitto d’interessi? Noi non conoscevamo i loro redditi dichiarati ma Monti ed i suoi ministri miliardari li conoscevano benissimo e nessuno avrebbe potuto pretendere che si evirassero come chiedeva il geniale segretario nazionale del Pd  “MA ANCHE” il guastatore Walter Veltroni.

     In questi giorni, altri avvenimenti hanno avuto l’onore della cronaca. Tra questi l’intervista a Repubblica di Walter Veltroni che, immemore, dei danni già causati in passato,

(ricordate i suoi candidati preferiti alle ultime elezioni politiche?    Massimo Calearo, il migliore ed il più coerente

Matteo Colaninno

 e Pietro Ichino, il genio del diritto del lavoro,

Tre cervelli della SINISTRA DEMOCRATICA,  campioni veltroniani!),

ebbene, Veltroni continua a fare il “guastatore” all’ombra di Monti (il Fatto Quotidiano che gliene fa indossare i panni) e polemizzando con la maggioranza del suo partito (?) e, quindi, con i sindacati confederali sull’art.18 dello Statuto dei lavoratori.

     Veltroni che parla di lavoro senza sapere che cosa sia perchè non risulta  che abbia mai lavorato veramente in vita sua, ragione per la quale la                   sinistra aveva tirato un sospiro di sollievo quando pubblicamente e solennemente aveva affermato che si sarebbe ritirato a vita privata in Africa ed invece è sempre ancora qui a rompere gli zebedei, l’unica cosa che sa fare molto bene!

     Un altro argomento al top della cronaca è stato il festival di Sanremo per il quale la disastrata Rai, invece di fare cultura ed informazione, ha speso ben 18 milioni di euro con una perdita secca di 3,55 milioni di euro per far vedere ai guardoni del “popolo plaudente” la farfallina (qualcuno dice le farfalline) di Belen.

     La stessa Rai che ricorre ai contratti truffa dei giornalisti precari inquadrati come “consulenti”, “presentatori-registi” o “programmatori- registi ” per abbattere sia le tutele che le retribuzioni. La clausola contrattuale più agghiacciante è quella relativa alla “GRAVIDANZA” delle lavoratrici precarie all’atto della firma del contratto che prevede che se la lavoratrice rimane incinta, la Rai si riserva il diritto di sciogliere il contratto senza alcun indennizzo per la lavoratrice.

     Altrimenti dove troverebbe i soldi per pagare i tromboni di turno pagati a peso d’oro e per far vedere al volgo le farfalline di Belen?

     La chicca più ghiotta, riguarda il Vaticano. Infatti, secondo “Quaderni Socialisti”, “””LA FABBRICA D’ARMI PIETRO BERETTA Spa E’ CONTROLLATA DAL GRUPPO BERETTA HOLDING Spa IL CUI MAGGIORE AZIONISTA, DOPO UGO GUSSALLI BERETTA, E’ LO  I O R  (Istituto Opere Religiose)  LA BANCA DEL VATICANO!”.

     Come la metteranno con il sesto comandamento, “Non uccidere”, e con le grida di dolore di Woityla e di Ratzinger contro le guerre che insanguinano il mondo usando anche armi Beretta?                                                                                                                     

                                                                                 

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in ARROGANZA, Attualità, Cronaca, CULTURA, DEMOCRAZIA, DIRITTI E DOVERI, EQUITA', GIUSTIZIA, Legalità, MENZOGNE, Metodi mafiosi, Notizie e politica, POLITICA E AFFARI, RISPETTO E TUTELA DELLA COSTITUZIONE, SERIETA'. Contrassegna il permalink.

6 risposte a L’ITALIA ALLA ROVESCIA, SOTTOSOPRA!

  1. Ciao Osv.. ti auguro una buona serata..
    Barbara!

    "Mi piace"

  2. accantoalcamino ha detto:

    Ciao cordialdo, grazie, purtroppo pochi conoscono la vergogna 😦

    "Mi piace"

  3. lucianaele ha detto:

    Concordo pienamente.
    Buon pomeriggio,
    Luciana

    "Mi piace"

  4. semplice1 ha detto:

    Caspiterina!!! Sei stato auto-imbavagliato per qualche giorno ed eccoti pimpante a far “paiari i pira” a tutti! Non hai tralasciato nessuno!
    Che dirti oltre a condividerti su tutto? ..ogni giorno che passa aumenta la nostra indignazione, il nostro sgomento, la nostra sensazione di schifo e..pure la nostra impotenza. Si, caro Osvaldo, mi sento davvero impotente, sempre più impotente. I fenomeni di malaffare sono più grandi di noi..e tanto più subiamo passivamente tanto più si incancreniscono.Altro problema è che non abbiamo più chi ci rappresenti..il più pulito ha la rogna. Solo un miracolo potrebbe salvarci..
    Amaramente.. ti saluto.

    "Mi piace"

  5. Donatella ha detto:

    Niente da aggiungere se non che concordo in pieno!
    Un abbraccio e buona giornata

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.