LE MISTIFICAZIONI DI MARIO MONTI SULLA TORINO-LIONE E LA COMPLICITA’ DEL PD DI BERSANI.


Con la stessa coerenza con la quale, all’inizio della sua ignominiosa nomina a presidente del Consiglio di questo disastrato Paese in mano a ladri di stato, affaristi, opportunisti e manutengoli, aveva parlato di EQUITA’  (lo ricordate?) ed abbiamo avuto, invece, prova della sua disonestà intellettuale, qualche giorno fa, esattamente il 3 marzo, Mario Monti, col suo atteggiamento collaudato da “fuhrer2 A MEZZO SERVIZIO CHE GONFIA IL PETTO CON I DEBOLI, OPERAI E PENSIONATI, DISOCCUPATI E GIOVANI IN CERCA DI PRIMA OCCUPAZIONE, e diventa complice calabraghe con il suo predecessore “cainano” che pretende di ricevere gratuitamente le nuove frequenze TV e di continuare, in plateale conflitto di interesse, a governare la Rai attraverso i suoi “picciotti”, ha ribadito, retoricamente, la necessità del TAV in Val di Susa.

     Per giustificare la sua menzognera affermazione, l’eccelso professore, dall’alto dei suoi 72mila euro al mese, ha parlato di rilevanti benefici economici che ne deriveranno, di nuove opportunità di lavoro ed occupazione e, con lo stesso tono didascalico che fu già di Mussolini, quello che finì a testa in giù a Piazzale Loreto, e, molto più recentemente, del demagogo Berlusconi, ha aggiunto: “””Vogliamo lasciare andare dolcemente alla derriva, staccandosi dall’Europa, questa nostra penisola, rendendo così sempre più difficile  per l’economia italiana risalire, essere competitiva (…), consentire un maggior benessere sociale ed economico (…)?”””.

     Ma di quale competitività? Di quale benessere? parla quest’anima nera della finanza e delle banche la cui manovra ha già prodotto qualche decina di suicidi tra operai disoccupati, o licenziati, piccoli imprenditori senza credito che non sono in grado di pagare i propri dipendenti e pensionati che non sono in grado di comprarsi più nermmeno i generi di prima necessità per vivere?

     Ma lo sa il professorissimo dei miei stivali che con quanto si spenderà per bucare la montagna carica di amianto il Val di Susa si potrebbero, più utilment, metteree in sicurezza, una volta per sempre, i ben 6.633 comuni italiani in cui sono presenti aree a rischio idrogeologico per l’82% del totale?

     Ma lo sa che proprio il Piemonte governato, indegnamente per i brogli, dal nazi-leghista-razzista Cota, ha il maggior numero di comuni a rischio, ben 1049?

      Nonostante questi dati ufficiali del ministero dell’ambiente, Monti ha avuto l’ardire di affermare ancora che non esistono forti criticità dal punto di vista ambientale connesse al TAV e che, comunque, l’opera è ecologicamente compatibile. Ma si è guardato bene di dire chi gli avrebbe  fornito tali dati dal momento che le stesse società che hanno presentato il progetto hanno previsto che le perforazioni  per costruire il tunnel provocheranno  una perdita d’acqua che arriverà a 1040 litri al secondo, cioè 90 mila metri cubi al giorno. Con i conseguenti problemi alle falde acquifere che si abbasseranno ed all’agricoltura.

     L’altra bufala, una delle tante, di Monti è la creazione di nuovi posti di lavoro, cosa che, ovviamente, non è stato in grado di dimostrare. Mentre è facile prevedere che si possa creare nuova occupazione senza perforare montagne, inquinare con polvere all’amianto, confiscare terreni produttivi, distruggere boschi e manufatti ed asfaltare riserve naturali e che la manutenzione e la messa in sicurezza del territorio quell’occupazione la creerebbero sicuramente e farebbe certamente crescere il Paese.

     Secondo l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Consorzi), infatti, ogni milione di euro investiti in manutenzione del territorio produrrebbe 7 nuovi posti di lavoro. Da un semplice calcolo elementare, da scuola primaria, il Piano per la Riduzione del Rischio idrogeologico i cui progetti sarebbero immediatamente cantierabili ne creerebbero immediatamente 47.000.   Questa è competitività, non le balle, le truffe alla credibilità dei gonzi ed a vantaggio degli speculatori, dei tangentisti e dei ladri di cui Monti non vuole o non può parlare, ma ne parla la Corte dei Conti!!!

     A quanto detto ci sono ancora da analizzare i giganteschi conflitti di interesse del governo sul TAV. Monti, infatti non deve rispondere esaustivamente solo alla domanda senza risposta A COSA SERVE IL SUO TAV  ma anche e soprattutto A CHI SERVE IL SUO TAV?

     Nella spesa prevista di 23 miliardi di euro che, sicuramente, in corso d’opera raddoppieranno o triplicheranno come è sempre avvenuto, per ora sono note le infiltrazioni della ‘ndrangheta, i danni ambientali, i rapporti della Corte dei Conti e quelli della Commissione Antimafia.

     Sino ad oggi, nessuno parla. invece, nè la stampa sovvenzionata, nè i reggicoda del governo, dei giganteschi conflitti d’interessi all’interno del governo come, ad esempio, quello di MARIO CIACCIA, passato da Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, il braccio destro di BANCA INTESA SANPAOLO, dove PASSERA ERA AMMINISTRATORE DELEGATO a sua volta PER LE GRANDI OPERE e ci regalò il buco Alitalia, direttamente A VICEMINISTRO PER LE INFRASTRUTTURE CON DELEGA A DECIDERE SULLA TAV. O c’è forse qualcuno nel governo e nell’opinione pubblica, se esiste ancora, che pensa che le banche ed i propri dirigenti non abbiano alcun vantaggio a prestare fiumi di denaro a interessi platealmente superiori a quello dell’1% al quale lo ricevono dalla BCE? E’ forse per questo che Passera dice, come aveva fatto con l’Alitalia, fottendo i piccoli azionisti da 1000 euro, che la TAV DEVE ANDARE AVANTI?

     E’ pewr questo che Monti convoca i Consigli dei ministri per dire che il TAV  SI DEVE FARE?

     E il Pd, quello che per bocca del neosindaco di Torino, Fassino, chiedeva “””ALLORA ABBIAMO UNA BANCA?””” cosa fa? Per  proteggere i ladri di Stato ed i mafiosi, gli opportunisti, i corrotti ed i corruttori, privo del senso del ridicolo, caccia i propri militanti e persino i dirigenti?

     Una volta, ai tempi del PCI, venivano radiati o espulsi; oggi    il Pd “DETESSERA”, molto più elegante, chi si oppone alla costruzione della TAV, della linea ferroviaria Torino-Lione ma non ci dice quale sia la sostanza della motivazione. E meno male che si chiama DEMOCRATICO! Ne conosce il significato?

     E mentre Sandro Piano che era sul palco della FIOM a P.zza San Giovanni per dire la sua NO-TAV motivata, abitando ed operando come sindaco in Val di Susa, scrive una lunghissima lettera a Bersani, conscio del provvedimento che potrebbe colpirlo, Susanna tuttapanna Camusso, a 2 giorni dalla manifestazione FIOM, si affretta a dire sì alla TAV perchè” il Paese ha in disperato bisogno di investimenti”.  O è Camusso che, dopo aver sentito cosa dicevano i manifestanti lungo il percorso verso P.zza S.Giovanni, che ha un disperato bisogno di allinearsi ai desiderata di Bersani-Monti-Passera?

     Per meglio comprendere tutti i retroscena, gli inciuci, gli affari legati alla Torino-Lione degli amici degli amici del Pd e del Pdl, è sufficiente andare a verificare i preventivi di spesa.

     La Torino-Lione, solo per il tratto italiano ha presentato un preventivo iniziale di 2,5 miliardi di euro che, nel 2010, improvvisamente sono lievitati a 8 miliardi. Alla fine, secondo prassi, saranno almeno 20 i miliardi in gioco che potrebbero, addirittura, raddoppiare se si applicherà lo stesso moltiplicatore dei costi che c’è stato nelle altre zone.

     Intanto, Monti o Passera o il suo viceministro Mario Ciaccia ci dovrebbero spiegare come mai la Torino-Lione, se si farà, passerà solo per il 30% sul territorio italiano ma il nostro Paese pagherà il 57% dei costi? Già, chissà perchè. Perchè, Monti? Perchè Passera? Perchè Ciacci? Perchè Bersani?

      Sappiamo solo, non perchè ce l’ha detto Monti o Passera o Bersani, che nell’affare TAV troviamo, a spartirsi la torta, grandi amici e sostenitori del Pd, l’ex ministro Lunardie il tangentista Ligresti, amico storico di Silvio Berlusconi.

     Tra le società appaltatrici troviamo la CMC (Cooperativa Muratori e Cementisti) alla cui ultima assemblea dei soci abbiamo visto la foto di Enrico Letta seduto al centro del tavolo della Presidenza. Perchè? Del resto risulterebbe che anche Pierluigi Bersani sia stato nel Consiglio di Amministrazione di CMC, quindi società grande amica del Pd.

         (Ecco la foto. L’abbiamo trovata. E’ proprio Enrico Letta, l’originale, non è un sosia!)

     Sulla TAV Torino-Lione la CMC si è aggiudicata senza gara d’appalto, l’incarico di guidare il consorzio di imprese per la realizzazione del cunicolo esplorativo a Maddalena di Chiomonte per un valore di 96 milioni di euro. Inoltre dove c’è una grande opera c’è anche la CMC. Non sarà per caso frutto di spartizioni politiche? Chi lo sa !

     Troviamo, poi, la ROCKSOIL s.p.a di geoingegneria, fondata e guidata da Giuseppe Lunardi, ex ministro delle infrastrutture del governo Berlusconi e teorico di “””CON LA MAFIA BISOGNA IMPARARE A VIVERE”””, che ha ricevuto l’incarico da Rete Ferroviaria Italiana, ente di Stato, di progettare il tunnel di 54 km della Torino-Lione, valore 13 miliardi di euro.

     C’è poi IMPREGILO, la principale impresa di costruzioni italiana. E’ il General contractor del progetto Torino-Lione come lo era del ponte sullo stretto di Messina. Impregilo appartiene per il 33% ad Argofin del Gruppo Gavio, il cui titolare, Marcello Gavio, è stato latitante negli anni 1992-1993 in quanto coinvolto nella corruzione legata alla costruzione dell’autostrada Milano-Genova ma prosciolto per prescrizione del reato (una vera costante); per il 33% ad Autostrade del Gruppo Benetton, noto all’estero per aver sottratto quasi un milione di ettari di terra alla comunità Mapuche in Argentina e Cile; per il 33% all’Immobiliare Lombarda, Gruppo Ligresti, Salvatore Ligresti, condannato nell’ambito dell’inchiesta su Tangentopoli a 4 anni e 2 mesi e dopo la quale tornò tranquillamente a fare il costruttore, antico sodale di Silvio Berlusconi.

     E’ sufficiente tutto ciò per comprendere un po’ meglio perchè il Pd ed il Pdl reggano la coda al governo Monti che dice sulla Torino-Lione un sacco di balle per sostenere che si deve fare?

     Qualkcuno sospetta che si deve fare per finanziare la prossima campagna elettorale dei due maggiori partiti.

     Ovviamente, saranno tutte maldicenze e sospetti infondati! I tecnici che rubano la pensione ai pensionati non farebbero mai una cosa del genere!!! O no???                                                                                                    

                                                                                                  

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in ARROGANZA, Art. 1 della Costituzione, Attualità, Cronaca, delinquenza di Stato, DEMOCRAZIA, EQUITA', GIUSTIZIA, Legalità, LIBERTA', MENZOGNE, Metodi mafiosi, Notizie e politica, POLITICA E AFFARI, Uso delle risorse. Contrassegna il permalink.

21 risposte a LE MISTIFICAZIONI DI MARIO MONTI SULLA TORINO-LIONE E LA COMPLICITA’ DEL PD DI BERSANI.

  1. mohinancy1405 ha detto:

    Buon pomeriggio !..
    *°*°*°* GRAZIE *°*°*°*

    "Mi piace"

  2. Teresa ha detto:

    Ciao Osvaldo….sonoo vent’anni che si parla di questa benedetta o maledetta tratta….
    come finirà? se mai finirà…
    Un abbraccio e buon pomeriggio

    "Mi piace"

  3. Donatella ha detto:

    Mi è piaciuto per due motivi questo post: informazione puntuale e dettagliata come sempre e alla fine una dolce sorpresa, il bellissimo video di Rebecca con la piccola superstar 🙂
    Buona serata

    "Mi piace"

  4. Claudio's ha detto:

    Grazie caro Osvaldo!
    Della Tua esaustiva e dettagliata risposta! Concordo pienamente con quanto hai scritto.
    Ciao
    Claudio

    "Mi piace"

  5. rosanna44 ha detto:

    caro Osvaldo non ne posso più ,sono talmente schifata di tutti che a volte mi rifiuto di assistere a certi dibattiti………..sempre solo parole parole parole parole……….buona giornata !!!!

    "Mi piace"

  6. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno mio caro Osvaldo, per iniziare il giorno alla grande ti invito a vedere questo video fatta da me.. 😀

    .. ti auguro tanta serenità un bacio a Spillo in amicizia Rebecca

    "Mi piace"

    • cordialdo ha detto:

      Ciao, sorellina. Molto bello il tuo video. Tatanka gioca con tuo marito come Spillo gioca con me ed entrambi si ritengono i padroni del territorio qualunque e dovunque sia. Stupenda, poi la colonna sonora! E’ il genere di musica che mi piace di più perchè le sue radici affondano nella vita vissuta da gente reale, non fittizia. Brava. Un abbraccio e l’augurio di una buona giornata.

      "Mi piace"

      • Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

        Io adoro la musica country, e poi questa canzone ha le origine dai anni 30′ e da qualcosa di nostalgia.. forse il desiderio di vivere sereno.. Pif

        "Mi piace"

        • cordialdo ha detto:

          Io possiedo degli LP di questo genere musicale che ogni tanto riesco ancora a trovare il tempo di ascoltare nel mio vecchio impianto HiFi. E’ proprio una musica che viene dal cuore e dall’esperienza di vita. Ciao, un abbraccio.

          "Mi piace"

  7. semprevento ha detto:

    quanti inciuci!!!
    …ma in tv che passa?
    ..è un po’ che non la guardo…
    capirai anche il perchè…
    Buongiorno Osv…
    un abbraccio.
    vento

    "Mi piace"

    • cordialdo ha detto:

      Ciao, carissima Iv. La TV di regime non pubblicherà mai notizie oggettive perchè deve nascondere tutte le porcherie della politica. E’ il popolo che mi fa rabbia perchè anche quando sa nasconde la testa sotto la sabbia invece di reagire per riconquistare la sua qualifica di “CITTADINO”. Continua d essere “SUDDITO”. Un forte abbraccio.

      "Mi piace"

      • Claudio's ha detto:

        Posso chiederTi caro Cordialdo, secondo il Tuo pensiero, perchè il popolo pur sapendo nasconde la testa sotto la sabbia? Perchè si lascia opprimere da questi inutili e ipocriti cialtroni della pseudopolitica?.
        Perchè c’è difficoltà a comprendere che è il sistema che non funziona più e che và cambiato alla radice, mandando ai lavori forzati nei campi agricoli i nostri impeccabili governanti?.
        MI piacerebbe conoscere le Tue riflessioni.
        Grazie e a presto.
        Un caro saluto
        Claudio

        "Mi piace"

        • cordialdo ha detto:

          Secondo me, dipende da più motivazioni. La prima, la più importante, è che, anche se parliamo impropriamente di popolo, noi non siamo mai stati e non siamo un vero POPOLO ma siamo una massa di individui che per caso vivono sullo stesso territorio. Qualsiasi trasformazione politica, dal Risorgimento alla Resistenza, è sempre stata voluta e “pagata” da minoranze. La caratteristica preminente di chi non è e non si sente popolo è l’INDIVIDUALISMO per cui si trova più comodo affidare la responsabilità della COSA pubblica agli altri disinteressandosene sino a quando non toccano i nostri interessi INDIVIDUALI. Solo a quel punto si cerca un minimo di aggregazione ma limitatamente a quell’interesse leso. I veri POPOLI, di fronte alle ingiustizie, storicamente, sono insorti ed hanno fatto la RIVOLUZIONE. Lo hanno fatto i Francesi nei confronti della borghesia parassita, quella che da sempre ha governato l’Italia, ed ha usato senza risparmio la ghigliottina. Lo hanno fatto i RUSSI ma sono stati ingannati come i nostri umini della Resistenza, ed hanno consegnato il potere ad altri, ai Soviet i Russi, al Parlamento in equilibrio instabile, i nostri Costituenti. Tipico l’errore di Togliatti di voler fare introdurre nella Costituzione, all’art. 7, il Concordato col Vaticano, una furbata che gli è ritornata contro come un boomerang. Il problema resta che quel suo errore l’Italia continua a pagarlo anche oggi. L’hanno fatto gli AMERICANI ribellandosi alla patria inglese che torchiava il popolo, come fa Monti, facendogli pagare il costo della loro crisi economica. L’hanno fatto altri popoli tenuti insieme con la paura delle ritorsioni violente, come quelli dell’ex Jugoslavia ed oggi di molti altri Paesi fuori dall’Europa, alcuni abbastanza vicini a noi.
          Molto frettolosamente, questi sono i motivi per i quali l’Italia è sempre stata alla mercè della borghesia a cui faceva e fa comodo una “DITTATURA” come quella fascista, o anche una “DITTATURA DOLCE” come quella dell’accozzaglia del “BERLUSCONISMO” o l’attuale del cosiddetto “GOVERNO DEI TECNICI” funzionale sempre alla borghesia parassita.
          Ciao, con viva cordialità.
          Osvaldo

          "Mi piace"

      • semprevento ha detto:

        Per te deve essere una sofferenza vedere l’Italia ridotta a suddita di altre ” egemonie”…inutile dire che ai nostri politici io mozzerei le mani e non solo…
        Di sbagli ne sono stati fatti tanti ma perseverare nell’errore è diabolico.
        Molti fatti ci ripostano indietro nel tempo…possibile che dalla storia non abbiamo imparato nulla???
        Tu lo sai che ci capisco poco di politica, ma così mi viene davvero la voglia di capirci anche meno.
        Sei molto patriottico …io un po’ meno.
        un abbraccio
        vento

        "Mi piace"

        • cordialdo ha detto:

          Carissima Iv. Io mi sento cittadino del mondo e non ho mai avuto alcuna riserva nei confronti degli altri qualunque sia la loro origine, il colore della loro pella, la loro lingua, la loro religione o i loro principali costumi di vita. Ma ciò non toglie che ami il mio Paese e ne soffra tremendamente quando perde anche solo un po’ della sua dignità sia nei confronti del proprio interno e sia, soprattutto, nei confronti degli altri Stati. Vorrei che gli Italiani fossero visti con lo stesso metro con il quale io vedo gli stranieri.
          Sul piano personale mi è facile. Durante l’estate incontro in montagna in Alta Val Venosta cittadini provenienti sia dalla Svizzera, sia dalla Germania, dall’Inghilterra, dall’Olanda, dal Belgio e sicuramente, senza saperlo, da altri stati i quali, credendo di farmi un complimento, mi dicono “Tu non sembri un Italiano”. E’ il più grande dolore che io possa provare nei confronti della dignità del mio Paese.
          Ciao, Iv. Un abbraccio.

          "Mi piace"

        • cordialdo ha detto:

          Carissima Iv. Io mi sento cittadino del mondo e non no mai avuto alcuna riserva nei confronti degli altri qualunque sia la loro origine, il colore della loro pella, la loro lingua, la loro religione o i loro principali costumi di vita. Ma ciò non toglie che ami il mio Paese e ne soffra tremendamente quando perde anche solo un po’ della sua dignità sia nei confronti del proprio interno e sia, soprattutto, nei confronti degli altri Stati. Vorrei che gli Italiani fossero visti con lo stesso metro con il quale io vedo gli stranieri.
          Sul piano personale mi è facile. Durante l’estate incontro in montagna in Alta Val Venosta cittadini provenienti sia dalla Svizzera, sia dalla Germania, dall’Inghilterra, dall’Olanda, dal Belgio e sicuramente, senza saperlo, da altri stati i quali, credendo di farmi un complimento, mi dicono “Tu non sembri un Italiano”. E’ il più grande dolore che io possa provare nei confronti della dignità del mio Paese.
          Ciao, Iv. Un abbraccio.

          "Mi piace"

  8. Claudio's ha detto:

    Non solo, articolo denso di informazione, ma denso di verità che la stampa di regime non comunicherebbe mai!
    Complimenti per la Tua oggettività!.
    Un caro saluto e Buona Giornata
    Claudio

    "Mi piace"

    • cordialdo ha detto:

      Ciao, Claudio. Grazie per il tuo apprezzamento. La stampa di regime ha esattamente il compito contrario al mio, quello di nascondere le notizie. Io prima le cerco, e non è facile perchè molto impegnativo, e poi le pubblico senza sconti per nessuno. Proprio qualche giorno fa, esattamente il 7 marzo, ho ricevuto un’offerta di collaborazione da parte del direttore responsabile di una redazione. Ho rifiutato esplicitando che intendo “mantenere integra la mia assoluta autonomia”. L’unica approvazione di ciò che scrivo risiede nella mia coscienza ed in chi legge e comprende, come hai fatto tu, che cerco di scrivere con il massimo di oggettività possibile. A ciascuno il suo, dicevano gli antichi romani!
      Appena potrò, tempo tiranno, verrò a trovarti nel tuo blog.
      Buona giornata.

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.