IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI: UNA VERGOGNOSA PAGINA QUASI DIMENTICATA!


 HO RIBLOGGATO QUESTO POST DEL 2013 PERCHE’ E’ ANCORA ATTUALISSIMO ALLA LUCE DELLE NUOVE VICENDE  CHE COINVOLGONO PAPA FRANCESCO E L’ARROGANZA DEI RAPPRESENTANTI POLITICI DELL’ATTUALE TURCHIA CHE HA REAGITO NEGANDO LA STORIA DEL GENOCIDIO DEGLI ARMENI.

   HO SCOPERTO COSI’ CHE LE FOTO, TUTTE LE FOTO. SONO STATE CANCELLATE E NON SO OVVIAMENTE CHI LO ABBIA FATTO.

      SONO RITORNATO IN GOOGLE IMMAGINI E HO RITROVATO ALCUNE DI QUELLE IMMAGINI E LE RIPUBBLICO PERCHE’ LE IMMAGINI CI RACCONTANO MOLTE PIU’ COSE DELLE PAROLE, SONO PIU’ ELOQUENTI E, PER QUESTO, PIU’ SCOMODE.

                                                 §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

  Sono trascorsi 98 anni da quando, nella notte tra il 23 ed il 24 aprile 1915, iniziò la spaventosa pulizia etnica, il bestiale genocidio attraverso il quale una intera generazione di Armeni venne eliminata ad opera dei Turchi.

     Nel primo genocidio del XX° secolo, oltre 1.500.000 Armeni furono sterminati non a causa di una guerra in atto ma con il preciso obiettivo di  annientare, eliminare una “razza” un popolo.

     Non rimasero che pochi superstiti a quella carneficina di fucilati, bruciati vivi, impalati, impiccati, violentati e lasciati morire di fame e di stenti durante la lunga marci, durante la deportazione verso il deserto siriano.

     Ma ancora oggi ci sono molti che negano ostinatamente ed i libri di storia ignorano quella che possiamo considerare la prima prova generale per altri futuri olocausti riconosciuti e ricordati ogni anno come è giusto che sia.

gENOCIDIO DEGLI ARMENI-1.500.000 MORTI

PARLAMENTO EUROPEO VOTA DOCUMENTO DEL GENOCIDIO DEGLI ARMENI                     (Il >Parlamento Euuropeo vota il documento sul GENOCIDIO degli Armeni

PAPA fRANCESCO ED IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI  COLUI CHE NEGA IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI

Papa Francesco lo ricorda.                          Costui lo nega e minaccia ritorsioni

armenia-TAPPE DELLA STORIA DEL POPOLO ARMENO

             (Armenia – tappe della storia)

Monte_Ararat_Turchia_monastero_Armeno_121724725

                                                (Monte Ararat  e Convento)

  MONTE ARAGATZ

                          (Monte Aragatz)
 
download-GENOCIDIO ARMENO 1
 
download-GENOCIDIO ARMENO 2 download-GENOCIDIO ARMENO 3
 
GENOCIDIO ARMENO 4 GENOCIDIO ARMENO 5
 
GENOCIDIO ARMENO 6  

     Il massacro degli Armeni del tutto ingiustificato, come ingiustificati sono sempre tutti i massacri storici successivi, resta una questione molto spinosa e mai chiusa perchè il governo Turco per molto tempo l’ha negato con decisione ed ancora oggi tenta non solo di ridimensionare il numero delle vittime me nega che vi sia mai stato il disegno politico, il programma di un massacro sistematico teso a estirpare completamente un’etnia e continua a considerarlo solo ed esclusivamente come un episodio di guerra civile al punto che in Turchia il semplice accenno al genocidio degli Armeni costituisce ancora oggi un reato contro lo Stato.

     Oggi gran parte dell’Armenia storica, quella del Monte Ararat e del Monte Aragatz, si trova in territorio turco a causa del tradimento delle potenze occidentali che, nel 1923, firmarono a Losanna un nuovo trattato che annullava quello del 1920 che avrebbe dovuto dare vita all’Armenia indipendente nel territorio dell’Armenia storica ed agli Armeni non rimase che una esigua porzione del loro territorio, la Repubblica democratica armena che, entrata a far parte dell’Unione Sovietica all’inizio degli anni ’20, ritroverà l’indipendenza solo nel 1991.

     Successe allora ciò che le stesse potenze occidentali, in modo più plateale e violento, fecero con la Palestina, i Palestinesi ed i loro territori, dopo la seconda guerra mondiale, a favore dell’arrogante Israele autoproclamatasi unilateralmente  “stato indipendente ” senza che l’ONU ed i suoi membri intervenissero concretamente invece che con inutili chiacchiere. E SAPPIAMO BENE QUALI SIANO STATI I RISULTATI!

     Al consuntivo numerico del genocidio degli Armeni, oltre ai circa un milione e cinquecentomila morti nelle maniere più atroci, devono essere aggiunti circa 100 mila bambini che furono prelevati da famiglie turche o curde e da esse allevate perdendo la propria fede e la propria lingua.

     Di quella tragedia ci resta commovente traccia e memoria in “””LA MASSERIA DELLE ALLODOLE” di Antponia Arslan”””:

    “””E COSI’, ORA DOPO ORA, GIORNO DOPO GIORNO, SI ATTUO’ LA MALEDIZIONE DEGLI ARMENI, ANCHE PER LE DONNE, I VECCHI, I BAMBINI DELLA PICCOLA CITTA’. OGNI GIORNO PORTO’ IL SUO ORRORE QUOTIDIANO, E OGNI GIORNO LA PENA SI ACCREBBE PER I SOPRAVVISSUTI, CHE SI TRASCINAVANO AVANTI PASSO DOPO PASSO, SEMPRE PIU’ MISERABILI, SEMPRE PIU’ MACILENTI, AFFRONTANDO OGNI GIORNO LA MORTE QUOTIDIANA. (…)

     SEMINUDE, SPORCHE, AMMALATE, AFFAMATE, ABBACINATE DAL SOLE, CON LE TRECCE SUDICE LEGATE ALLA MEGLIO, CON I VESTITI A BRANDELLI E UN CENCIO IN TESTA, CAMMINARONO LE MADRI ARMENE, DI PAESE IN PAESE, COME LEBBROSE, COME APPESTATE: TENUTE FUORI DALLE CITTA’ CHE ATTRAVERSAVANO, GIACEVANO PER TERRA SENZA SAPERE SE AVREBBERO TROVATO LA FORZA DI RIALZARSI, IN QUEL FOSCO DOMANI SENZA SPERANZA E SENZA ESITO, STREGATE DALLE SVENTURE: CAMMINANDO, AVANTI, SENZA SAPERE PERCHE’, TRANNE IL BISOGNO PRIMITIVO, ANIMALE, DI GIACERE, ALLA SERA, ACCANTO AI LORO BAMBINI.“””

    “””Per quanto orribile sia l’ampiezza del male, c’è sempre qualcuno che si schiera dalla parte del bene, come i tre disperati che interferiranno sulla macchina del male per salvare i quattro bambini e farli arrivare in Italia. Non c’è una sola parola d’odio verso il Popolo Turco in questo libro perchè anch’esso è stato maltrattato e continua ad esserlo oggi. Ricordo lo scrittore Turco Orhan Pamuk che rischia tre anni di carcere per avere sostenuto che l’Impero Ottomanno ha sterminato un milione di Armeni e trentamila curdi nel 1915. Sono gli stessi Turchi ad affermare “E’ inutile che ci nascondiamo, il genocidio c’è stato”””

                  

                                                

                                                                                                                               

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

7 risposte a IL GENOCIDIO DEGLI ARMENI: UNA VERGOGNOSA PAGINA QUASI DIMENTICATA!

  1. cordialdo ha detto:

    REPETITA IUVANT ANCHE NEL 2015 PIU’ CHE MAI DOPO LA PRESA DI POSIZIONE DEL GOVERNO TURCO E DEL SUO PRESIDENTE NEI CONFRONTI DI PAPA FRANCESCO E DEL DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO EUROPEO.SPERIAMO CHE L’EUROPA RINSAVISCA PRIMA DI PORTARSI AL PROPRIO INTERNO UN PAESE CHE NEGA LA STORIA E CONSIDERA REATO CHI AL PROPRIO INTERNO NE PARLA!!! UN ECLATANTE MODELLO DI DEMOCRAZIA DA IMPORTARE!!! GRAZIE NE ABBIAMO GIà A IOSA A CASA NOSTRA!!!

  2. annapos ha detto:

    Četla jsem o tomto utrpení, Armeni, jako křesťané, v té době mučedníci, kolik ještě potom bylo genocid? Jedna hroznější nežli druhá, Hitler, Stalin, vyvraždili miliony lidí. Proč lidé, sobě navzájem dokáží dělat tak hrozné věci?

  3. SpirAnima ha detto:

    E’ orrendo e imperdonabile ciò che l’uomo riesce a fare quando la follia si impadronisce di lui!

    • cordialdo ha detto:

      Sì, è così, carissimo Claudio. Credo che solo gli uomini siano capaci di tanta crudeltà tanta farla assomigliare alla follia anche se continua ad essere ferocia crudele. Buona serata. Un fraterno abbraccio. Osv

  4. bellezacorazon ha detto:

    molto dolore. giorno saluti e felice

  5. lilitoqui ha detto:

    Lo de Armenia fue un veradero GENOCIDIO, pero nadie dice nada, y fue una masacre sin precedentes!!!!! Muy bien por publicarlo, amigo!!! Un abrazo!!!!

I commenti sono chiusi.