UN PAESE ALLO SBANDO IN CRISI DI DEMOCRAZIA E DI AUTENTICA LIBERTA’! (seconda parte).


     Nel post di ieri ci siamo limitati a ripercorrere le vicende che portarono all’arresto ed alla morte di Stefano Cucchi ed a riportare le risultanze della sentenza di primo grado pronunciata dalla Corte d’Assise di Roma.

     Qualche lettore distratto, disinformato o superficiale potrebbe essersi chiesto che nesso ci sia tra la morte violenta di Stefano e di altri, per mano di uomini e donne in divisa o a cui erano affidati in custodia cittadini detenuti, la democrazia, la libertà, le manganellate in testa al sindaco di Terni e la riforma della Costituzione da parte della Commissione dei 35 “saggi” scelti uno per uno tra gli amici di Napolitano, di Berlusconi e di zio e nipote Letta e tra i quali brillano per la loro saggezza membri come l’ex maestro di sci Franco Frattini, che sembrava sparito dalla scena, e l’ex magistrato Luciano Violante che, ricorderete, come capogruppo alla Camera, svelò e vantò gli inciuci del suo partito, il PD, con Berlusconi sin dalla sua discesa in campo.

     La risposta in ordine a questo eventuale interrogativo la troviamo sinteticamente servita sia, ma non solo, dal giornalista-documentarista Davide Lombardi su “NoteModenesi” di oggi quando scrive: “””SAREBBE UN INCREDIBILE ERRORE PROSPETTICO CONSIDERARE CIO’ CHE STA AVVENENDO IN QUESTI GIORNI IN TURCHIA. PER DIVERSI MOTIVI. IL PRIMO E’ CHE PURTROPPO IN ITALIA ABBIAMO FATTO SCUOLA IN TUTTO IL MONDO IN QUANTO A CAPACITA’ DI REPRESSIONE POLIZIESCA. GENOVA 2001 E’ UNA FERITA ANCORA APERTA CHE PROBABILMENTE UN GIORNO I LIBRI DI STORIA RIPORTERANNO COSI’ COME OGGI SI STUDIA IL MASSACRO DI BAVA BECCARIS (…) e perchè nel pianeta globale, al di là delle differenze culturali tra nord e sud, est ed ovest del mondo, vi è una tendenza comune da parte delle varie oligarchie (trans)nazionali a cercare di mantenere il proprio potere con ogni mezzo, in un’epoca di cambiamenti epocali di cui ancora facc iamo fatica a comprendere appieno la portata. Ancora una volta, una questione chiave da cui in Italia siamo tutt’altro che esenti. Enrico Letta avrà tutto il tempo per dimostrare di essere qualcos’altro dalla punta di diamante del gattopardismo all’italiana (…).

     Per ora, però, l’intervista a Barbara Spinelli

Barbara Spinellipubblicata ieri su “il Fatto Quotidiano” e di cui parleremo più avanti, ci dice che anche il governo “napoletta” non è altro che il bis politico di quello Monti, esiziale per il Paese, imposto, come l’attuale dal Colle perchè oltremodo malleabile ad eseguire gli ordini del duo Napolitano-Berlusconi e nell’interesse esclusivo di quest’ultimo che, comunque, come ha efficacemente illustrato Vauro in una recentissima vignetta per il Fatto, “lo tiene per le palle”

Vauro- Letta tenuto per le palle da Berlusconi

        Ce lo conferma anche Licio Gelli in una intervista a Marco Dolcetta per il Fatto di oggi quando afferma “””Ho scritto lo schema di massima per un risanamento generale del Paese, detto “Schema R” nell’agosto 1975 insieme a Randolfo Pacciardi. (…)  Il piano R consiste, fra l’altro nella revisione della Costituzione del ’48 per trasformare l’Italia da Repubblica parlamentare in Repubblica presidenziale; si prevede, quindi, la proclamazione di uno stato di “armistizio sociale” per un periodo non inferiore a due anni“””.

     E’ ESATTAMENTE QUELLO CHE DICE OGGI BERLUSCONI, TESSERA P2 1816 quando parla di fine della guerra civile tra i partiti e di necessaria militarizzazione delle periferie urbane.

     Aggiunge Gelli: “””Nomina e insediamento di un “Comitato di coordinamento di 11 membri che dovrà avere pieni poteri per procedere al riesame di tutta la legislazione in vigore“””.

     ASSOMIGLIA MALEDETTAMENTE AL “COMITATO DEI SAGGI” DI NAPOLITANO ED A QUELLO NUOVO DI ZECCA SCRITTO SOTTO DETTATURA DA ENRICO LETTA!

     Ma il Comitato dei 35 scricchiola già in partenza sia perchè ricordiamo che Valerio Onida, che ne fa parte, credendo di parlare con altra interlocutrice, aveva già detto che quel Comitato di saggi di Napolitano NON SERVIVA A NIENTE ed intervistato da “LEFT” Avvenimenti, supplemento di l’Unità del 1 giugno 2013, non solo ha sostenuto che la Carta è inapplicata, che i suoi valori vengono attaccati e che la Costituzione “””E’ STATA SPESSO ATTACCATA COME DIVERSIVO. DI FRONTE AI MALI, ALLE CRITICITA’, ALLA SITUAZIONE DIFFICILE DEL PAESE, INVECE DI PENSARE ALLE MISURE LEGISLATIVE, ORGANIZZATIVE, AMMINISTRATIVE OPPORTUNE SI DA’ LA COLPA ALLA COSTITUZIONE. E’ UN ERRORE FONDAMENTALE“””.

     MA ALLORA, ONIDA CHE CI FA ANCORA IN QUESTA NUOVA “COMMISSIONE DI SAGGI” DI ENRICO LETTA?.

     Anche un altro membro tra i 35 nominati, Lorenza Carlassare, professore emerito di diritto costituzionale all’Università di Padova, in un’intervista a Radio Radicale minaccia le dimissioni affermando che “””LE RIFORME DA NOI HANNO LO SCOPO DI DELEGITTIMARE LA COSTITUZIONE ESISTENTE E DARE UN PO’ DI SOSTANZA A QUELLA VENA DI AUTORITARISMO CHE CI PORTIAMO DIETRO DA SEMPRE, PERCHE’ LA RIFORMA DELLA FORMA DI GOVERNO  E’ TOTALMENTE INUTILE“””.

     ESATTAMENTE COME ABBIAMO RIPETUTAMENTE CERCATO DI DIRE IN QUESTO BLOG, VOCE CLAMANTE NEL DESERTO DI TANTE BAGGIANATE MOLTO APPREZZATE E COMMENTATE QUOTIDIANAMENTE.

     Senza peli sulla lingua e senza alcun timore reverenziale, infine, l’intervista per “il Fatto Quotidiano”

logo-il-fatto-quotidianodell’ottima giornalista Silvia Truzzi a Barbara Spinelli nella quale non esita ad affermare: “””I POTERI AGGIUNTIVI CHE SI VOGLIONO DARE AL PRESIDENTE,IL PRESIDENTE SE LI E’ GIA’ PRESI, FORZANDO NON POCO LA COSTITUZIONE. MA C’E’  QUALCOSA DI PIU’: IL PRESIDENZIALISMO OCCULTA E RINVIA QUEL CHE URGE DAVVERO. (…) L’URGENZA IN ITALIA SONO I PARTITI TOTALMENTE INAFFIDABILI E MORALMENTE DEVASTATI; E’ LA POLITICA RINTANATA IN OLIGARCHIE CHIUSE CHE NEMMENO ASCOLTANO IL RESPONSO DELLE URNE. SE SOPRA TALE MARASMA METTI IL CAPPELLO DEL CAPO FORTE, NON SOLO CONGELI LO STRAPOTERE PRESIDENZIALE, MA CRONICIZZI LE MALATTIE STESSE CHE IL PRESIDENZIALISMO – MA ATTENZIONE E’ UN INGANNO – PRETENDE DI GUARIRE. IL PRESIDENZIALISMO DILATA OVUNQUE LE OLIGARCHIE: ERGO IN ITALIA DILATA LA CORRUZIONE“””.

     ESEMPLARE QUESTA INTERVISTA A BARBARA SPINELLI. INCOMPRENSIBILE, INVECE, IL SILENZIO OMERTOSO DEI MAGGIORI E PIU’ ACCREDITATI QUOTIDIANI ITALIANI,CON L’ECCEZIONE DEL FATTO CHE HA SUBITO L’ALLARMANTE REAZIONE DI NAPOLITANO IN MERITO AI TITOLI DI TUTTI I QUOTIDIANI DI IERI SULLA SCADENZA A TEMPO DETERMINATO DEL GOVERNO ASSEGNATAGLI DAL COLLE.

     LAPIDARIA BARBARA SPINELLI: “””SIAMO GIA’ IN UNA REPUBBLICA PRESIDENZIALE. IL COLLE HA FORZATO LA CARTA“””!

     Altrettanto efficace il Manifesto firmato da Gustavo Zagrebelsky per la manifestazione di Bologna per 2 giugno da parte di Libertà e Giustizia ed alttre associazioni in difesa della Costituzione:

banner-bologna

VIVA LA COSTITUZIONE NATA DALLA RESISTENZA!!! RESTITUIRE IL POTERE AL POPOLO (ART. 1 DELLA COSTITUZIONE) – NO ALLO STATO DI POLIZIA IN MANO AI FASCISTI ED AL FASCISMO QUOTIDIANO.

 R E S I S T E R E          –          R E S I S T E R E          –          R E S I S T E R E

                                                W  LA DEMOCRAZIA                                                

 

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in ARROGANZA, Art. 1 della Costituzione, Attualità, Cronaca, Delirio senile, DEMOCRAZIA, DEMOCRAZIA E LIBERTA', GIORNALISMO DA OSCAR, GRANDI UOMINI, Legalità, LIBERTA', LIBERTA' DI STAMPA E DEMOCRAZIA, Notizie e politica, Parlamento, Politica, POLITICA E SOCIETA', Porcellum, Rispetto dei cittadini, RISPETTO E TUTELA DELLA COSTITUZIONE, SERIETA', SOCIETA', STORIA ITALIANA. Contrassegna il permalink.

9 risposte a UN PAESE ALLO SBANDO IN CRISI DI DEMOCRAZIA E DI AUTENTICA LIBERTA’! (seconda parte).

  1. annapos ha detto:

    ***** Zdravím a objímám. *****

    "Mi piace"

  2. CLANIMA ha detto:

    L’ha ribloggato su CLANIMAe ha commentato:
    Trame di Potere Occulto!!!!!…

    "Mi piace"

  3. CLANIMA ha detto:

    Ciò che scrivi carissimo e stimato Amico e fratello OSV, apre ai miei occhi e alla mia coscienza un quadro occulto, dettagliatamente descritto dalla Tua perizia giornalistica, a me sconosciuto!.
    Ti ringrazio e con Te ringrazio il “FATTO QUOTIDIANO”, di permetterci di venire a conoscenza di queste oscure trame assassine fomentate da massonici diavoli di stato!!!!…
    E’ UNA VERA VERGOGNA!!!!….
    Ma come Tu ci incoraggi a testimoniare:
    R E S I S T E R E – R E S I S T E R E – R E S I S T E R E

    W LA DEMOCRAZIA
    IL POTERE AL POPOLO!!!!

    IL POPOLO UNITO AVANZERA’ VINCITORE!!!!…

    "Mi piace"

    • cordialdo ha detto:

      Ciao, carissimo e stimatissimo amico e fratello Cla. Ringraziandoti per aver ribloggato il mio post,confermo che lotterò sino all’ultimo respiro in difesa della democrazia e della Costituzione cosciente dei rischi che corro e che rendono muti, sordi e ciechi gli Italiani nella stragrande maggioranza. Un fraterno abbraccio. Osv.

      "Mi piace"

      • CLANIMA ha detto:

        Non sentirTi solo, stimatissimo Amico e fratello OSV…Sarò al Tuo fianco disvelando, insieme a Te, con i miei strumenti, quelle verità nascoste che gli arroganti potenti oligarchi tengono celate alle coscienze obnubilate degli ignari italiani!!!…
        W la LIBERTA’, W la DEMOCRAZIA del Popolo, W la RESISTENZA!!!
        Cla

        "Mi piace"

I commenti sono chiusi.