GRILLO: IL MEGAFOMO DEL RAZZISMO E DEI RAZZISTI!


Blog Grillo, impeachment a Napolitano per farlo dimettere

    Grillo ed il suo “guru” , aspiranti dittatorelli da strapazzo privi di qualsiasi principio etico-sociale , non sopportano di essere criticati da nessuno nemmeno da quelli che si erano illusi che sapessero fare cose diverse dal far ridere, l’uno suggerendole e l’altro sparando a raffica, volgarità nelle piazze.

     Forse gli elettori del suo movimento a quest’ora si saranno pentiti amaramente, e molti gliel’hanno scritto commentando le sue sparate, di avergli accordato tanto generosamente fiducia e tanti, troppi, voti che gli hanno permesso di aumentare la sua boria ed il suo livello razzismo e di fascismo mentale.

     Sì, di fascismo, perchè con tale termine non si identifica solo una forza politica di altri tempi che la storia ha ampiamente sconfitto e condannato, ma E’ ANCHE UN MODO DI” PENSARE E DI SRAGIONARE”, il modo di pensare e di sragionare che la compagnia di giro di Grillo ha assunto a proprio modello  emblematico.

     Ricordate i suoi candidati alla presidenza della Repubblica?

    Appena Rodotà, subito dopo le elezioni amministrative, aveva azzardato non una critica personale ma un commento sul risultato elettorale nel quale il suo movimento aveva perso qualche migliaio, forse milione, di voti, apriti cielo, Rodotà fu grossolanamente e volgarmente attaccato sul piano personale!

    Idem per la Gabanelli. Appena la valentissima giornalista, nell’ambito del suo lavoro, si è permessa di analizzare alcune cose poco chiare del duo Grillo e socio, è diventata la nemica numero uno del M5S.

     Ma Grillo i nemici li individua anche in casa, tra gli eletti del M5S, quelli che ha scelto col “porcellum”, impartendo lezioni a destra ed a manca, smentendo i loro deliberata, minacciando ed eseguendo espulsioni sulle quali, secondo la logica della sua democrazia azzoppata perchè ammalata, nessuno ha il diritto di parola al di fuori di coloro che sono d’accordo con lui.

     Ieri è avvenuta la stessa cosa nei confronti di “il Fatto Quotidiano”, l’unico giornale che, sino ad oggi, a volte rischiando la propria credibilità e serietà, gli ha accordato una certa fiducia.

     Ebbene,  per aver criticato l’atteggiamento antidemocratico del “gatto e la volpe, dopo che il comico e Casaleggio avevano ripudiato autoritariamente, dittatoriamente, l’emendamento , approvato a larga maggioranza, proposto dai senatori del M5S con il quale dovrebbe essere introdotta l’abolizione del reato di clandestinità, e la conseguente rivolta di TUTTI i parlamentari M5S,  sul blog della società Grillo&C, ieri “il Fatto Quotidiano, la sua direzione ed i suoi giornalisti sono stati aggrediti in modo violento ed altrettanto volgare al grido di: “””POSSENTE CAMPAGNA SUL FATTO QUOTIDIANO CHE HA SOSTITUITO L’UNITA’ COME ORGANO DEL PD RICCA DI BATTUTE E INSULTI CONTRO BEPPE GRILLO (nuovo leghista) E PARTE DELLA RETE M5S CHE NON SI PROSTRA ALLE GONNELLE PIDDINE E ALL’IPOCRISIA DEL MOMENTO SUL TEMA IMMIGRAZIONE”””.

     Questo è stato il parto di una intelligenza evidentemente gravemente limitata nei confronti del Fatto che è comparso sul blog di Beppe Grillo in un post dal titolo “I FALSI AMICI” a firma Tinazzi.

     Più di un post sembra proprio la battuta da  caso clinico!

     Grillo la sua credibilità la misurerà alla prossima tornata elettorale e forse comprenderà la sua pochezza e tornerà a fare il comico ma facendo ridere meno di prima.

     Credo che forse. dopo questa avventura e il reiterato desiderio di tornare a votare col “porcellum”,  gli resteranno solo i voti che aveva sottratto alla Lega. Gli altri ritorneranno all’ovile da dove erano “evasi” in libera uscita o diventeranno bianche o nulle.

Proprio un bel risultato, da “Rivoluzionario di razza”!

     Sul panorama politico italiano c’è qualcosa di meglio e di diverso da Grillo&C!                       

                                                                                                                                              

                                                                                                                          

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.