IMBONITORI E VENDI CHIACCHIERE A CONFRONTO!


    Uno, il sedicente contadino autonominatosi portavoce, lo abbiamo visto, arriva e parte in Jaguar (indiana)

Forconi: Calvani, la prossima settimana tutti a Roma

e annuncia la nuova “””MARCIA SU ROMA”””;  l’altro, il politico di lungo corso, amico di coloro che fanno affari con gli appalti della TAV, è uscito dal Parlamento, delegittimato perchè eletto con una legge dichiarata incostituzionale, dal quale ha ricevuto una improbabile fiducia duratura , si è allontanato in Bmw  (tedesca!)

Letta va via in Bmv tedesca

pagata da noi Pantalone mentre i metalmeccanici italiani sono in cassa integrazione o licenziati!

     La metodologia di entrambi si assomiglia molto come i loro vaniloqui: il primo:  vogliamo tutto e subito altrimenti viene giù tutto – chiudete i negozi, anche i supermercati e le farmacie ed unitevi a noi altrimenti spacchiamo (democraticamente?) tutto; l’altro invoca l’anzianità e l’esperienza come valore politico, promette – senza arrossire (pallidino)- i collaudati ormai miracoli economici ed annuncia la fine dell’austerità dopo aver fatto sconti milionari ai gestori delle macchinette mangia soldi che fanno diventare più poveri i già poveri, li promette, gli sconti, anche a chi non ha pagato le bollette di Equitalia ed anche agli evasori che, bonariamente, faranno rientrare in Italia, a basso costo, dai paradisi fiscali, i capitali evasi e depositati all’estero.

     In mezzo si inserisce un vecchio arnese della politica, un pregiudicato condannato in via definitiva che minaccia, eversivamente, ancora una volta, in un’intervista ai media francesi, che se non gli sarà concessa la grazia senza chiederla e sarà obbligato all’affidamento ai servizi sociali o ristretto agli arresti domiciliari, in Italia scoppierà la rivoluzione e, mentre furbescamente, disdice l’incontro con l’ingombrante delegazione dei “Forconi”, cerca alleanze a Grillo, le stesse alleanze che il nuovo segretario della Lega offre sia ai “Forconi, sia a Grillo e sia al vecchio alleato Berlusconi. Una vera svendita di fine anno di alleanze a basso, bassissimo prezzo e valore!

     E Renzi?

     Fa puntare la sveglia ai suoi alle 6, quando è ancora buio e fa freddo, per essere presenti alla riunione di segreteria convocata per le 7,30, costringendo, poverina, la Boschi a molti sbadigli in Aula durante il dibattito sulla fiducia a Letta!

     La battuta più feroce della giornata resta, però, quella che sta circolando sull’incontro tra Renzi e Napolitano: “””SI SONO INTESI BENISSIMO. MATTEO PARLAVA SOTTOVOCE E IL PRESIDENTE CI SENTE POCO!”””.

     Meglio di così!                                                                                                                                     

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a IMBONITORI E VENDI CHIACCHIERE A CONFRONTO!

  1. direi che il primo imbonitore oltre ad avere un ‘auto straniera ,ha anche i pollici alzati (usanza americana e non italiana) quindi direi potrebbe essere il più vicino rispetto ad una proposta di
    espatrio e allontanamento dalla nostra patria,poiche di casinari ne abbimo fin troppi.

    "Mi piace"

  2. mizaar ha detto:

    chiusa finale davvero carina! 😀

    "Mi piace"

  3. Donatella ha detto:

    Andiamo sempre meglio… non c’è che dire 😦

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.