LA NOTIZIA DEL GIORNO.


 

Ristoratore si dà fuoco per protesta, due agenti ustionati

         Ieri sera, intorno alle 22,a Monza un uomo si è dato fuoco per protestare contro la costruzione di barriere anti rumore proprio davanti al suo ristorante.

               Dopo anni di “vacche magre” e di sacrifici, a causa della costruzione su quella strada di un tunnel urbano, aveva investito tutti i  suoi risparmi in un bar tavola calda. Ieri sera, dopo inutili proteste insieme ad altri commercianti della zona, ha attuato il gesto estremo di darsi fuoco proprio davanti al suo locale, restaurato con enormi sacrifici, come atto di protesta nei confronti di chi, a suo dire, con la costruzione di quelle barriere proprio davanti all’ingresso del suo bar tavola calda, venivano offuscate le vetrine dell’attività ed impedivano l’accesso dei mezzi nei passaggi carrai.

              In pochi secondi sul posto è arrivata una volante della Polizia Stradale di Seregno proprio nel momento in cui l’uomo si dava fuoco.

                 I due poliziotti, coraggiosamente si sono gettati sull’uomo e tutti e tre sono stati avvolti dalle fiamme della benzina cosparsa.

                  Soccorsi tutti e tre dai vigili del fuoco e dagli operatori del 118, sono stati ricoverati in ospedale. Le loro condizioni non destano attualmente preoccupazioni ancher se il commerciante ed uno dei due poliziotti hanno riportato ustioni estese su tutto il corpo.

                 Un chiaro messaggio per i politici quaquaraquà che non avrebbero alcun rispetto per chi lavora, proprio nella giornata in cui Renzi otteneva la sua striminzita maggioranza, 4 voti in meno di quelli che aveva ottenuto Letta, al Senato! 

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

13 risposte a LA NOTIZIA DEL GIORNO.

  1. annapos ha detto:

    Drahý příteli, překlad přes počítač je tak špatný a přesto vám velice dobře rozumím. Mladí lidé nechtějí nic slyšet, nic vidět a nic neříkají, tedy, u nás v Česku jistě. Je to strach, nebo lhostejnost?

    "Mi piace"

  2. mizaar ha detto:

    come ha detto rebecca prima di me, cosa dovrà ancora capitare prima che si possa respirare un minimo di serenità?

    "Mi piace"

  3. Rebecca Antolini ha detto:

    … mi domando cosa deve succedere ancora … 😦

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.