LA CITAZIONE DEL GIORNO.


 

  “””QUESTA VITA E’ UN OSPEDALE IN CUI OGNI MALATO SEMBRA POSSEDUTO DAL DESIDERIO DI CAMBIARE LETTO: C’E’ CHI PREFERIREBBE SOFFRIRE DAVANTI A UNA STUFA E CHI E’ CONVINTO CHE SE LO METTESSERO A UNA FINESTRA GUARIREBBE.

     A ME SEMBRA SEMPRE CHE STAREI MEGLIO DOVE NON SONO E DI QUESTA QUESTIONE DEL MOVIMENTO DISCUTO INCESSANTEMENTE CON LA MIA ANIMA”””.

                                                        (Charles Baudelaire)

     C’è da stabilire se tali malattie siano curabili in un normale ospedale o si tratti, invece, della vita medesima come malattia, come traspare dalla citazione stessa dell’autore e della quale ritroveremo gli echi in “Il mestiere di vivere” l’ultima opera di Cesare Pavese che risolse il dilemma con il suicidio a Torino nel 1950. Aveva 42 anni! RICORDO QUEL GIORNO! Osv.

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Art. 1 della Costituzione. Contrassegna il permalink.