ESCURSIONE AI LAGHETTI DEI PRETI ED A “CIMA WATLES”.


  Ieri mattina la giornata si presentava molto gradevole: sole, temperatura in quota sui 19°, solo un po’ di foschia lungo tutte le alte cime, sia vicine che lontane. Tanto per non cambiare, l’Ortles tutto il giorno avrà il cappellino di nuvole in testa!

      Con Spillo, ho iniziato l’escursione dopo avere osservato il dirimpettaio Ortles che ci guardava sornione e senza promettere niente.

      I sentieri sono noti perchè li abbiamo percorsi infinite volte in questi 25 anni nei quali abbiamo trascorso le nostra vacanze estive in questa stupenda valle.

     Il n.4 ci porterà ai laghetti dei preti (Pfaffensee) ed il n.9, più tardi, ci porterà a “Cima Watles”, quota 2.550m, dove siamo già saliti un’infinità di volte                                                                                                                                                                                                                              

HPIM2886

     se decidessimo, invece, di proseguire lungo il sentiero n. 4 raggiungeremmo la malga Oberdorfer da dove protemmo osservare i sottostanti laghi di San Valentino alla Muta e di Resia. Ma per oggi non lo faremo.

     Rivolgiamo, invece, l’0biettivo della macchina fotografica verso l’Ortles ed il Gran Zebrù ed abbiamo la conferma di ciò che avevamo osservato ad occhio nudo poco prima.                                                                                                                            

HPIM2888

Ed ecco i due laghetti: il più piccolo alla nostra destra e quello molto più grande alla nostra sinistra:

HPIM2889

HPIM2890HPIM2891

intorno al quale fervono i lavori degli operai forestali per costruire tutto intorno una palizzata  e dove Spillo ha già bevuto e si è rinfrescato le zampe

HPIM2892

HPIM2893

HPIM2895

   Salendo verso Cima Watles, avremo modo di riprendere dall’alto  insieme i due laghetti.

       Ritornando sui nostri passi per imboccare il sentiero n.9 che ci porterà a Cima Watles, incontriamo un gentilissimo signore, ex efficiale degli Alpini a Malles, che si offre di scattarmi una foto con alle spalle la Catena dell’Ortles-Cevedale anche se la foschia rende tutto confuso:

HPIM2898

    Imbocchiamo il sentiero n.9 

HPIM2899

HPIM2901

ed ecco i due laghetti visti dall’alto appaiati sulla stessa foto. Noi ne avremo ancora per  oltre un’oretta per raggiungere lo spitz.

HPIM2902

     Siamo in cima seduti sulla base della Croce in metallo che indica il punto più alto, “Cima Watles”, quota 2550m, ed un gentilissimo signore fiorentino che con moglie e figlio undicenne ha raggiunto insieme a noi la cima ci scatta non una ma due foto quasi identiche per essere sicuro che almeno una sia riuscita. In effetti sono belle entrambe le foto e nella seconda Spillo si vede un po’ di più:

HPIM2903

    Sono quasi le 12,30 e, salutati i “fiorentini”, decidiamo di scendere a valle per raggiungere il posto di ristoro per il pranzo. Lo raggiungeremo quando saranno quasi le 14 dove subito, acqua da bere per Spillo, i suoi biscotti, e l’ordine del pranzo di una bottiglietta da 1/2 l di acqua minerale per me ma con davanti agli occhi l’Ortles con il “cappellino” al quale è rimasto affezionato da almeno un mese!!!

HPIM2904

    L’anticiclone delle Azzorre è anche per oggi latitante ma forse domani si arrenderà!

     Ciao a tutti da me e Spillo.

                                                           

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in unica categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a ESCURSIONE AI LAGHETTI DEI PRETI ED A “CIMA WATLES”.

  1. cicciusprof ha detto:

    Bellissima escursione che rende felice sia Spillo che te, Osvaldo! Saludos a todos! 😉

  2. annapos ha detto:

    Nemusím nic psát, všechno krásné máš milý příteli. Objímám Anna

  3. Che meraviglia!! Buon week end!
    Manu

  4. bellissimi luoghi… buon proseguimento
    ciao Franca

I commenti sono chiusi.