MALTEMPO: EMERGENZA A CARRARA-ALLERTA IN PIEMONTE E IN LIGURIA.


         Maltempo: Carrara;messi in salvo disabile e ospiti casa cura

     A causa del maltempo che sta imperversando nel centro-nord, a Carrara si è temuto che  potesse succedere una tragedia urbana dopo il crollo idi circa 200 metri dell’argine del torrente Carrione. Infatti risultava disperso un operaio che, per fortuna, i vigili del fuoco hanno poi recuperato vivo, era rimasto intrappolato in una fabbrica nei pressi del luogo dell’esondazione.

     Come previsto e come ci eravamo preoccupati di informare per tempo, la perturbazione atlantica ha colpito soprattutto in Liguria e Toscana e nelle prossime ore interesserà le regioni del centro-sud dove sono previste intense e diffuse precuipitazioni che potranno essere, localmente, molto intense.

     Le situazioni più difficili si sono già registrate in Toscana ed in Liguria ed a Carrara metà della città è finita praticamente sott’acqua. In tre ore, infatti, sono caduti oltre 180 millimetri di pioggia  ed i vigili del fuoco sono dovuti intervenire con elicotteri e gommoni per aiutare e mettere in salvo decine di persone. Migliaia di persone hanno dovuto abbandonare le loro case e sono in attesa di sistemazione.

     Anche in provincia di La Spezia, a Luni Mare,ci sono una settantina di sfollati loro abitazioni a causa dell’esondazione del torrente Parmignola.

  La strada statale Aurelia è stata chiusa per qualche ora perchè impraticabile tra le province di La Spezia e Massa Carrara.

      Disagi continuano ad esistere nel ponente ligure, soprattutto in provincia di Imperia ed a Ventimiglia, mentre a Genova si sono verificati alcuni allagamenti e problemi causati dal forte vento ma, per fortuna, senza danni. A Nervi circa 40 persone sono state sgomberate a causa di un edificio minacciato da un muro reso pericolante dalla pioggia.

     A causa della pioggia già caduta e delle previsioni ancora in atto, la Protezione Civile ha prorogato L’ALLERTA 2 sino a domani alle 15 nello spezzino e L’ALLERTA 1 nel resto della Liguria ad eccezione dell’imperiese dove l’allerta 2 scadrà oggi alle 18 e declassata come all’erta 1 sino alla mezzanotte.

    Anche in Piemonte, piccoli problemi perchè per fortuna la piena del Tanaro è passata senza produrre grossi danni e nessun pericolo per persone o cose.

        Il maltempo non ha colpito solo in nordovest: a Venezia stamani si è verificato il primo temuto e significativo fenomeno dell’acqua alta che ha toccato i 115 centimetri di altezza sul medio mare ed in Friuli dove sono esondati i torrenti Cellina e Varma isolando la Valcellina.

     Nel golfo di Napoli i collegamenti con Capri hanno funzionato per tutta la mattinata solo a tratti tanto da poter dire che l’isola è rimasta praticamente isolata per buona parte della mattinata.                                      

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in ABBANDONO IDROGEOLOGICO DEL TERRITORIO, ALLARME METEO, Attualità, Clima, Cronaca, Meteo, Natura, Solidarietà. Contrassegna il permalink.