CASO LORIS: ALL’INTERROGATORIO DI STAMATTINA DEL PM, LA MAMMA DEL BAMBINO SI E’ AVVALSA DELLA FACOLTA’ DI NON RISPONDERE.


   Loris: madre fermata per omicidio figlio

    Dopo una notte agitata ed insonne, Veronica Panarello, mamma di Loris, in stato di fermo da ieri sera per omicidio premeditato con l’aggravante del rapporto  di parentela ed occultamento di cadavere, interrogata stamani dal Pm di Ragusa, Marco Rota, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

    La svolta era arrivata ieri sera poco prima di mezzanotte quando è stato reso esecutivo il fermo dopo la contestazione di tutte le contraddizioni tra gli elementi raccolti e vagliati nel corso delle indagini ed il racconto fatto dalla donna.

     Ora la parola passerà al GIP quando il Pm, entro 48 ore dalla notifica del fermo, dovrà chiederne al GIP la convalida e l’emissione della eventuale misura cautelare in carcere.

     Il GIP, a sua volta, avrà 48 ore di tempo per fissare l’udienza di convalida in un’udienza in Camera di Consiglio, alla presenza del difensore,  in cui, interrogata la persona fermata e conclusa l’udienza, il GIP renerà nota la sua decisione.

   

         

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Delitto inconfessabile e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a CASO LORIS: ALL’INTERROGATORIO DI STAMATTINA DEL PM, LA MAMMA DEL BAMBINO SI E’ AVVALSA DELLA FACOLTA’ DI NON RISPONDERE.

  1. Una vera e propria tragedia… per il povero Loris e per questa mamma con un passato triste e con futuro ancora peggiore! Non riesco proprio a capire come si possa fare… medici e psicologici spiegano nei dettagli in tv il “processo” mentale che porta a commettere certe brutte azioni, ma io… no riesco a giustificare nulla!

    • cordialdo ha detto:

      In televisione, soprattutto su Rai 1 nella trasmissione del “re delle ricostruzioni fasulle” che imperversa da tempo immemorabile con grafici, e modelli in scala, prevalentemente con ospiti gli stessi TUTTOLOGI, spesso si ascoltano dei vendichiacchiere che, per partito preso, o sono colpevolisti o innocentisti a prescindere dai fatti e dalle tragedie, come nel caso specifico. Esercizi inutili che tendono a sostituirsi alle inchieste, alle prove, agli esami scientifici ed, a volte, persino ai giudici.
      Questo, come come gli altri precedenti, è un caso di un “Delitto inconfessabile” così detto perchè NESSUNA MAMMA CHE ABBIA “UCCISO” IL SUO BAMBINO IN TENERA ETA’ HA MAI CONFESSATO O SAPUTO SPIEGARE PERCHE’. Ci sono meccanismi di difesa della nostra psiche che consigliano, direi ordinano, di negare qualsiasi indizio,qualsiasi prova, qualsiasi testimonianza diretta o indiretta per allontanare da sè lo spettro di simile mostruosità che nessuna “normalità” potrebbe accettare o sopportare.
      La reazione del carcere, la notte scorsa, è stata tipica.
      Ciao, Manu, a te ed a tutte le mamme ed a tutti i bambini del mondo un saluto ed una carezza. Osv..

  2. Ricordo Cogne, la Franzoni…in carcere senza aver mai confessato l’omicidio
    Qui di indizi ce ne sono, anche troppi, ma chissà se si saprà mai la verità….
    RIP piccolo Loris ❤

  3. sallychef ha detto:

    una tragedia nella tragedia. Se così fosse, che la madre abbia compiuto un gesto così grave verso il proprio figlio, immagino quale enorme disagio sia stata la vita di questa giovane donna che ha perso la ragione.
    Sally

    • cordialdo ha detto:

      Non per niente io l’ho definito “Un delitto inconfessabile”, infatti. Da un punto di vista psicologico è impossibile confessare di avere ucciso il proprio bambino. La ragione si rifiuta di pronunciare parole che lo possano dire. Meglio negare anche contro ogni evidenza, ogni prova. Osv.

I commenti sono chiusi.