PRIMA NEVE IN LOMBARDIA – A MILANO IL PRIMO MORTO ASSIDERATO!


Arrivo del generale inverno-allerta neve                                                               (foto d’archivio)

       Come annunciato da alcuni giorni, ieri la neve è caduta insistente su tutta la Lombardia, per tutta la giornata, anche in pianura.

          La temperatura è precipitata sotto lo zero; stamani alle 8, in molte zone collinari, il termometro segna -2.

         Certo, come abbiamo più volte sottolineato, la neve crea una stupenda atmosfera romantica e di stupore soprattutto per i bambini. Crea, però, anche molti disagi quando non viene rimossa prontamente dalle strade e dai marciapiedi quando si è costretti a viaggiare o a muoversi in città soprattutto se, a causa della temperatura rigida, ghiaccia al suolo e si rischiano incidenti con i mezzi in movimento e cadute rovinose per i pedoni, specie per le persone anziane.

       A questi disagi generalizzati quando nevica, c’è poi un altro gravissimo problema: la situazione dei senza dimora abbandonati a se stessi ed agli interventi pubblici sempre più rari e insufficienti perchè la platea della povertà, merito del governo del “cazzaro parolaio” è aumentata in modo esponenziale coinvolgendo molti milioni di persone ridotte alla miseria.

     A Milano ieri abbiamo avuto un segnale efficace dell’indifferenza di “bottegai”, quelli che denunciano redditi inferiori a quelli dei propri dipendenti: una anziana signora con pensione sociale al minimo, in un negozio è stata sorpresa dalla “sicurezza” ad avere rubato una coperta ed altri pochi generi di prima necessità per un valore di circa 150 euro.

     I Carabinieri chiamati, quando hanno sentito la sua storia ed accertato la sua situazione, hanno cercato di convincere il proprietario a non sporgere denuncia e, per vincere la sua inflessibilità, hanno offerto di pagare loro la merce sottratta e solo allora il “bottegaio” ha accettato di non presentare la denuncia per furto.

     Certo il furto è un reato la cui gravità dovrebbe essere proporzionale al valore del furto. Noi sappiamo che c’è chi ruba milioni e molto spesso lo fa senza conseguenze tanto è vero che le carceri sono piene prevalentemente, spesso solo, di povera gente disperata.

     Alla povera signora quella coperta  serviva per ripararsi dal freddo in una casa fredda priva di riscaldamento e senza potere accendere nemmeno una piccola stufa perchè non aveva il denaro necessario per comprare un sacchetto di pellet.

     Sorte più atroce è toccata questa notte, sempre a Milano, ad un senza tetto trovato morto assiderato stamattina sotto una panchina!

     NON PER TUTTI, Francesco, NATALE E’ STATA UNA FESTA!!!                                                              

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in unica categoria. Contrassegna il permalink.