TRAGHETTO NORMAN ATLANTIC IN FIAMME ED INGOVERNABILE TRA L’ALBANIA E LA PUGLIA. ANSIA PER GLI OLTRE 400 PASSEGGERI A BORDO.


     Posizione della nave Norman Atlantic in fiamme e alla deriva

          (Posizione del traghetto Norman Atlantic in fiamme tra l’Albania e la Puglia)

     Mare grosso con onde di 6 m. di altezza, fiamme a bordo e vento a 53 nodi all’ora.  Questa la situazione del Traghetto Norman Atlantic in servizio tra la Grecia e l’Italia.

     Imponenti i soccorsi partiti dall’Italia con rimorchiatori ed elicotteri e le navi in navigazione nelle vicinanze dirottate sul luogo della nave ingovernabile perchè ha i comandi bloccati ed è priva di energia elettrica che immobilizza le scialuppe di salvataggio.

     Le ultime notizie via radio dal comandante del traghetto alla Capitaneria di porto darebbero le fiamme, sviluppatasi a partire dal garage, sarebbero state isolate e sotto controllo all’altezza del ponte 5.

     Intanto altri 8 naufraghi tra cui 3 bambini e 4 donne sarebbero state evacuate dal traghetto con un elicottero della Guardia Costiera e trasferiti alla base del 61esimo stormo  in provincia di Lecce, a Galatina dove era già stata trasportata la prima persona soccorsa, un  uomo  di 58 anni d’origine albanese residente a Forlì e soccorso perchè in stato di ipotermia.

     Al momento sembra che la nave, ingovernabile, appunto, stia “scarrocciando” verso le coste dell’Albania. Sul posto si trovano 7 mercantili mentre è in arrico un rimorchiatore partito da Brindisi. UNO DEI MERCANTILI AVREBBE GIA’ A BORDO CIRCA 150 PERSONE CHE AVEVANO FATTO IN TEMPO AD ESSERE CALATE CON LE SCIALUPPE PERCHE’ NON ERA STATA INTERROTTA DAL FUOCO L’ENERGIA ELETTRICA A BORDO.

     A bordo si trovano ancora intere famiglie con bambini.Mentre motovedette sono partite in soccorso anche da Otranto e Santa Maria di Leuca.

      Le condizioni del mare sono molto problematiche e questo preoccupa e ritarda la possibilità dei portare soccorso.  Le nave mercantili dirottate sul posto hanno formato intorno al traghetto in fiamme una specie di cordone per rendere meno violente le onde alte a volte anche oltre i 6 metri d’altezza.

     L’ultima notizia darebbe la nave a 22 miglia nautiche dalle coste italiane.

     Per cortesia, chi avesse ulteriori notizie è pregato di aggiungerle come commento a questo post.

     Ulteriori notizie appena possibile. Passo e chiudo.

AGGIORNAMENTO ORE 14,05: La situazione delle nave traghetto Norman Atlantic della compagnia italiana “Vismar Navigazione” si sta aggravando perchè il natante si è inclinato su un lato e l’incendio è inestinguibile data la sua estensione.

     NON risultano, al momento, feriti a bordo.  

AGGIORNAMENTO ORE 18,00: Contrariamente a quanto era stato comunicato da uno dei soccorritori, il Traghetto Norman Atlantic NON E’ INCLINATO ed E’ STATO AGGANCIATO DA UN RIMORCHIATORE.

Purtroppo c’è una vittima, un uomo morto nel tentativo di abbandonare la nave buttandosi in mare. Il corpo è stato recuperato da una motovedetta che sta rientrando a Brindisi.

E’ stata fornita anche la lista dei passeggeri e dell’equipaggio. Sono ancora 161 le persone soccorse a bordo del traghetto 317 delle quali sono ancora bordo e le condizioni di soccorso continuano ad essere difficili non solo a causa delle condizioni del mare ma anche per il fumo intenso a bordo.

LE OPERAZIONI DI SOCCORSO DEI PASSEGGERI ANCORA A BORDO CONTINUERANNO  SE NECESSARIO PER TUTTA LA NOTTE, COMUNQUE SINO A QUANDO NON CI SARA’ NESSUN VIAGGIATORE O MEMBRO DELL’EQUIPAGGIO A BORDO.

A bordo della nave si trovavano 422 passeggeri. Gli italiani a bordo 44 di cui il 50% fanno parte dell’equipaggio; gli altri  sono: 234 greci, 1 rumeno, 2 russi, 6 austriaci, 2 ungheresi, 10 svizzeri, 1 croato, 8 georgiani, 5 siriani, 1 svedese, 1 canadese, 2 ucraini, 1 egiziano. 18 tedeschi, 54 turchi, 2 afgani, 22 albanesi, 1 maltese, 7 bulgari, 3 del Fyrom, 2 inflesi, 3 olandesi, 3 belgi, 9 , 2 iracheni. francesi. Altri 56 membri dell’equipaggio di varie nazionalità.

In serata non ci saranno altri aggiornamenti.                                                                                                                                                                            

                                                                                                                         

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in unica categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.