ALTO ADIGE-PIEMONTE: TRE MORTI IN ALTRETTANTI INCIDENTI IN MONTAGNA.


  SOCCORSO ALPINO VALLE D'AOSTA

          Il pesante bilancio della giornata festiva in montagna è stato di tre incidenti il più grave dei quali sul versanmte altoatesino del Piz Boè, un massiccio di 3.152 m del Gruppo Sella tra le province di Bolzano, Trento e Belluno.

             Una slavina di notevoli dimensioni ha travolto un piccolo gruppo di scialpinisti formato da 4 giovani provenienti dalla Val Badia provocando la morte di uno di loro, Luca Valentin di 31 anni di Corvara, ed un ferito.

              L’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites (nella foto), in un intervento estremamente pericoloso a causa delle raffiche di vento sui 100km/h, ha portato in quota due squadre del soccorso alpino di Corvara che hanno recuperato prontamente i tre superstiti, uno dei quali ferito (femore rotto) ed in stato di ipotermia trasportandoli in ospedale a Brunico. Per il quarto, purtroppo, non c’era più nulla da fare se non recuperare la salma e portarla a valle.

                In Piemonte,  pressappoco identici, due incidenti mortali: il primo nel Biellese dove, a causa dell’erba ghiacciata, un uomo è precipitato in un canalone per un centinaio di metri e morendo sul colpo. Il secondo incidente sulle montagne del Cuneese con la stessa dinamica del primo, scivolone sull’erba ghiacciata e volo nel canalone per un centinaio di metri restando esanime.                                                                                                                                        

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Incidenti in montagna e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a ALTO ADIGE-PIEMONTE: TRE MORTI IN ALTRETTANTI INCIDENTI IN MONTAGNA.

  1. quarchedundepegi ha detto:

    Si dovrebbe dire che la montagna vuole la sua parte… nel senso che la Montagna non perdona! Si paga la minima disattenzione.
    Buona Notte.
    Quarc

    • cordialdo ha detto:

      E’ proprio così. Bisognerebbe aggiungere che la stragrande maggioranza degli incidenti in montagna avvengono o per disattenzione, o perchè l’equipaggiamento non è adeguato e pochi per vera fatalità.
      Se hai letto sul blog la cronaca dell’incidente successo a me nel mese di luglio 2014, una cosa banalissima che avrebbe potuto avere effetti tragici, è la conferma che in montagna non ci si può comportare con leggerezza, con troppa confidenza perchè si rischia di pagare pegno. A me è andata bene! Ciao buona giornata e buona nuova settimana. Osv.

I commenti sono chiusi.