GIANNI DE GENNARO NELLA TEMPESTA: ERA CAPO DELLA POLIZIA AL TEMPO DELLA “MACELLERIA MESSICANA” ALLA SCUOLA “DIAZ” DURANTE IL G8 DI GENOVA.


       Gianni De Gennaro capo della Polizia ai tempi della macelleria messicana del G8 di Genova

     Condivido il giudizio di Matteo Orfini del Pd che ha dichiarati “””TROVO VERGOGNOSO CHE DE GENNARO SIA PRESIDENTE DI FINMECCANICA””” ma che credo che avrebbe dovuto aggiungere che sia stato anche vergognoso che TUTTI i funzionari di polizia implicati nei fatti criminosi  del G8 di Genova SIANO STATI PROMOSSI, ABBIANO FATTO CARRIERA, compreso Gianni De Gennaro che è stato addirittura nominato sottosegretario da Mario Monti, a sua volta NOMINATO da Napolitano!

     Trovo oltremodo oltraggioso, poi che il presidente della cosiddetta “autorità anti corruzione,Raffaele Cantone, un MAGISTRATO, nominato da Renzi,  difenda pubblicamente, come ha fatto in una intervista ad “Agorà”, su Rai 3, sulla sentenza della Corte di Giustizia di Strasburgo che ha BOLLATO come TORTURA i fatti della scuola Diaz durante il G8 di Genova, affermando: “””Non mi piace l’dea che si possa utilizzare questa vicenda drammatica, una delle peggiori immagini dell’Italia all’estero, per “tirare” sulla polizia che spesso è la parte più popolare del Paese”””.

     Forse, facendo parte anche lui della “casta” adiacente a quella dei politici di più alto rango, Cantone non è proprio informato sulla DISISTIMA di cui gode UNA PARTE COSPICUA DELLA POLIZIA, per fortuna non tutta in blocco, quella parte che, proprio dopo i fatti del G8 di Genova e la violenza praticata in quell’occasione, spesso usa gli stessi sistemi, la stessa cieca violenza nelle manifestazioni di protesta dei lavoratori disoccupati, licenziati, esodati senza stipendio e senza pensione, in cerca di prima occupazione, pensionati ridotti alla miseria che non godono certamente dello stipendio ed altre eventuali prebende di cui gode Cantone, o di studenti che protestano perchè vorrebbero una vera riforma della scuola che fornisca loro gli strumenti culturali ed operativi per il loro futuro e non una scuola, che come quella della sedicente riforma del governo Renzi, vuole fornire manodopera gratuita alle imprese.

      Vorrei pregare il dott. Cantone a scendere dall’Olimpo in cui vive e ad occuparsi  seriamente con più grinta delle vergogne più o meno nascosta che esistono negli appalti truccati di tutte le “grandi opere”, incominciando dall’Expo 2015 dove certi appalti agli amici di Renzi sono stati assegnati SENZA GARA agli amici di Renzi e delle quali, dopo aver chiesto le “carte” ha dato una certa copertura con l’alibi “dell’unicità”  inventata di sana pianta. Si preoccupi anche di tutte le altre presenti e soprattutto future (leggi Anno Santo!)  per le quali corrotti e corruttori, politici e comuni, si stanno attrezzando, si stanno allenando a rinnovare le loro metodologie in cui, sicuramente, l’Italia già eccelle perchè i truffatori, complice la politica governativa, di  qualsiasi governo, rischiano poco e fanno scuola.

     Quanto ai fatti  della Scuola Diaz, forse dimentica che, per adesso, ha pagato solamente l’ex Questore di Genova, già condannato in primo grado e sul quale pendono ancora due gradi di giudizio che potrebbero coinvolgere il nome di Gianni De Gennaro, per difendere il quale, secondo l’accusa, avrebbe mentito agli inquirenti e da cui è derivata la condanna in primo grado!                                          

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in unica categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a GIANNI DE GENNARO NELLA TEMPESTA: ERA CAPO DELLA POLIZIA AL TEMPO DELLA “MACELLERIA MESSICANA” ALLA SCUOLA “DIAZ” DURANTE IL G8 DI GENOVA.

  1. popof1955 ha detto:

    Ti ricordi i gipponi della polizia che zigzagavano tra la folla a Roma? Quell’altro questore che carriera ha fatto?

    • cordialdo ha detto:

      Mi ricordo anche quelli di Reggio Calabria quando quei gipponi erano al servizio dei “boia chi molla”! caro Paolo, noi solo in apparenza siamo passati dalla dittatura alla democrazia.Forse il popolo italiano, che popolo non è mai diventato, non la meriterebbe la vera democrazia che richiese partecipazione ed assunzione di responsabilità. Tutta merce indigesta per la stragrande degli Italiani! Ciao, buon fine di settimana. Oggi qui è una stupenda giornasta di sole primaverile e cielo terzo di un azzurro mai visto nemmeno in estate. Domani ritornerò a casa con il magone!

  2. mizaar ha detto:

    ma la domanda fondamentale è: come cavolo si fa a promuovere uno – al di là di tutta la porcheria che non è stata sotterrata, bensì è evidente come una macchia di inchiostro su una camicia bianca, ed è una macchia vergognosissima! – come si fa a farlo manager di finmeccanica dopo che è stato capo della polizia? quali sono le competenze che ha mostrato? all’occorrenza fa menare gli operai che scioperano? misteri di caramelle ciucciate, come diceva la mia amica!

I commenti sono chiusi.