MALLES VENOSTA: GLI AMANTI DEI PESTICIDI-GLI AVVELENATORI DELL’ARIA E DELL’AMBIENTE-COLORO CHE VORREBBERO IMPORRE LA LORO DITTATURA DA IGNORANTI, CLAMOROSAMENTE SCONFITTI ALLE ELEZIONI COMUNALI!!!


    pesticidi_val_di_non1 (1)

                   (Chi irrora i meli in questo modo sta rispettando le norme di legge?)

Gemeinde MALS FREI von PESTIZIDEN

no-pesticidi

                      (Il vento trasporta lontano i pesticidi che saranno respirati altrove)

               Ulrich Veith Sindaco di Malles Venosta rieletto col 72% dei voti

                     (Ulrich Veith – Sindaco di Malles – rieletto col 72% dei voti validi)

          L’ignoranza e l’arroganza sono gli elementi che connotano certe vicende come quelle accadute nel comune di Malles Venosta, il luogo del cuore per me e moltissimi altri ambientalisti amanti dell’ambiente, della natura e della salute dei cittadini.

     Chi segue questo blog è stato puntualmente informato sin dal 2013 quando fu data la notizia che questo gioiellino della provincia di Bolzano avrebbe potuto essere il primo comune italiano libero da pesticidi, tema sul quale un comitato promotore di cittadini si è battuto prima per ottenere il diritto legale ad indire un referendum popolare e, poi,  si è battuto per vincere il referendum sia contro la volontà espressa da da alcuni retrogradi affaristi, anche politici, che avevano dichiarato guerra alla democrazia diretta espressa, appunto, mediante referendum popolare.

       Respinti tutti i tentativi di boicottaggio, politico e tecnico, all’esterno ed all’interno dell’amministrazione comunale, dall’opposizione che il boicottaggio  lo faceva a viso aperto mentre in Giunta la vicesindaco lo faceva in modo più subdolo, vigliaccamente, OLTRE IL 70% DEI CITTADINI DI MALLES PARTECIPO’ AL REFERENDUM E BEN IL 75% SI ESPRESSE CONTRO L’USO E L’ABUSO DEI PESTICIDI NEL TERRITORIO DI MALLES VENOSTA.

     Sembrava cosa fatta! Invece varie sono le forme di fascismo e quando, superata  con successo la fase referendaria, bisognava assumere quel risultato referendario rendendolo esecutivo attraverso delibera del Consiglio Comunale, 11 fascisti in pectore che sedevano in quel Consiglio comunale hanno gettato la maschera e, infischiandosene della stragrande volontà popolare, o si sono assentati dalla seduta consiliare, altri si sono astenuti, voto equivalente al voto contrario, ed altri, i fascisti o peggio dichiarati, HANNO DETTO “NO” CALPESTANDO LA DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA  OPPONENDOSI ALLA VOLONTA’ DEI CITTADINI CHE LI AVEVANO ELETTI.

     Ieri, in questo comune di Malles Venosta si è votato per il rinnovo del Comsiglio comunale ed il giovane e coraggioso sindaco di questo pittoresco paese dell’Alta Val Venosta, Ulrich Veith, spesso boicottato anche dal suo partito, E’ STATO RIELETTO COL 72% DEI VOTI mentre i suoi avversari, prima di tutti la vicesindaco, che avevano presentato una lista concorrente dalla connotazione chiaramente di destra estrema attraverso il candidato sindaco, E STATA BATTUTA ED UMILIATA SEVERAMENTE confermando che l’ignoranza e l’arroganza non avrebbe potuto meritare niente di più!

     La stessa cosa si è ripetuta nel Comune di Prato allo Stelvio dove il sindaco-padrone, proprietario di meleti, aveva scelto il suo successore, dopo avere nell’estate scorsa cementificato il Parco Nazionale dello Stelvio con deroghe mai permesse in nessun altro Parco Nazionale d’Italia e del mondo ed ha fatto perdere le elezioni comunali al proprio partito e cedendo il palazzo comunale alla cui guida, da oggi, di una lista civica concorrente mentre sull’episodio delle tonnellate di cemento e di tondino di ferro che hanno umiliato e leso il territorio è sempre pendente da quasi un anno davanti alla Procura della Repubblica di Bolzano un esposto-denuncia, con riserva di costituirsi parte civile, da me presentato e che, sino ad oggi ha sonnecchiato in qualche cassetto ma che presto cercheremo di dargli la sveglia.

     La coscienza civica ed ambientalista in sede locale ha raggiunto in questo caso livelli altissimi ma ha penalizzato il sindaco uscente di Bolzano, Spagnolli, al quale l’accordo col Pd del “cazzaro” che si è spinto fin quassù a far campagna elettorale per i suoi candidati NON HA PORTATO MOLTA FORTUNA al sindaco Spagnolli che, non avendo superato il 50% dei voti dovrà misurarsi al prossimo ballottaggio tra due settimane anche perchè il numero dei votanti in assoluto potrebbe ridursi ancora di più,

     Renzi e soci altoatesini hanno portato, purtroppo, fiducia all’altro Matteo, al razzista Matteo Salvini.

     NON BASTA APRIRE BOCCA E SPARARE CAZZATE! “La Gente” si può fregare solo una volta e Salvini lo sta facendo. Ma la volta successiva  sarà più facile mandare tutti i parolai a “FANCUL”!                              

                                                                                          

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in ARROGANZA, IMPUNITA', Irredentismo in salsa di crauti e birra !, no ai pesticidi, RISPETTO DELL'AMBIENTE, unica categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a MALLES VENOSTA: GLI AMANTI DEI PESTICIDI-GLI AVVELENATORI DELL’ARIA E DELL’AMBIENTE-COLORO CHE VORREBBERO IMPORRE LA LORO DITTATURA DA IGNORANTI, CLAMOROSAMENTE SCONFITTI ALLE ELEZIONI COMUNALI!!!

  1. sherazade ha detto:

    Mi trovi d accordo su tutto
    Sherarrabbiataquantoteanche più

I commenti sono chiusi.