TRENTINO: DICE DI AVERE INCONTRATO UN ORSO E DI ESSERSI FERITO NELLA FUGA.


    Si avvicina l’estate, quella del turismo in montagna e della presenza dei fungaioli soprattutto nei boschi del Trentino-Alto Adige ed incominciano a circolare avvistamenti ed allarmi per la presenza di troppi orsi!

     L’ultimo allarme risale a ieri  quando un uomo ha dichiarato che la sera precedente, intorno alle 20, si sarebbe trovato di fronte, a breve distanza, un orso in Val Manara e di essersi procurato delle escoriazione cadendo mentre scappava dopo aver ricevuto una zampata a un braccio dall’animale.

     Non si conosce l’esito dell’immediato sopralluogo  del servizio forestale ma si nutrono forti dubbi sull’episodio per il semplice fatto che la gente del luogo dovrebbe essere al corrente che in un caso del genere tutto bisognerebbe fare tranne che correre. Qualcuno si è chiesto anche cosa ci facesse, considerate anche le condizioni meteo, una persona nei boschi di sera alle ore 20.

    Anche al pronto soccorso dove l’uomo è stato curato con cinque punti di sutura e 0tto giorni di prognosi nessuno si è assunto la responsabilità di smentire o confermare che la ferita possa essere con sicurezza attribuita ad una zampata di un orso piuttosto che da un ramo secco sporgente lungo il sentiero.

     Poveri orsi; nessuno comprende che, in ogni caso, il bosco è il loro ambiente per viverci e che gli invasori sono gli uomini e non viceversa. Con buona pace dei FUCILATORI AD OGNI COSTO!

     trentino_-_un_orsa_con_i_cuccioli._foto_c.groff_-_archivio_servizio_foreste_e_fauna_pat._-_-_c._groff_imagelarge-2                                        (Trentino-orsa con i suoi cuccioli)

porcini-

                                                (Funghi porcini – quanti quintali l’anno?)

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in RISPETTO DELL'AMBIENTE, Rispetto per gli animali, Rispetto per la natura, unica categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a TRENTINO: DICE DI AVERE INCONTRATO UN ORSO E DI ESSERSI FERITO NELLA FUGA.

  1. kalosf ha detto:

    (Che poi i “fucilatori ad ogni costo” mi sembrano un tantino troppo ansiosi di intervenire…)

    • cordialdo ha detto:

      Quel che è certo è che non amano affatto gli animali o li uccidono (anche nei periodi la caccia è chiusa) per mangiarli o li uccidono perchè sono scomodi anche se la provincia rimborsa i danni (quelli veri non quelli inventati e truffaldini) che causano eventualmente gli Orsi ed i lupi.

I commenti sono chiusi.