REEM SAHWIL, LA 14ENNE DI ORIGINE PALESTINESE FATTA PIANGERE DALLA MERKEL, FORSE RESTERA’ IN GERMANIA.


   

Merkel-e-la-ragazza-palestinese-1

(Foto Google Immagini)

 

     La ragazzina 14enne, Reem Sahwil, di origine palestinese alla quale la Merkel aveva saputo solo spegnere il sorriso e farla scoppiare in un pianto disperato, FORSE potrà restare in Germania dopo che la notizia e la parodia del video sull’episodio hanno fatto il giro del mondo sul Web costringendo il Ministro delle Politiche migratorie, Aydan Oezoguz, a dichiarare alla stampa “””NON CONOSCO NATURALMENTE LA SITUAZIONE PERSONALE DELLA RAGAZZA MA PARLA PERFETTAMENTE TEDESCO E VIVE GIA’ DA TEMPO QUI. PROPRIO PER PERSONE COME LEI ABBIAMO APPENA MODIFICATO LA LEGGE PER DARE QUI DA NOI UNA PROSPETTIVA AI GIOVANI CHE SI SONO INTEGRATI”””.

     Sembrerebbe proprio una smentita a quanto detto da “kapo Angela” che non risparmia dure sentenze neppure di fronte ai ragazzini, facendoli piangere.

     Intanto, la parodia in un video dei The Jackal, spopola in rete ed è diventata “virale”!                                                                         

 

 

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in NO ALL'EUROPA DELLA MERKEL, Rispetto dell'infanzia, unica categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.