“””CHI NASCE GATTO… PRENDE TOPI!”””.


    gatto_e_topo

      Un antico proverbio, vecchio come il mondo e molto significativo  in determinate situazioni sociali e politiche, ci ricorda che “chi nasce gatto prende topi”!

        Nella società dei gatti e, persino in quella dei topi, vittime predestinate, il gatto lesto ad approfittare delle situazioni è considerato UN FURBO mentre quello che non arma trappole, rispetta le regole del gioco ed, a volte, si fa beffare dal topo, è considerato un sempliciotto,invece che un gatto onesto.

      Anche nel mondo degli umani, molte volte o quasi sempre, si usa lo stesso metro che viene usato nel mondo dei gatti e dei topi con l’aggravante che, a volte, in situazioni del tutto simili, sovrapponibili, giudici diversi decidono in modo diverso.

     Un esempio del genere lo abbiamo avuto nel nostro Paese nel 2006, quando Josefa Idem, ex ministro fu assunta dall’associazione sportiva del marito pochi giorni prima di essere nominata assessore a Ravenna e, per otto mesi, aveva ottenuto i contributi figurativi dal Comune.

     Per lei, il PM di Ravenna, Angela Scorza – ha scritto in cronaca “il Fatto Quotidiano – ha chiesto il rinvio a giudizio per truffa aggravata e, quantunque avesse offerto la restituzione della somma corrispondente a quella versata dal comune, ad ottobre prossimo, ci sarà l’udienza preliminare.

     Una cosa analoga è successa a Malles Venosta, in provincia di Bolzano,  dove il Sindaco, appena riconfermato dai cittadini al primo turno col 78% dei voti, che collaborava  nell’azienda commerciale del padre all’atto della sua prima elezione, rassicurato sia a livello comunale che provinciale sulla leicità della cosa, ottenne il versamento dei contributi figurativi dal comune di Malles, 5000 abitanti ma molti serpenti bipedi e, tra loro, sempre qualche avversario politico pronto a denunciare. Anche la sua storia passò per le mani di un Pm ed, a distanza di 5 anni, la cosa non risulta conclusa definitivamente.

     Stesso caso avrebbe riguardato Matteo Renzi il quale, scrive “il Fatto Quotidiano” ha “…costruito insieme con i suoi familiari nel corso di 10 anni” un tesoretto di 48 mila euro lordi, “non grazie ad un decennio di sudato lavoro,ma invece in forza di di una serie di scelte furbe: l’assunzione nell’azienda di famiglia 12 anni fa, alla vigilia della candidatura alla Provincia di Firenze dal suo partito, la Margherita, poi la cessione del ramo d’azienda  da parte del padre alla mamma nel 2010, con il salvataggio  del tfr di Matteo in un’altra società di famiglia, mentre il resto dell’impresa è poi fallito nel 2013 a Genova.”

     Risalta anche all’occhio degli sprovveduti l’evidente similitudine con il caso di Josefa Idem e  dell’attuale sindaco rieletto di Malles Venosta ma non può sfuggire il fatto che mentre la Idem che aveva addirittura chiesto di restituire i miseri 8.600 euro versati come contributi figurativi per lei dal comune di Ravenna (non conosco la somma versata per il Sindaco di Malles) questi due “tapini” sono incorsi nei rigori di un Pm che li vuole processare mentre Renzi  Matteo – gatto furbo – ha tranquillamente incassato i suoi 48 mila euro lordi senza che a Firenze ci fosse stato e non ci sia  alcun Pm che abbia avuto o abbia qualcosa da dire sulle sue furbate,

     Ma nella Costituzione della Repubblica Italiana, all’art. 3 non c’è scritto, non letteralmente, che LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI?

     E il Presidente della Repubblica che presiede anche il CSM, che ieri, ricevendo il tradizionale ventaglio dai giornalisti, ha rischiato il rimando al “””RISPETTO RIGOROSO DELLE REGOLE, PRESIDIO DELLA DEMOCRAZIA, CHE VANNO RISPETTATE DA TUTTI””” non ha nulla da dire, non legge i quotidiani, soprattutto quelli che le inchieste le sanno fare?

     E quando il Presidente Mattarella, come ha fatto ieri afferma “””NESSUNO… E’ UN UOMO SOLO AL COMANDO NEL NOSTRO PAESE. NON E’ POSSIBILE IN DEMOCRAZIA””” è veramente sicuro di ciò che afferma o frutto del suo splendido isolamento al Quirinale? E poi, siamo sicuri che la nostra sia veramente ancora una DEMOCRAZIA?  

      Personalmente nutro forti dubbi da molto tempo che lo sia! E le Sue parole, sig. presidente della Repubblica non mi tranquillizzano per nulla!

        Sarà perchè, come ha scritto   su l’Espresso, in edicola da ieri, Denise Pardo,  “””COME CI SONO DUE PAPI, ABBIAMO ANCHE DUE PRESIDENTI. L’EX E L’ATTUALE””” tracciando le differenze politiche e di stile tra Giorgio e Sergio??? “””L’emerito e l’eremita?”””                                                                                                                                    

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in "CHI NASCE GATTO...PRENDE TOPI""", unica categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.