SECONDO IL PRESIDENTE DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA (ISTAT) IL GOVERNO SUL LAVORO DIFFONDE DATI NON CORRISPONDENTI ALLA REALTA!


    GIORGIO ALLEVA PRESIDENTE ISTAT

(Giorgio Alleva presidente nazionale dell’Istat)

 

     Intervistato  da Carlo Di Foggia per “il Fatto Quotidiano” che l’ha pubblicato oggi con il titolo  in grassetto “””LAVORO, DA POLETTI USO POLITICO DEI DATI: DISORIENTA I CITTADINI”, Giorgio Alleva, presidente dell’Istat  ed Ordinario di Statistica alla Sapienza Roma, nominato dal governo un anno fa, inizia la sua intervista  con una dichiarazione che non lascia adito a dubbi su che cosa ne pensi: “””DA MESI ASSISTIAMO AD UN  DESOLANTE CAOS DEI DATI SUL MERCATO DEL LAVORO, CHE INDEBOLISCE L’iSTITUTO E DISORIENTA I CITTADINI: IL LORO USO E’ FONDAMENTALE PER LA DEMOCRAZIA“””.

     Alla successiva domanda del giornalista , con riferimento anche alla sottovalutazione del sedicente ministro del lavoro che ha parlato di “fluttuazione tipico di una fase di ripresa”, il prof.  Alleva ha continuato a togliersi qualche sassolino molto fastidioso dalla scarpa: “””ABBIAMO ASSISTITO A UN CAOS POCO EDIFICANTE DI CUI ANCHE I GIORNALISTI HANNO UN’AMPIA RESPONSABILITA’ “””. I LECCACULO DI RENZI E SOCI SONO SERVITI!!!  “””QUELLI FORNITI DAL MINISTERO E DALL’INPS SONO DATI DI FONTE AMMINISTRATIVA NON “STATISTICHE”. VALUTARE IL SALDO TRA ATTIVAZIONE E CESSAZIONE DEI CONTRATTI COME SE FOSSE UN AUMENTO DI TESTE, CIOE’ OCCUPATI, E’ UNA APPROSSIMAZIONE NON ACCETTABILE.  (…)  A ME PREOCCUPA MOLTO QUANDO DI SBANMDIERANO DATI POSITIVI  DELLO 0,1% ANCHE PERCHE’ POI -COME SI E’ VISTO- PORTANO A FARE DIETROFRONT IL MESE DOPO”””.

        Sicuramente, da oggi in poi anche il prof. Giorgio  Alleva, presidente dell’ISTAT, rischia di essere iscritto d’ufficio al gruppo dei “Gufi rosiconi” e rischierà la fine di tutti quelli che OSANO criticare pubblicamente il “bulletto parolaio e ignorante-presuntuoso di Rignano sull’Arno” che non ne ha azzeccata  una a favore del Paese ma ha operato solo a favore dei suoi “compari” che lo sovvenziano e lo guidano nei suoi giri turistici a spese dei cittadini che pagano le tasse, per lo più pensionati e lavoratori dipendenti. NON SI SOGNA NEMMENO DI UNA LEGGE CHE PREVEDA LA GALERA E LA CONFISCA DEI BENI NASCOSTI ALL’ESTERO.!!!                                                                   

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in COMPLICI I GIORNALISTI AMICI E SERVI, unica categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a SECONDO IL PRESIDENTE DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA (ISTAT) IL GOVERNO SUL LAVORO DIFFONDE DATI NON CORRISPONDENTI ALLA REALTA!

  1. popof1955 ha detto:

    Visto che si parla di statistiche oggi guardavo un grafico sul Sole24ore, viene sbandierata una vrescita dello 0,6 del PIL, sta di fatto che dopo la vrescita (?) dello scorso anno siamo sotto ancora del 10,7% del PIL 2007: a quedyo ritmo dello o,5% annuo ci occorreranno 20 anni per riportarci a otto anni fa, senza contare che la crescita c’è non nel ceto medio ma solo per gli eletti e gli unti.
    Ma sai quale sarebbe la ciliegina sulla torta? Quantificare e contabiizzare il sommerso e l’illegale, avremmo PIL es occupazione in fase espansiva e magari sarà il prossimo passo 😉

I commenti sono chiusi.