UN “EMERITO” CHE NON SI RASSEGNA AD ESSERE SOLO UN “EX” DI TUTTO E DEBORDA DAL SUO ATTUALE RUOLO!


      Palazzo del Quirinale

                                                     (Palazzo del Quirinale)

          Per meglio comprendere e valutare il contenuto di questo post, sono necessarie due indispensabili premesse:

         1^: Nella Costituzione della Repubblica Italiana, la stessa che ex fascisti e neo fascisti senza mandato parlamentare e popolare vogliono stracciare, calpestare, annullare insieme  al valore dei Padri Costituenti che la ricevettero insanguinata direttamente dalle mani dei Partigiani combattenti,  la carica di presidente “Emerito”  NON ESISTE. Fu inventata, come riconoscimento simbolico con l’attribuzione di uno stendardo, dall’allora presidente del Consiglio Romano Prodi.

        2^: Il senatore a vita Giorgio Napolitano, ex presidente della Repubblica dovrebbe ricordare, anzi avrebbe dovuto ricordarselo quando ricopriva quel ruolo, che LE RIFORME SONO PREROGATIVA DEL PARLAMENTO, NON DEL GOVERNO””” e che, quindi la lettera da lui scritta al Corriere della Sera – addirittura firmandosi “Presidente emerito” è una delle TANTE forzature con le quali, nel silenzio PUSILLANIME dell’opinione pubblica, dei “giornaloni” e dei giornalisti leccaculo, principalmente dai TG Rai, ha infarcito il suo novennato – ANCH’ESSO NON CONTEMPLATO DALLA COSTITUZIONE VIGENTE  – .

     Non si riesce, quindi,  a capire perchè mai Napolitano senta il bisogno di correre in aiuto di un governo in affanno, anche se da lui nominato, per sostenere, non si comprende in quale veste, che di elettività del Senato non si deve neanche parlare perchè “””LA MODIFICA SU QUEL PUNTO NODALE DEL TESTO GIA’ APPROVATO IN PRIMA E SECONDA LETTURA FAREBBE cadere l’impianto DI BASE DELLA RIFORMA”””  Vale a dire che cadrebbe il castello di carta la cui costruzione egli avrebbe affidato al “bulletto parolaio e bugiardo di Rignano sull’Arno”.

     Ancora una volta, Giorgio Napolitano, ex presidente della Repubblica, ma anche ex FASCISTA,

Giorgio Napolitano fascista

ci conferma che il fascismo NON FU SOLO UN PARTITO DITTATORIALE  E VIOLENTO  MA CONTINUA AD ESSERE UN MODO DI PENSARE debordando, oltrepassando il limite, straripando, tracimando, eccedendo, passando il segno dal  suo ruolo attuale che non gli consente di dare ordini al Parlamento come ha fatto sino a pochi mesi fa.

     E non è certamente un caso che il destinatario  dell’AIUTINO  di Napolitano, Matteo Renzi, immediatamente abbia rilanciato affermando “””Le parole di Napolitano danno il senso di come è nata questa legislatura e di come andrà a finire. Gli emendamenti della minoranza si voteranno e vedremo chi ha i numeri”””. Ancora minacce  e ricatti al suo partito, non al suo socio Verdini che gli fornisce le “truppe cammellate” quando serve per puntellare la sua traballante maggioranza. 

     Nell’antica Roma, per  quei saggi senatori, “””EMERITUS MILES””” era solamente il soldato che aveva concluso CON ONORE la propria carriera!                                                   

       

                                                                                            

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in "CHI NASCE GATTO...PRENDE TOPI""", "Emeritus miles" dicevano i saggi Senatori romani!, unica categoria. Contrassegna il permalink.