IL 15 FEBBRAIO 1926 MORIVA IN FRANCIA, ALL’ETA’ DI 24 ANNI, PIERO GOBETTI VITTIMA DI UN PESTAGGIO FASCISTA!


      Piero Gobetti con la moglie Ada Prospero                                             (Piero Gobetti con la moglie Ada Pospero)

      Piero Gobetti, l’intransigente intellettuale torinese, raggiunto in Francia -dove era esule- dalle squadracce fasciste, moriva per i postumi del pestaggio subito!

       Se fosse vissuto oggi, come allora, dopo la marcia su Roma di Mussolini, chiamava alla lotta contro il fascismo, oggi chiamerebbe,  ANCORA UNA VOLTA INUTILMENTE, gli  indifferenti, i pusillanimi, i quacquaraquà italiani alla lotta contro il fascismo odierno di Matteo Renzi e dei suoi alleati pronti a qualsiasi compromesso perchè, oggi come allora, LA DEMOCRAZIA E LA LIBERTA’ DEL NOSTRO PAESE SONO FRAGILI ED IN PERICOLO perchè, come lui ammoniva, “””IL PROBLEMA POLITICO ITALIANO, TRA GLI OPPORTUNISMI E LA CACCIA SFRONTATA AGLI IMPIEGHI E L’ABDICAZIONE DI FRONTE AL POTERE E’ UN PROBLEMA MORALE.“””. Con buona pace delle bugie dette da Mattarella, nella sua visita ufficiale, agli studenti  della Columbia Università, a New York.

       Egli avrebbe detto anche oggi che SCONFITTO NON E’ CHI PERDE MA I VIGLIACCHI CHE SI ARRENDONO PRONTI A VIVERE DA SERVI.

        A distanza di 90 anni dalla sua morte, sarebbe utile conoscere un po’ meglio la figura politica e morale di Piero Gobetti attraverso la lettura di un prezioso testo, “””AVANTI NELLA LOTTA AMORE MIO”””, un’antologia a cura di Paolo Di Paola per La Feltrinelli, dello scorso anno.

                                                                                                                          

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in """LA RIVOLUZIONE LIBERALE""", ELOGIO DELLA GHIGLIOTTINA. Contrassegna il permalink.

Una risposta a IL 15 FEBBRAIO 1926 MORIVA IN FRANCIA, ALL’ETA’ DI 24 ANNI, PIERO GOBETTI VITTIMA DI UN PESTAGGIO FASCISTA!

I commenti sono chiusi.