CASO DELITTO REGIANI: QUALE CREDIBILITA’ GOVERNO ITALIANO? QUALE DIGNITA’ ?


     Da oltre due mesi ci poniamo le stesse domande e ci diamo le stesse risposte: CREDIBILITA’ ZERO, DIGNITA’ ANCORA MENO DI ZERO!

Renzi-Al Sisi-La-Stampa-86f7302d5b458038dc36e5ffa9d8df0d-U104023935967803HI-U10402397882574bkE-384x345@LaStampa-NAZIONALE

       Quando, poi, guardiamo l’mmagine che precede con i due protagonisti che sembra che tubino strizzando gli occhi quasi con godimento fisico, non possiamo che vergognarci perchè i loro sorrisi e le loro strizzatine d’occhi per noi suonano come se dicessero a gran voce AFFARI – PETROLIO – ARMI!

      In questi due mesi abbondanti la complicità tra questi due compari ha sacrificato l’esigenza di  verità su un atroce delitto di Stato sul quale è stata costruita una mostruosa montagna di depistaggi:

  • il 4 febbraio: incidente stradale;
  • il 5 febbraio: collegato ai servizi;
  • 13 febbraio: sospetta spia,
  • 18 fwbbraio: vittima dei fratelli musulmani,
  • 23 febbraio: vendetta personale;
  • 24 marzo: vittima di criminalità comune;
  • 28 marzo: nessuna pista esclusa 

         Ed il nostro abusivo presidente del Consiglio? Silenzio assoluto! Ha altro da fare deve gestire le trivelle in Adriatico ed il referendum con il consiglio agli Italiani di non andare a votare, di andare al mare o altrove!

             Ed il sedicente ministro degli esteri? Una litania in  attesa di risposte senza verità, una scia di bugie che alimentano quella del sangue di un innocente!

         C’è voluta la voce non di preghiera ma anche di minaccia di una mamma, della addolorata mamma di Giulio, che aveva riconosciuto suo figlio solo dalla punta del naso, di rendere pubblica la foto del corpo e del viso irriconoscibile del proprio figlio, come altri genitori ed una sorella avevano già fatto non certo per divertirsi.

verità per Giulio Regeni

              Come dimenticare questa immagine della famiglia di Giulio scesa a Roma per urlare il proprio dolore con una conferenza stampa dentro il Senato della Repubblica Italiana, quel Senato che Renzi ed i suoi scagnozzi vuole cancellare perchè, a suo avviso, del tutto inutile come inutile è stato invocare verità e giustizia!

               Noi quella verità la invochiamo per l’ennesima volta con il nostro urlo di dolore come invochiamo, da cittadini feriti ed umiliati, per questo GOVERNO di affaristi privi di dignità politica, CON LE MANI SPORCHE DI PETROLIO,   LE DIMISSIONI  IMMEDIATE COSI’ COME IMMEDIATE NUOVE ELEZIONI RESTITUENDO IL POTERE COSTITUZIONALE AL POPOLO E LA DIGNITA’ AI CITTADINI ITALIANI AI QUALI E’ STATA RUBATA, DEPREDATA, SOTTRATTA!  

          L’alternativa, la proclamazione da parte di tutti i sindacati di tutti i lavoratori di uno SCIOPERO GENERALE con l’occupazione di tutti gli spazi pubblici all’aperto per una sola richiesta corale: DIMISSIONI DEL GOVERNO E NUOVE ELEZIONI CON LA LEGGE ELETTORALE COSI’ COM’E’ STATA MODIFICATA DALLA CORTE COSTITUZIONALE.

          Così seppero fare i partigiani per ridarci la libertà e quella Costituzione che è ancora bagnata dal loro sangue!  Sappiamo, almeno una volta, ESSERE POPOLO?

          RESISTENZA, RESISTENZA, RESISTENZA PER GIULIO REGENI E PER LA SUA FAMIGLIA!!!

                                                                                                                               

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in verita' e giustizia per l'assassioni di Giulio Regeni. Dimissioni del goiverno. Contrassegna il permalink.

Una risposta a CASO DELITTO REGIANI: QUALE CREDIBILITA’ GOVERNO ITALIANO? QUALE DIGNITA’ ?

I commenti sono chiusi.