QUANTE PAROLE INUTILI OGGI NELLA CERIMONIA UFFICIALE, CIVILE E RELIGIOSA, DI UNA PARTE DEI MORTI SOTTO LE MACERIE! NEMMENO UNA PER I CANI SALVATORI E DA SALVARE.


    leo-salvatore-di-Giorgia-e1a65e4f802facbebabbcd33a4cca69a

           In diretta su Rai 1 stamani, abbiamo ascoltato tante parole inutili da parte del vescovo celebrante, insieme ad altri 2 vescovi, la cerimonia religiosa per il funerale dei primo gruppo di cittadini morti sotto le macerie causate dal terremoto, alla presenza del presidente della Repubblica, della presidente della Camera dei deputati e del presidente del Consiglio dei ministri.

     Il vescovo cocelebrante li ha elencati uno per uno, spero senza dimenticarne nessuno, così come ha fatto dopo con i nomi del morti.

          Nemmeno una parola sui CANI SALVATORI, sugli animali travolti dalle macerie, e suin CANI DA SALVARE.

         Quello raffigurato nella foto, è Leo, il cane da ricerca che, scavando tra macerie, ha ritrovato dopo 16 ore Giorgia la bambina di 10 anni che è stata operato dopo poche ore e, per fortuna, sta bene. La sua sorellina, più piccola di un anno, invece, purtroppo, non ce l’ha fatta.

      Perchè, a mio avviso, sarebbe stato utile parlare di queste creature? Perchè sono stati e sono decine i cani appartenenti alle unità cinofile che hanno aiutato ed aiutano ancora i soccorritori a trovare, vive o morte, persone rimaste intrappolate sotto le macerie.

        Ma anche perchè tanti sono ancora gli animali, specialmente cani e gatti, da salvare e molti altri che sono alla disperata ricerca di una nuova casa, di una ciotola di acqua pulita, di un po’ di avanzi di cibo e, soprattutto, me lo suggerisce col suo sguardo il mio vecchio Spillo, di una carezza che dia loro un po’ di affetto.  

         I palloni non hanno bisogno di essere gonfiati di più!!!                                                    

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Cani da ricerca da ricordare ed altri animali da salvare. Contrassegna il permalink.

5 risposte a QUANTE PAROLE INUTILI OGGI NELLA CERIMONIA UFFICIALE, CIVILE E RELIGIOSA, DI UNA PARTE DEI MORTI SOTTO LE MACERIE! NEMMENO UNA PER I CANI SALVATORI E DA SALVARE.

  1. Mi sembra stiate esagerando. La libertà di parole e dello scritto non devono essere oggetto di sfruttamento per uso politico . Nel vostro scritto non ho rilevato un briciolo di sentimento riguardante l’essere umano.

    • cordialdo ha detto:

      Non intendo polemizzare con lei.Forse conosce il proverbio che dice che ogni botte dà il vino che contiene!

    • cordialdo ha detto:

      adesso, finalmente.conosco anche la sua cultura di riferimento e quindi posso tranquillamente sorridere al suo “curioso” giudizio emesso, tra l’altro senza averne titolo alcuno.Legga altre cose più adatte a lei. E non legga il mio blog. Eviterà di non avere più un pulpito per straparlare! Sul mio blog non le sarà concessa una seconda volta!

I commenti sono chiusi.