LE POSSIBILI TRUFFE DI CHI VOTA ALL’ESTERO PER CORRISPONDENZA: UN ITALIANO RESIDENTE A PRAGA PUO’ VOTARE DUE VOLTE PERCHE’ HA RICEVUTO DUE SCHEDE!


     Sul Fatto Quotidiano di ieri c’era la denuncia pubblica del sig. Edoardo Livolsi che vive a Praga il quale segnalava e ne dava la prova fotografica di aver ricevuto nella cassetta delle lettere un plico per votare alle consultazioni del 4 dicembre. Dopo aver adempiuto al suo dovere di cittadino, DUE GIORNI DOPO, GLI E’ ARRIVATO UN SECONDO PLICO PER POTERE ESPRIMERE UNA NUOVA PREFERENZA.

     NON ERA UN ERRORE DIPENDENTE DA UN CASO DI OMONIMIA MA LA PROVA DI COME SIA POSSIBILE FARE PASTICCI CON LE REGOLE DEL VOTO ALL’ESTERO PER CORRISPONDENZA!

ed-img8573865

    Il sig. Livolsi, da cittadino perbene, segnalando il fatto, scrive: “””DUE PLICHI IDENTICI A MIO NOME, NELLA CASSETTA DELLA POSTA. QUANTI ALTRI CE NE SONO?“””.

    Chi risponderà alla domanda del signor Livolsi? Potrebbe rispondere il presidente della Repubblica, forse, o il ministro degli  AFFARI ESTERI o il presidente del Consiglio ai quali, sin  dal 2013, il responsabile per il voto dall’estero, aveva segnalato la possibilità di “brogli” e quelle lettere non hanno ricevuto mai risposta ma sono state, evidentemente, imboscate, nascoste, continuando a fare finta di nulla!

     Nonostante tutto ciò, Matteo Renzi ha il coraggio di affermare in una registrazione video ufficiale “””SUL NO AL REFERENDUM ACCOZZAGLIA CONTRO DI ME”””.  

   GUARDA RENZI CHE SI POTREBBE FORSE TRATTARE DI UN’ACCOZZAGLIA SUL SI’ A TUO FAVORE!

    TU NON HAI MAI VISTO QUELLA LETTERA DELLA DIRETTORE GENERALE DELLA FARNESINA PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO CRISTINA RAVAGLIA?

wpid334860-ed-img8502702

     E’ QUESTO IL DOCUMENTO CHE ASSERISCE DI AVERE INVIATO CRISTINA RAVAGLIA, DIRETTORE GENERALE DELLA FARNESINA PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO!!!                                                                                     

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in QUALE GESTIONE? QUALI CONTROLLI HA IL VOTO DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO? CHI LI GARANTISCE? CHI E' RESPONSABILE DELLA REGOLARITA'?. Contrassegna il permalink.

Una risposta a LE POSSIBILI TRUFFE DI CHI VOTA ALL’ESTERO PER CORRISPONDENZA: UN ITALIANO RESIDENTE A PRAGA PUO’ VOTARE DUE VOLTE PERCHE’ HA RICEVUTO DUE SCHEDE!

I commenti sono chiusi.