SI’, SONO VIVE E REATTIVE LE 6 PERSONE INDIVIDUATE SOTTO LA BARA DI GHIACCIO DELL’HOTEL RIGOPIANO. TRA LORO UNA BAMBINA. UNA DONNA E’ GIA’ STATA ESTRATTA ED E’ IN VIAGGIO VERSO L’OSPEDALE.


     Chi, come me, ama la montagna ed ha perso il suo più caro amico sotto una valanga, era in ascolto ed in attesa di notizie e sperava che qualcuno dei 30 sepolti sotto le macerie dell’hotel Rigopiano fosse vivo e potesse essere salvato.

      Alle 11,58 di oggi questa notizia è arrivata: 6 persone erano state individuate vive sotto la neve e le macerie dell’albergo crollato a causa della slavina e del concomitante terremoto.

        Tra le 6 persone c’è anche una bambina, che è felice di continuare a parlare con i soccorritori mentre una signora, respira già aria fresca sull’elisoccorso che la stava trasportando verso l’ospedale più vicino,

           Non sono più, quindi, ancora 3o ma 24 i dispersi sotto le macerie dell’albergo. Spero che tutti o almeno molti altri siano ancora in vita e che saranno individuati e salvati dai soccorritori.

            Ciò giustifica la protesta dei sindaci delle zone colpite dal terremoto e dalla neve  sui soccorsi che arrivano, a loro avviso a rilento,  mentre da due giorni stanno continuamente aiuto per i loro concittadini.

            In particolare il sindaco di Ascoli, Guido Castelli, il quale, in attesa che arrivino i rinforzi, uomini e mezzi, prima di aggiungere che hanno bisogno di frese perchè i muri che ostruiscono l’accesso alle frazioni si sono consolidati con il ghiaccio e occorre tagliarli non evita una battuta, “””STIAMO ASPETTANDO GODOT”””.

       Tre frazioni del comune di Caldarola (Macerata)  sono senza corrente elettrica dal 17 gennaio, denuncia il sindaco.

      Altri comuni dell’Aquilano  da 4 giorni sono isolati per la neve ed il terremoto ed anche i viveri scarseggiano.

    Forse del tutto inopportuna, in risposta ai sindaci in prima linea l’affermazione “””Chiedo a tutti impegno e rispetto””” di Paolo Gentiloni a Rieti!

      Giustificabile, invece, l’acquisizione di documenti dei carabinieri forestali nella Provincia di Pescara alla ricerca di documenti che possono interessare le indagini  della Procura. In parrticolare, si tratta di tutte le carte relative ai piani di emergenza e soccorso dell’area Vestina, da Penna verso la montagna, predisposte e attuate dalla Provincia. Richieste, movimenti, organizzazione di spalaneve, turbine, richieste di soccorso e tutto ciò che riguardi la viabilità della zona.

                                    

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Il punto della situazione dal Centro Italia. Contrassegna il permalink.