IL SURRISCALDAMENTO GLOBALE SCIOGLIE IL GHIACCIAIO DELL’ORTLES!


    lortles-foto-osvaldo                                           (L’Ortles – foto Osvaldo)

          A distanza di 7.000 anni, il ghiacciaio dell’Ortles, attraverso il carotaggio effettuato dagli studiosi con periodicità cronometrica, a causa del riscaldamento atmosferico, ha dato il segnale di muoversi per la prima volta dai tempi in cui nella regione vivevano ancora i contemporanei dell’uomo del Similaun.

       L’ultima misurazione è stata effettuata nel 2011 dai ricercatori italiani dell’Ipda-Cnr insieme ad un team internazionale dell’Università dell’Ohio e lo studio comparativo è stato pubblicato sulla rivista The Cryosphere.

      La rapida fusione dei ghiacci più profondi, legata al riscaldamento atmosferico, ha spiegato Paolo Gabrielli, ricercatore presso l’Università dell’Ohio e responsabile dello studio potrebbe essere causato dalle infiltrazioni dell’acqua, a partire dai margini rocciosi a monte del sito di perforazione e dal fatto che quest’acqua, durante le estati eccezionalmente calde, stia lubrificando la parte basale del ghiacciaio.

     Ho avuto la fortuna di salire sulla cima dell’Ortles due volte accompagnato dal principe delle guide che chi legge questo blog conosce già per averlo presentato. Due anni fa ho visto le foto scattate sullo stesso percorso da un mio carissimo amico belga e non mi sembrava più lo stesso perchè lo strato superficiale del ghiacciaio si era ritirato, sciolto, di parecchie centinaia di metri ed io non amo i percorsi su roccia viva. A parte l’età, questa sarebbe una ragione più che sufficiente per non ritornare più su quella cima. Lo avevo già scritto sollecitando gli appassionati a fare in fretta a salire su quella meravigliosa cima, alta 3.905 m, prima che il ghiacciaio si riduca ancora di più.                                                     

                                                                                                                         

   

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in il ghiacciaio dell'Ortles dopo 7000 anni si scioglie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a IL SURRISCALDAMENTO GLOBALE SCIOGLIE IL GHIACCIAIO DELL’ORTLES!

  1. Andrea ha detto:

    Purtroppo le nostre montagne avranno molto meno fascino senza il loro cappuccio bianco, ma il danno non è solo estetico, è un danno ambientale enorme

    • cordialdo ha detto:

      Purtroppo il danno ambientale che abbiamo causato e continuiamo a causare è ormai irreparabile. Ho sempre sostenuto che l’uomo è il più stupido ed imprevidente tra gli animali esistenti al mondo perchè è l’unico che sporca e sciupa il proprio ambiente. Basterebbe osservare il più piccolo tra gli uccellini come pulisce il suo proprio nido, con quale cura, quando ha i piccoli implumi che lo sporcano e poi basta osservare i sentieri anche di alta montagna dove i rifiuti sparsi sono una costante: a salire zaini pesanti pieni di cibarie, a scendere vuoti perchè i rifiuti restano lassù!

I commenti sono chiusi.