A VIGEVANO BABY GANG TERRORIZZAVA COETANEI – A TORINO SEDUTE SPIRITICHE PER STUPRI. IN ENTRAMBI I CASI ARRESTATI I PROTAGONISTI.


        La notizia che radio, Tv e social oggi hanno ripetutamente riportata riguarda un gruppo di bulli quindicenni che violentavano e picchiavano i loro coetanei, soprattutto uno di loro.

     La “baby gang delle stazioni ferroviarie”  operava a Vigevano, in provincia di Pavia e bersaglio preferito delle loro “eroiche” angherie, esibite come trofei nei social, era un quindicenne particolarmente fragile, costretto a bere alcolici sino a farlo ubriacare per poi legargli una catena al collo come se fosse un cane al guinzaglio  e portarlo in giro per le strade della città nella quale risiedono senza incontrare nessun adulto che si preoccupasse di intervenire , o altre “prodezze” del genere molto più gravi come subire atti sessuali. Tutto ripreso con cellulare e diffuso tra gli  amici.

      Finalmente scoperti e denunciati, sono stati arrestati dai Carabinieri di Vigevano e portati al Beccaria di Milano con accuse che spaziano dal concorso in violenza sessuale alla riduzione in schiavitù, dalla pornografia minorile, per le foto diffuso a mezzo dei social network, alla violenza privata aggravata mediante lo stato di incapacità procurata alla vittima. Insieme ai quindicenni arrestati, c’è anche un 13enne, legalmente non imputabile la cui posizione, considerata la pericolosità sociale, è al vaglio dei giudici minorili per l’eventuale richiesta di misure di prevenzione.

       Fin qui la cronaca nuda e cruda dei fatti.

      Poi i commenti, anche del Capitano dei Carabinieri di Pavia che in un’intervista alla trasmissione “Chi l’ha visto” delle 12,25 di oggi  sottolineava che i protagonisti, lungi dall’appartenere al mondo di marginalità sociale, sono “RAGAZZI DI BUONA FAMIGLIA”, figli di professionisti, commercianti, impiegati, ecc. come se ciò, invece di essere un attenuante, non dovesse essere e costituire, invece, un aggravante.

       Molto più grave la cronaca da Torino dove, spacciandosi per “santoni”, durante le sedute spiritiche in una mansarda, hanno abusato di una studentessa,  minorenne all’epoca dei fatti.

     Un sedicente mago di 69 anni ed i suoi complici, un uomo di 73 anni ed un giovane di 19 anni, sono stati arrestati dalla squadra mobile di Torino per stupro di gruppo. 

    Durante le “sedute” la giovane, che denunciandoli ha dato il via alle indagini, veniva narcotizzata e violentata.

      Le indagini degli inquirenti proseguono per stabilire se oltre alla ragazza denunciante vi siano altre vittime della violenza del “mago” e dei suoi “aiutanti”. 

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in I VIOLENTI NON HANNO ETA'!. Contrassegna il permalink.

4 risposte a A VIGEVANO BABY GANG TERRORIZZAVA COETANEI – A TORINO SEDUTE SPIRITICHE PER STUPRI. IN ENTRAMBI I CASI ARRESTATI I PROTAGONISTI.

  1. Liza ha detto:

    Bho’…senza parole…

  2. Questi fatti sempre più inquietanti, mi fanno pensare a dove andremo a finire 😦

  3. semprecarla ha detto:

    Non trovo le parole per commentare tanta barbarie. In cosa si sta trasformando l’uomo? Un abbraccio, gigantesco …. 🤗

I commenti sono chiusi.