PRIMA TRAVERSATA INVERNALE DELLE TRE CIME DI LAVAREDO IN 9 ORE E 15 MINUTI!


                  L’ alpinista altoatesino Simon Gietl, insieme al suo compagno di cordata tedesco Michi Wohlleben, ha effettuato alcune settimane fa la prima traversata invernale delle Tre Cime di Lavareto ( si chiamano Tre Cime ma in realtà sono 5 le cime!) Cima Ovest, Cima Grande, Cima Piccola, Punta di Frida e cima Piccolissima.

Alcuni giorni fa Gietl ha pubblicato su Facebook il video mozzafiato dell’impresa alpinistica compiuta in 9 ore e 15 minuti.

                                                   (Che spettacolo, ragazzi!)

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Traversata invernale Tre Cime di Lavaredo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a PRIMA TRAVERSATA INVERNALE DELLE TRE CIME DI LAVAREDO IN 9 ORE E 15 MINUTI!

  1. noooo… mi dispiace ma solo a vederli ho i brividi….e poi rischiare cosi tanto? … no no fa per me… buon fine settimana con un caro saluto

    • cordialdo ha detto:

      Anche attraversare la strada è un rischio a volte addirittura mortale anche sul passaggio pedonale.
      Ciao, buon fine settimana anche a te ed un cordiale saluto.

  2. tramedipensieri ha detto:

    Complimenti ma…non li invidio affatto 😀

    • cordialdo ha detto:

      Oggi non li invidio neanch’io ma solo perchè non potrei più fare ciò che loro hanno fatto. Basterebbe solo conoscere quelle CIME direttamente e non in foto per rendersi conto delle difficoltà. Basterebbe solo ricordare cosa si vede giù da quelle Cime per avere il magone.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...