LA TERRA RISCHIA UNA NUOVA ESTINZIONE DI MASSA?


 Gli scienziati e gli studiosi della Terra, riuniti in assemblea mondiale, nei giorni scorsi hanno lanciato un angosciante allarme pubblicato in uno “speciale” sulla biodiversità su “Nature”:  “La Terra potrebbe essere sull’orlo di una nuova estinzione di massa”.

     Secondo il gruppo, guidato da David Tilman, dell’università americana del Minnesota, il numero delle specie minacciate potrebbe crescere a dismisura nei prossimi 50 anni, sia per le vicende climatiche sotto gli occhi di tutti e sia a causa dell’aumento della popolazione del pianeta Terra.

     L’aumento della popolazione e la necessità di recuperare sempre maggiori risorse mette a rischio gli habitat delle specie.

   Già l’80% di tutte le specie di uccelli e di mammiferi sono minacciati di perdita dell’habitat ed a ciò concorrono sia la caccia e sia altre minacce.

     I Paesi più sensibili al problema stanno facendo sforzi per una agricoltura sostenibile, la riduzione della svendita dei terreni e la protezione del suolo potrebbero preservare gran parte  delle restante biodiversità della Terra.

     Anche i coralli sono tra le specie più minacciate ma non è troppo tardi per salvarli, secondo i ricercatori guidati da Terry Hughes del Consiglio delle ricerche australiano Arc.

     Le barriere coralline stanno cambiando rapidamente a causa del riscaldamento globale, della pesca indiscriminata e dell’inquinamento.

     Anche la perdita delle specie alberi nelle foreste è collegata alla ridotta produzione di legno.

     Tutte le conclusioni alle quali sono arrivati i vari studiosi e scienziati hanno stimato  che il valore economico della biodiversità è dieci volte maggiore rispetto a quello che tutti i paesi del mondo spendono per conservare le specie.

     Tra tutti i capi di Stato e di Governo che firmarono il Patto di Parigi, c’è stato solo una pecora nera, uno smargiasso “polentina” che, appena eletto alla presidenza del suo Paese, ha dichiarato di uscire dal Patto parigino e di fregarsene della deriva del clima che la stragrande maggioranza dei suoi concittadini, invece, pretendono sia tenuta sotto osservazione e rispettata, anche gli stessi appartenenti al suo “Partito”.

     L’ignorante di turno si chiama Donald Trump ed ha questa faccia e la bocca a “culo di gallina”:

    Lo staff dei suoi consulenti sono in fermento ed uno dei più importanti, Iger della Disney, lo ha già mollato.

     Anche Papa Francesco la cui accoglienza di Trump in Vaticano non è stata delle più cordiali

(Francesco è triste e non lo nasconde affatto, l’arrogante non lo capisce!)

    Papa Francesco ha bollato la scelta dell’ignorante con una sola parola “””TERRIBILE”””!

     Il “tycoon” che in risposta alle sollecitazione dei Paesi europei aveva detto cafonescamente “””IO SONO QUI  PER DIFENDERE GLI INTERESSI DELLA GENTE DI PITTSBURGH, NON DI PARIGI” non se l’aspettava ma la sua frase è stata respinta al mittente proprio dal Sindaco di  Pittsburgh, Bill Perduto e Bill De Blasio di New York e di altre decine di sindaci americani che si sono impegnati a rispettare lo stesso l’accordo di Parigi.

     Anche i Governatori di 10 Stati, tra cui quello di California, di New York  e di Washington, hanno già fatto analoga scelta!  

     E’ proprio vero che gli arroganti non provano VERGOGNA!                                                                            

                                     

 

 

                

                                                                                     

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Gli arroganti non provano vergogna!, TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE. Contrassegna il permalink.