AVEVA DENUNCIATO PER 12 VOLTE IL MARITO CHE POI L’UCCISE: CONDANNATI I PM!


    

     

    La Corte d’Appello di Messina ha condannato i magistrati che non intervennero adeguatamente contro un marito violento, denunciato ben 12 volte dalla moglie, Marianna M., poi uccisa dall’uomo, Saverio N., 10 anni fa in provincia di Catania.

    La Corte ha stabilito che ci fu dolo e colpa grave nell’inerzia dei Pm che, dopo i primi segnali di violenza da parte del marito non trovarono il modo  di fermarlo, nonostante le reiterate denunce della moglie.

     L’uomo, padre di tre figli, è in carcere condannato a 20 anni per l’omicidio della moglie.

Un plauso alla Corte d’Appello di Messina che nel caso specifico ha dimostrato che

anche per i Pm che non svolgono con urgenza le loro funzioni!

        

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in La Magistratura supremo garante della legalità, TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA E DELL'AMBIENTE. Contrassegna il permalink.