QUANDO IL FASCISMO E’ SOLO UN MODO “MALATO” DI PENSARE!


         Nella settimana finita ieri abbiamo potuto registrare due episodi di cronaca che, sarà effetto della canicola, accreditano il fatto non solo che in Italia il fascismo non è mai finito finito politicamente ma che esso sia UN MODO MALATO ABBASTANZA DIFFUSO DI PENSARE E DI AGIRE NELLA VITA QUOTIDIANA.

     Il primo fatto di cronaca si riferisce ad uno stabilimento balneare di Chiuoggia (VE)

 

gestito da tale Gianni Scarpa era  pieno di foto giganti di Mussolini e di altre sue amenità letterarie diffuse nei suoi vent’anni di dittatura.

     Per svegliare la coscienza civile dei bagnati che frequentano a pagamento quello stabilimento c’è voluta la segnalazione firmata e documentata di un cittadino al Prefetto di Venezia, Carlo Boffi, il quale ha notificato stamani al gestore, Gianni Scarpa un’ordinanza con la quale gli è stato ordinato “””DI ASTENERSI DALL’ULTERIORE DIFFUSIONE DI MESSAGGI CONTRO LA DEMOCRAZIA””” e dato mandato al Questore di effettuare un sopralluogo.

     Domande: da quanto tempo andava avanti la situazione segnalata?  Possibile che nessun agente di PS sia mai passato da quelle parti e non abbia mai notato la stranezza o dobbiamo forse pensare che chi la vedeva era connivente? Possibile che nessun agente di Polizia Locale, anche per sentito dire, non conoscesse la stranezza di cui si è occupata la cronaca?

 

    Il secondo episodio di cronaca, molto più grave, si è verificato in Val di Susa (TO)

 

dove per motivi di precedenza, prima c’è stato un diverbio tra i giovani passeggeri di una moto ed un cinquantenne alla guida di un furgone il quale ha inseguito e raggiunto ad una rotonda i due motociclisti volontariamente tamponandoli  e uccidendo la ragazza 27enne che viaggiava posteriormente mentre il fidanzato che guidava la moto è stato trasportato con l’elicottero del soccorso all’ospedale “Cto” in gravissime condizioni ed è in coma.                                                                          

        Personalmente credo di potermi e dovermi chiedere se possiamo ancora dire che l’Italia sia un Paese civile, sia a livello di cittadinanza e sia a livello dei gestori della politica e delle istituzioni e la mia risposta e NO!

 

 

 

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato all'Istituto Magistrale . Arrivato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna soprattutto l'Alta Val Venosta in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 24 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora anche la prossima estate. Sono in WhatsApp. Se appartiene alla cerchia dei miei amici, chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Fascismo nostrano e fatti di cronaca. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...