I CARTONI DELLA PIZZA PER IL TRASPORTO A CASA SAREBBERO CANCEROGENI.


       La pizza è uno degli alimenti più amati e consumati soprattutto dagli  Italiani. Spesso, per comodità, si sceglie la consegna a domicilio che prevede l’utilizzo di scatole di cartone per contenere la pizza calda sino a destinazione. 

       Pochissimi giorni fa la “Food and Drug Associesson” ha suonato l’allarme avvertendo sulla pericolosità di tali cartoni a causa  di alcune sostanze utilizzate per la loro realizzazione. La stessa pericolosità esisterebbe anche per i sacchetti adatti all’utilizzo nei microonde per i pop corni. Anche se un “cazzaro parolaio” sembra ne faccia un uso smodato e se ne vanti.

      Anche il Ministero della salute, nella settimana corrente sembra abbia posto la propria attenzione  sull’allarme dell’americana “Food  and Drug Associesson” preoccupandosi sull’uso di 3 tipi di perfluoroalchilico etilici utilizzati per confezionare i cartoni per il trasporto delle pizze. 

      Fa piacere sapere che il nuovo  Ministro si preoccupi  della salute   dei cittadini .

      Forse da qui in avanti sarà multo più prudente consumare una  buona pizza comodamente seduti al tavolo di una buona pizzeria (me ne han no suggerita una vantata come eccellente) o meglio ancora confezionandola personalmente a casa conservando gelosamente in frigorifero il “lievito madre”.

     Comunque, buon appetito!                                                                                                                         

Annunci

Informazioni su cordialdo

Nato in provincia di Reggio Calabria dove si è diplomato. Emigrato a Novara a 18 anni dove ha abitato e lavorato per 50 anni. Attualmente, pensionato, vive in provincia di Bergamo. Ama l'alta montagna, soprattutto l'Alta Val Venosta, in provincia di Bolzano dove trascorre le sue vacanze estive ; quest'anno per il 27° anno. Amo gli animali, soprattutto i cani come il mio Spillo che vive con me da 14 anni, raccolto a 6 mesi sull'orlo di una strada provinciale lombarda buttato in un sacchetto come un rifiuto da un'auto in movimento! Sino alla scorsa estate siamo andati insieme in alta montagna oltre i 3.000 m. di quota. Spero di tornarci ancora! Sono in WhatsApp. Appartieni alla cerchia dei miei amici? Chiamami.
Questa voce è stata pubblicata in Pizza d'asporto a domicilio o meglio in pizzeria?. Contrassegna il permalink.

5 risposte a I CARTONI DELLA PIZZA PER IL TRASPORTO A CASA SAREBBERO CANCEROGENI.

  1. Daniela ha detto:

    mannaggia…anche questa… !!!

    • cordialdo ha detto:

      Ciao Dany. Sembra che l’allarme sia stato confermato. Conviene sedersi al tavolo della pizzeria. La scorsa estate avevo affittato l’appartamento al secondo piano di un residence che aveva ìl passaggio diretto con la pizzeria sottostante. Se ero in compagnia d’ amici andavamo a mangiare la pizza in pizzeria. Se ero da solo, scendevo ad ordinare la pizza che gradivo in quel momento che mi portava una delle cameriera direttamente in appartamento in un piatto di portata, mai in cartone trattato. Forse ritornerò nello stesso residence che è dello stesso proprietario della pizzeria. Tu la pizza la sai fare? Ciao, un cordialissimo saluto e buo fine di settimana.

      • Daniela ha detto:

        sono dell’idea che la vera pizza debba essere cotta nel forno a legna e si mangi fumante, ma a volte capita che per questioni di tempo o di pigrizia la si richieda a domicilio…dunque dentro i cartoni dove comunque già perde di bontà…Meglio andare direttamente in pizzeria a questo punto. Buona domenica a te

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.